“La Bibbia può sembrare noiosa”, dice un ragazzo di nome Will, “se non sai come leggerla nel modo giusto”.

Vorresti sapere come puoi rendere piacevole la lettura della Bibbia? Questo articolo ti darà dei suggerimenti utili.

 Fai vivere le Scritture

Prova a immedesimarti in quello che leggi. Potresti seguire questo metodo:

  1. Scegli un brano biblico che vorresti studiare. Potrebbe essere un episodio particolare, un passo di un Vangelo, o uno dei brani biblici recitati disponibili su jw.org.

  2. Leggi il brano che hai scelto. Potresti leggerlo da solo oppure con la tua famiglia o con degli amici. Uno di voi potrebbe fare il narratore e gli altri potrebbero interpretare i vari personaggi.

  3. Prova a mettere in pratica uno o più dei seguenti consigli.

    • Disegna la situazione descritta nel racconto. Oppure realizza degli schizzi che rappresentino la sequenza degli eventi. Poi scrivi delle didascalie per spiegare cosa avviene in ogni scena.

    • Fai uno schema. Ad esempio, mentre leggi un brano che riguarda un personaggio che è stato fedele a Dio, metti in relazione le qualità che ha mostrato e quello che ha fatto con le benedizioni che ha ricevuto.

    • Trasforma il racconto in un servizio giornalistico. Racconta l’episodio osservandolo da diverse angolazioni e includendo alcune “interviste” ai personaggi principali e ai testimoni oculari.

    • Se uno dei personaggi ha preso una decisione sbagliata, immagina un finale diverso. Pensa ad esempio all’episodio in cui Pietro rinnega Gesù (Marco 14:66-72). In che modo Pietro avrebbe potuto affrontare meglio quella situazione difficile?

    • Se ti viene un’idea, prova a scrivere il copione di una storia basata su un episodio narrato nella Bibbia. Fai in modo che si possa imparare qualcosa dal racconto (Romani 15:4).

      Puoi far vivere la Bibbia!

 Vai più a fondo

Se esamini i dettagli puoi scoprire delle gemme nascoste. Infatti a volte in un brano anche solo una o due parole possono fare la differenza.

Ad esempio, confronta Matteo 28:7 con Marco 16:7.

  •  Perché Marco specifica che Gesù sarebbe presto apparso ai discepoli “e a Pietro”?

  • Indizio. Marco non fu un testimone oculare di quegli eventi. Evidentemente, ne venne a conoscenza tramite Pietro.

  • La gemma nascosta. Perché Pietro deve essersi sentito rassicurato sapendo che Gesù voleva rivederlo? (Marco 14:66-72). In che modo Gesù si dimostrò un vero amico per Pietro? Come puoi imitare Gesù e dimostrarti un vero amico per gli altri?

Se farai vivere le Scritture e andrai a fondo esaminando i dettagli, leggere la Bibbia sarà molto più bello!