Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

9 NOVEMBRE 2012
STATI UNITI

L’uragano Sandy colpisce la costa orientale degli Stati Uniti

L’uragano Sandy colpisce la costa orientale degli Stati Uniti

NEW YORK. Il 29 ottobre 2012 l’uragano Sandy ha devastato un’ampia zona lungo la costa orientale degli Stati Uniti. I testimoni di Geova stanno cooperando con le autorità locali nell’aiutare i loro compagni di fede e altre vittime del disastro.

Sono circa 200.000 i Testimoni che abitano negli stati direttamente colpiti dall’uragano. Tra i Testimoni delle zone più colpite non sono stati registrati morti e risultano solo due feriti non gravi. Nello stato della Georgia un bambino i cui genitori frequentano una congregazione dei testimoni di Geova è rimasto gravemente ferito dalla caduta di un grosso ramo. Quando è stato redatto questo rapporto il bambino era ancora in condizioni critiche. I Testimoni della zona e altri che sono venuti a sapere della cosa attraverso i media stanno dando il loro appoggio alla famiglia.

In molte zone l’uragano ha interrotto le comunicazioni. Quando le linee saranno ripristinate sarà possibile effettuare una stima più accurata dei danni.

Dai primi rapporti ricevuti dalla filiale dei testimoni di Geova degli Stati Uniti risulta che lì non ci sono stati morti, ma solo un ferito non grave. L’uragano ha causato danni di lieve entità agli edifici della sede mondiale dei testimoni di Geova a Brooklyn. La facciata di un edificio si è in parte staccata a causa dei forti venti, ma nessuno è rimasto ferito dai calcinacci. A motivo del black-out le strutture della filiale a Patterson e Wallkill, nello stato di New York, hanno funzionato temporaneamente grazie ai generatori. La struttura di Warwick sta tuttora ricevendo corrente dai generatori. L’uragano ha anche causato l’interruzione delle linee di telecomunicazione, lasciando isolata questa struttura.

Dai rapporti iniziali emerge inoltre quanto segue: 12 luoghi di culto dei Testimoni, chiamati Sale del Regno, hanno subìto gravi danni a motivo delle inondazioni o dei forti venti; 219 case di Testimoni hanno riportato danni gravi, altre 169 danni di media entità e 710 solo danni minori. Diverse squadre di Testimoni si sono organizzate per dare soccorso e stanno cooperando con le autorità locali per sopperire alle necessità immediate dei loro compagni di fede e di altre vittime.

In previsione dell’uragano le congregazioni dei testimoni di Geova erano state allertate perché stabilissero un piano di evacuazione. Più di 1.100 Testimoni sono stati evacuati prima dell’uragano. I Testimoni locali stanno accogliendo in casa i loro compagni di fede che sono stati sfollati o le cui case rimarranno senza corrente elettrica per un po’.

I volontari Testimoni si stanno dando da fare per sopperire ai bisogni dei loro compagni di fede e continueranno a farlo finché sarà necessario. “Ci sentiamo molto vicini alle vittime di questo grande disastro”, dice J. R. Brown, portavoce della sede mondiale dei Testimoni. “Siamo contenti di poter assistere altri, in particolare i nostri compagni di fede che stanno soffrendo per i disagi legati a questa grossa perturbazione. Questi fratelli sono sempre nei nostri pensieri e nelle nostre preghiere”.

Contatto per i media:

J. R. Brown, Office of Public Information, tel. +1 718 560 5000