Il 19 febbraio 2018 comincerà l’udienza preliminare del caso Dennis Christensen, un cittadino danese testimone di Geova che dal momento del suo arresto, avvenuto nel maggio 2017, si trova sotto custodia cautelare a Orël, in Russia.

Il 31 gennaio 2018 il viceprocuratore della regione di Orël ha presentato un atto di accusa di 76 pagine contro Christensen. Sulla base dell’articolo 282.2, comma 1, del Codice Penale della Federazione Russa, il procuratore lo ha accusato di aver organizzato le attività di un’organizzazione religiosa che è stata dichiarata estremista. Il massimo della pena previsto per questo tipo di reato è di 10 anni di reclusione.

Christensen non è colpevole di alcun crimine. È stato arrestato mentre assisteva a una pacifica riunione religiosa insieme a sua moglie e ad altri compagni di fede. Il processo comincerà il 19 febbraio 2018 alle 14:30 presso il tribunale distrettuale Železnodorožnyj di Orël.