Venerdì 25 agosto 2017 durante la sessione mattutina di un congresso tenutosi a Luanda, in Angola, presso la Sala delle Assemblee dei Testimoni di Geova di Viana, 405 tra i presenti hanno perso conoscenza dopo aver respirato gas tossico liberato da un gruppo di aggressori nell’auditorium principale e nei vicini servizi igienici. Fortunatamente il gas non era letale e non ci sono state vittime. Gli intossicati sono stati portati negli ospedali della zona e, nella maggioranza dei casi, sono stati dimessi nel giro di poche ore una volta ricevute le cure necessarie. Sull’episodio stanno indagando le autorità del posto, che già nel pomeriggio di venerdì hanno arrestato e messo in stato di fermo tre uomini.

La filiale di Luanda riferisce che tutte le persone coinvolte stanno meglio. I presenti al congresso non si sono lasciati prendere dal panico e hanno collaborato per prestare soccorso a chi è rimasto intossicato. In base alle indicazioni della polizia del posto, la sessione che si doveva svolgere venerdì pomeriggio è stata annullata. Tuttavia, il congresso è ripreso senza grossi problemi sabato 26 agosto e si è concluso domenica 27 agosto. Il numero massimo dei presenti è stato di oltre 12.000, e 188 persone si sono battezzate come Testimoni di Geova.

Contatti per i media:

Internazionale: David A. Semonian, Office of Public Information, +1 845 524 3000

Angola: Todd Peckham, +244 923 166 760