Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

I GIOVANI CHIEDONO

Perché non ho amici?

Sei su Internet e stai guardando le foto di una festa recente. I tuoi amici sono tutti lì ed è evidente che si stanno divertendo. Ma manca qualcosa nelle foto, o meglio, qualcuno... manchi tu!

“Perché non mi hanno invitato?”, ti chiedi.

La curiosità si trasforma in amarezza. Ti senti tradito! Hai la sensazione che le tue amicizie siano crollate come un fragile castello di carte. Ti invade un senso di solitudine, e ti chiedi: “Perché non ho amici?”

 Test sulla solitudine

Vero o falso

  1. Se hai tanti amici non ti sentirai mai solo.

  2. Se ti iscrivi a un social network non ti sentirai mai solo.

  3. Se mandi un sacco di messaggi non ti sentirai mai solo.

  4. Se fai qualcosa per gli altri non ti sentirai mai solo.

La risposta a tutt’e quattro le affermazioni è: falso.

Perché?

 La verità sull’amicizia e la solitudine

  • Avere tanti amici non è una garanzia che non ti sentirai mai solo.

    “Io tengo ai miei amici, ma a volte non penso che loro tengano a me. Quando sei circondato da amici che non sembrano ricambiare il tuo affetto o considerarti importante per loro, provi la peggior solitudine che ci sia” (Anne).

  • Iscriversi a un social network non è una garanzia che non ti sentirai mai solo.

    “Alcuni collezionano amici come figurine. Ma avere un sacco di figurine non ha mai fatto sentire amato nessuno. Se non hai amici veri, quelli online non valgono più di semplici figurine” (Elaine).

  • Messaggiare in continuazione non è una garanzia che non ti sentirai mai solo.

    “A volte, quando ti senti sola, guardi e riguardi il cellulare per vedere se qualche tuo amico ti ha mandato un messaggio. Già ti senti sola... e se poi vedi che nessuno ha cercato di contattarti stai ancora peggio!” (Serena).

  • Fare qualcosa per gli altri non è una garanzia che non ti sentirai mai solo.

    “Ho sempre cercato di essere generoso con i miei amici, ma ho visto che loro non mi hanno trattato allo stesso modo. Non mi pento di essere stato generoso, ma il fatto che non abbiano mai ricambiato mi lascia un po’ così” (Richard).

In sostanza: La solitudine è soprattutto uno stato mentale. “Viene da dentro, non da fuori”, dice una ragazza di nome Jeanette.

Cosa puoi fare se ti senti solo e senza amici?

 Come vincere la battaglia

Lavora sulla tua autostima.

“La solitudine può scaturire dalle insicurezze. È difficile essere aperti e fare amicizia quando pensi di non meritare l’interesse di un’altra persona” (Jeanette).

La Bibbia dice: “Devi amare il tuo prossimo come te stesso” (Galati 5:14). Per stringere sane amicizie dobbiamo avere una certa autostima, senza però diventare egoisti e orgogliosi (Galati 6:3, 4).

Evita l’autocommiserazione.

“La solitudine è come sabbie mobili. Più ti agiti, più è difficile uscirne. Se le permetti di assorbire i tuoi pensieri, ti ritroverai sempre più sola. È come se organizzassi una ‘festa’ piena di persone che si autocommiserano; nessuno vorrebbe andarci” (Erin).

La Bibbia dice: “L’amore [...] non cerca i propri interessi” (1 Corinti 13:4, 5). Il fatto è che quando ci concentriamo troppo su noi stessi mostriamo meno empatia ed è più difficile che gli altri si sentano attratti da noi (2 Corinti 12:15). Parliamoci chiaro: se misuri il tuo successo in base a come agiscono gli altri, farai un buco nell’acqua. In effetti, con frasi come “Non mi chiama mai nessuno” e “Nessuno mi invita mai da nessuna parte” metti la tua felicità nelle mani degli altri. Non pensi che così dai loro un po’ troppo potere?

Non ricercare l’amicizia di chiunque.

“Le persone che si sentono sole vogliono attenzione, e possono arrivare al punto di non far più caso a chi gliela offre. L’unica cosa che desiderano è essere apprezzate. Ma alcuni ti faranno sentire apprezzata e poi ti sfrutteranno. Allora ti sentirai più sola che mai” (Brianne).

La Bibbia dice: “Chi cammina con le persone sagge diverrà saggio, ma chi tratta con gli stupidi se la passerà male” (Proverbi 13:20). Una persona molto affamata mangerebbe di tutto. In maniera simile chi è “affamato” di amicizie potrebbe cercare amici nei posti sbagliati. Potrebbe anche diventare facile preda di manipolatori, pensando che questo tipo di “amicizie” siano normali e che non ci si possa aspettare niente di meglio.

Conclusioni: Chi più chi meno, tutti ci sentiamo soli a volte. E per quanto la solitudine possa essere una sensazione devastante, alla fin fine è solo questo: una sensazione. Le sensazioni di solito derivano dai pensieri, e noi possiamo tenere sotto controllo i nostri pensieri.

Inoltre sii realista in quello che ti aspetti dagli altri. “Non tutti saranno i tuoi migliori amici per sempre”, dice Jeanette, menzionata sopra, “ma troverai persone a cui starai a cuore. E questo basta. Stare a cuore a qualcuno è quello che aiuta a tenere a bada la solitudine”.

Vuoi saperne di più? Leggi “ Superare i timori sull’amicizia”. Scarica anche la scheda “Combattere la solitudine”.