Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

21 GENNAIO 2014
RUSSIA

Funzionari russi chiedono al tribunale di bloccare noto sito di istruzione biblica

Funzionari russi chiedono al tribunale di bloccare noto sito di istruzione biblica

SAN PIETROBURGO (Russia). Il 7 agosto 2013 la Corte del Distretto Centrale di Tver, situata circa 160 chilometri a nord di Mosca, ha emesso una sentenza secondo cui il sito di istruzione biblica jw.org dovrebbe essere bloccato in tutta la Federazione Russa.

Sebbene jw.org sia visitato da centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo e sia molto apprezzato dai ricercatori, la corte si è pronunciata in favore dei funzionari che chiedevano di bloccare il noto sito. La corte ha emesso la sua decisione senza informare o ascoltare gli editori del sito, la Watchtower Bible and Tract Society of New York. I Testimoni di Geova si sono appellati alla Corte regionale di Tver. L’udienza è stata fissata per il 22 gennaio 2014.

Se l’appello venisse respinto, il sito non sarebbe più disponibile agli oltre 160.000 testimoni di Geova della Russia che lo visitano regolarmente per le loro funzioni religiose e per lo studio della Bibbia, sia a livello individuale che familiare. Promuovere il sito diverrebbe un reato in Russia. Inoltre, ai circa 142 milioni di persone che vivono in Russia verrebbe impedito l’accesso a jw.org per ricevere informazioni gratuite sulla Bibbia. Commentando il sito, Ekaterina Elbakyan, laureata in filosofia ed esperta in materia di studi religiosi nonché docente presso l’Accademia del Lavoro e delle Relazioni Sociali di Mosca, dice che jw.org è “un regalo per chiunque si occupi di ricerche in campo religioso. Offre contenuti chiari ed esaustivi. Importanti tematiche di carattere spirituale e morale vengono presentate in modo semplice. Quando navighi nel sito, ti senti come se i Testimoni di Geova ti accogliessero apertamente in casa loro”.

Parlando da San Pietroburgo, Grigorij Martynov, portavoce dei Testimoni di Geova in Russia, dice: “Jw.org è uno strumento meraviglioso per chi nel nostro paese cerca informazioni sulla Bibbia ed è un sito che non ha alcun legame con organizzazioni politiche o commerciali. Speriamo che la Corte Regionale di Tver garantisca a tutti i russi la possibilità di avvalersi di questa preziosa risorsa”.

J. R. Brown, portavoce dei Testimoni di Geova presso la sede mondiale di New York, osserva: “Il sito jw.org è apprezzato sia come strumento di ricerca che come fonte affidabile di informazioni per le famiglie in ogni parte del mondo. È così apprezzato che in media 900.000 persone lo visitano ogni giorno per i suoi utili contenuti in circa 600 lingue. Censurare queste informazioni sarebbe del tutto ingiustificato”.

Contatti per i media:

Internazionale: J. R. Brown, Office of Public Information, tel. +1 718 560 5000

Russia: Grigorij Martynov, tel. +7 812 702 2691