Durante la notte di martedì 6 febbraio un terremoto di magnitudo 6,4 si è abbattuto nei pressi della costa orientale di Taiwan. Secondo i media il bilancio è di 6 vittime accertate e di oltre 250 feriti. Risultano anche disperse 76 persone.

Nessuno tra i proclamatori ha perso la vita o è rimasto ferito. Tuttavia a Hualien, una delle zone maggiormente colpite, l’edificio che ospita sia l’ufficio di traduzione decentrato per la lingua ami (una lingua indigena di Taiwan) sia una Sala del Regno è stato danneggiato. Alcuni dei traduttori hanno dovuto lasciare l’appartamento dove vivevano perché la struttura ha subìto ingenti danni. I fratelli del posto si sono attivati tempestivamente per provvedere alloggio a chi è stato colpito dal terremoto, e la filiale di Taiwan sta fornendo ulteriori generi di prima necessità.

Preghiamo affinché i fratelli e le sorelle coinvolti nel disastro abbiano pace mentale durante questo momento difficile, e che i fratelli incaricati di prendersi cura di loro si dimostrino “come un riparo dal vento” (Isaia 32:2).

Contatti per i media:

Internazionale: David A. Semonian, Office of Public Information, +1 845 524 3000

Taiwan: Chen Yongdian, +886 3 477 7999