Il 4 aprile 2018 il presidente del Kazakistan, Nursultan Nazarbayev, ha concesso la grazia a Tejmur Achmedov, che è stato quindi scarcerato. Il 27 marzo 2018 le autorità avevano già permesso al fratello Achmedov di sottoporsi a un trattamento chirurgico urgente in un ospedale di Almaty, dove il fratello Achmedov si trova tuttora in convalescenza.

Il fratello Achmedov, che ha 61 anni, era detenuto dal 18 gennaio 2017 per aver solamente professato la sua fede. Ora è felice di potersi riunire alla sua famiglia.

Siamo tutti molto gioiosi che Geova abbia liberato questo suo fedele servitore (2 Samuele 22:2).