LEOPOLI (Ucraina). I Testimoni continuano ad assistere i compagni di fede sfollati a causa della guerra nell’Ucraina orientale.

Dei circa 7.500 Testimoni fuggiti dalla zona di guerra, quasi 4.000 stanno ricevendo aiuto dai sette comitati di soccorso organizzati dalla filiale dei Testimoni di Geova di Leopoli. Gli altri sfollati hanno trovato ospitalità presso parenti e compagni di fede in Ucraina e Russia. Altri sei comitati di soccorso si stanno prendendo cura degli oltre 17.500 Testimoni che vivono ancora nelle zone di guerra.

Questa casa, che si trova a Semenivka nella regione di Donets’k, è una delle tante case di Testimoni distrutte dalle bombe

La filiale di Leopoli ha confermato che dall’inizio della guerra hanno perso la vita sei Testimoni. Uno di loro è morto a Kramators’k il 17 giugno 2014 a causa di una bomba esplosa vicino alla macchina in cui si trovava. Anche gli altri cinque Testimoni, che vivevano nelle città di Donets’k, Slov’ians’k, Rozkišne e Luhans’k, hanno perso la vita nei bombardamenti.

Le operazioni di soccorso coordinate dalla filiale includono anche la ricostruzione dei luoghi di culto e delle case private dei Testimoni.

Testimoni riparano il tetto di una casa nella città di Slov’ians’k

Contatti per i media:

Internazionale: J. R. Brown, Office of Public Information, tel. +1 718 560 5000

Ucraina: Vasyl’ Kobel’, tel. +38 032 240 9323