Il 4 settembre 2015, la Corte Distrettuale di Sabail ha accolto per la terza volta la richiesta della pubblica accusa di prolungare la custodia cautelare di due testimoni di Geova, Irina Zakarčenko e Valida Žabrajilova. Le due donne dovranno rimanere in prigione fino al 17 dicembre 2015.

Tutto è iniziato il 17 febbraio 2015, quando le donne sono state arrestate e poste in custodia cautelare per presunta distribuzione illegale di pubblicazioni religiose. Dato che la loro detenzione è stata estesa a dieci mesi, i loro familiari, amici e la comunità mondiale dei testimoni di Geova sono profondamente preoccupati per la loro condizione. Le autorità dovrebbero porre fine a questa ingiustizia e rilasciarle immediatamente.