Vai direttamente al contenuto

VERSETTI BIBLICI SPIEGATI

Genesi 1:1 | “In principio Dio creò il cielo e la terra”

“In principio Dio creò i cieli e la terra” (Genesi 1:1, Traduzione del Nuovo Mondo).

“In principio Dio creò il cielo e la terra” (Genesi 1:1, CEI).

Significato di Genesi 1:1

Questo versetto, che è l’incipit della Bibbia, afferma due importanti verità. Primo, “i cieli e la terra”, ovvero l’universo fisico, hanno avuto un inizio. Secondo, sono stati creati da Dio (Rivelazione [Apocalisse] 4:11).

La Bibbia non rivela quando Dio creò l’universo, né spiega come lo creò. Quello che dice è che lo creò “grazie alla sua immensa energia e alla sua straordinaria potenza” (Isaia 40:26).

Il termine “creò” traduce un verbo ebraico che è usato esclusivamente in riferimento a un’azione compiuta da Dio. * Nella Bibbia solo Geova * Dio è definito Creatore (Isaia 42:5; 45:18).

Contesto di Genesi 1:1

Questo primo versetto del libro della Genesi apre il racconto della creazione riportato in Genesi capitoli 1 e 2. Da Genesi 1:1 a Genesi 2:4, la Bibbia descrive brevemente le fasi del processo creativo attraverso il quale Dio portò all’esistenza la terra e tutti gli esseri viventi che la popolano, inclusi il primo uomo e la prima donna. Dopo questa panoramica generale, la Bibbia fornisce una descrizione più dettagliata della creazione dell’uomo e della donna (Genesi 2:7-25).

In base alla Genesi, l’attività creativa di Dio si protrasse per un periodo di sei “giorni”. Non si trattava di giorni letterali di 24 ore, ma di periodi di tempo dalla durata non meglio specificata. Il termine “giorno”, infatti, non si riferisce necessariamente a un periodo di tempo di 24 ore. Questo risulta chiaro da Genesi 2:4, che riassume i sei giorni dell’intero processo creativo parlandone come di un solo “giorno”.

Idee errate su Genesi 1:1

Idea errata: Dio creò l’universo fisico qualche migliaio di anni fa.

Realtà dei fatti: La Bibbia non indica quando fu creato l’universo. L’affermazione di Genesi 1:1 non contrasta con le stime della scienza moderna in base alle quali l’universo ha miliardi di anni. *

Idea errata: Genesi 1:1 indica che Dio è una Trinità, perché il termine ebraico per “Dio” usato in questo versetto è al plurale.

Realtà dei fatti: Il titolo “Dio” traduce il termine ebraico ’Elohìm, che qui è un pluralis maiestatis, cioè un plurale che indica maestà e non pluralità di persone. La New Catholic Encyclopedia riconosce che, in casi come quello di Genesi 1:1, il plurale ’Elohìm “è sempre costruito con il verbo al singolare, e questo indica che [...] si tratta di un plurale di eccellenza, non di molteplicità numerica” (seconda edizione, volume 6, pagina 272).

Leggi Genesi capitolo 1 e consulta le note esplicative e i riferimenti marginali.

^ par. 8 In riferimento a questo verbo ebraico, la Nuovissima versione dai testi originali dice: “Il verbo bārā [...] nell’uso biblico [...] non significa mai un’azione umana, ma sempre divina” (Edizioni Paoline, Cinisello Balsamo, 1991, volume 1, pagina 60).

^ par. 8 Geova è il nome proprio di Dio (Salmo 83:18).

^ par. 14 Riguardo al termine ebraico tradotto “in principio” e al lasso di tempo a cui si riferisce, un commentario biblico afferma: “Il termine non è specifico in quanto alla lunghezza o alla durata del periodo” (The Expositor’s Bible Commentary, edizione riveduta, volume 1, pagina 51).