Il 30 novembre 2016, ad Asmara, è morto Tsehaye Tesfamariam. Era stato scarcerato il 10 settembre 2015 perché era gravemente malato e durante la detenzione non aveva ricevuto assistenza medica adeguata. Era nato a Nefasit, in Eritrea, nel 1941 e lascia la moglie, Hagosa Kebreab, con cui era sposato dal 1973, e dalla quale aveva avuto quattro figlie e tre figli. Si era battezzato come testimone di Geova nel 1958.

Tesfamariam era stato arrestato nel gennaio 2009, per ragioni tuttora sconosciute, e incarcerato nel campo di Me’eter. Il 5 ottobre 2011 Tesfamariam e altri 24 Testimoni rinchiusi nel campo di Me’eter erano stati trasferiti in una struttura di metallo semisepolta per ricevere una punizione speciale, ed erano rimasti lì fino ad agosto 2012. A causa delle altissime temperature estive e delle razioni di cibo e acqua inadeguate, molti di loro si erano ammalati gravemente.

Come risultato di questo trattamento crudele, Misghina Gebretinsae e Yohannes Haile hanno perso la vita nella prigione di Me’eter, mentre Kahssay Mekonnen e Goitom Gebrekristos sono morti dopo essere stati rilasciati. La morte di Tsehaye Tesfamariam si aggiunge a questo triste elenco.