Vai direttamente al contenuto

Sviluppi legali e diritti umani

Russia: nuove irruzioni e altri Testimoni imprigionati

Le autorità russe hanno promosso una campagna del terrore contro i Testimoni di Geova.

Russia: nuove irruzioni e altri Testimoni imprigionati

Le autorità russe hanno promosso una campagna del terrore contro i Testimoni di Geova.

Testimoni di Geova in prigione a motivo della loro fede (per paese)

Paesi in cui i Testimoni di Geova vengono messi in prigione, talvolta in condizioni estremamente dure, perché professano la loro fede ed esercitano i diritti umani fondamentali.

RUSSIA

Un altro testimone di Geova sotto processo in Russia con l’accusa di aver esercitato attività estremiste

Arkadja Akopjan, un sarto di 70 anni in pensione e testimone di Geova, è innocente, ed è un cittadino rispettoso della legge che vuole solo adorare Dio serenamente.

RUSSIA

Ascoltati i primi testimoni nel processo a carico di Dennis Christensen

Dennis Christensen si trova in custodia cautelare dal maggio 2017. Rischia di scontare dai 6 ai 10 anni di carcere solo per aver professato la propria fede.

RUSSIA

Inizia in Russia una campagna del terrore contro i Testimoni di Geova

Dopo aver sciolto gli enti giuridici dei Testimoni di Geova, le autorità russe stanno rivolgendo il loro attacco ai singoli Testimoni e al loro culto.

ERITREA

Due Testimoni di età avanzata sono morti in prigione in Eritrea

Habtemichael Tesfamariam e Habtemichael Mekonen sono morti nella prigione di Mai Serwa all’inizio del 2018. Entrambi erano stati ingiustamente imprigionati a motivo della loro fede e hanno sopportato quasi 10 anni di maltrattamenti e di dura detenzione.

KAZAKISTAN

Concessa la grazia presidenziale a Tejmur Achmedov

Il presidente kazaco Nursultan Nazarbayev ha concesso la grazia a Tejmur Achmedov, Testimone di Geova che era stato imprigionato per oltre un anno per aver parlato ad altri delle sue convinzioni religiose. La grazia ha ripulito la sua fedina penale.

TURKMENISTAN

Il Turkmenistan ignora il diritto alla libertà di coscienza

Due Testimoni sono stati condannati a un anno di carcere per essersi rifiutati di prestare servizio militare. Il governo non riconosce ancora il fondamentale diritto all’obiezione di coscienza e non offre nessuna alternativa al servizio militare.