Vai direttamente al contenuto

I GIOVANI CHIEDONO

Quanto conta per te la popolarità online?

Una ragazza di nome Elaine dice: “Quando vedevo che i miei compagni di scuola avevano centinaia di follower, sinceramente ero un po’ gelosa della loro popolarità”.

Ti senti anche tu così? Se sì, questo articolo ti aiuterà a evitare lo stress che prova chi vuole essere popolare sui social a tutti i costi.

 Quali sono i pericoli?

In Proverbi 22:1 la Bibbia dice che “un buon nome è da preferire a grandi ricchezze”. Quindi non è sbagliato volere una buona reputazione e nemmeno voler piacere agli altri.

A volte, però, il desiderio di essere accettati si trasforma in una ricerca frenetica di popolarità. Quale pericolo potrebbe esserci? Onya, che ha 16 anni, dice:

“Ho visto gente che pur di diventare popolare sui social ha fatto cose assurde, tipo saltare dal primo piano della scuola”.

Per attirare l’attenzione dei loro coetanei, alcuni addirittura riprendono le loro imprese folli e le postano online. Ad esempio, diversi adolescenti hanno pubblicato video in cui mettevano in bocca capsule di detersivo per lavatrice, che ovviamente contengono sostanze tossiche. È chiaro che questa è una cosa da non fare!

La Bibbia dice: “Non fate nulla [...] per vanto” (Filippesi 2:3, Parola del Signore).

Rifletti.

  • Quanto è importante per te essere famoso sui social?

  • Metteresti a rischio la tua vita o la tua salute per essere ammirato dai tuoi coetanei?

 “Fanno credere di essere popolari”

Non tutti però arrivano a fare cose pericolose per farsi notare. Erica, che ha 22 anni, spiega che alcuni adottano un’altra tecnica:

“Le persone postano un sacco di foto di momenti della loro vita che considerano speciali, e in questo modo danno l’impressione di avere un’infinità di amici con cui stanno sempre insieme. Così fanno credere di essere popolari”.

Cara, che ha 15 anni, dice che alcuni ricorrono all’inganno pur di creare questa illusione:

“Ho visto persone postare foto in cui sembrava che fossero a una festa, mentre in realtà erano a casa”.

Matthew, che ha 22 anni, ammette di aver fatto una cosa del genere:

“Una volta ho postato una foto, e come geotag ho messo il monte Everest, anche se io non sono mai stato in Asia!”

La Bibbia dice: “Desideriamo comportarci onestamente in ogni cosa” (Ebrei 13:18).

Rifletti.

  • Quando posti qualcosa sui social, ti capita mai di falsare la realtà per diventare più popolare?

  • Le foto e i commenti che posti rispecchiano davvero chi sei e quali sono i tuoi valori?

 Follower e like: davvero così importanti?

Molti pensano che per essere davvero popolari sui social bisogna avere tantissimi follower e like. Anche Matthew, citato prima, la pensava così:

“Chiedevo sempre agli altri ‘Quanti follower hai?’ oppure ‘Qual è il numero più alto di like che hai mai ricevuto?’ Per aumentare il numero dei miei follower seguivo persone che non conoscevo sperando che poi loro seguissero me. Cominciai a voler essere sempre più popolare, e i social facevano solo aumentare questo desiderio”.

La popolarità online è come il cibo spazzatura: all’inizio ti dà soddisfazione ma questa sensazione non dura a lungo

Maria, che ha 25 anni, spiega che l’idea che alcuni si fanno di sé stessi si basa sul numero di follower e like che ricevono:

“Se una ragazza posta un selfie e non riceve abbastanza like, pensa di essere brutta. Anche se ovviamente un ragionamento del genere è sbagliato, in quella situazione molti reagirebbero nello stesso modo. In un certo senso bullizzano sé stessi”.

La Bibbia dice: “Non diventiamo presuntuosi, rivaleggiando e invidiandoci gli uni gli altri” (Galati 5:26).

Rifletti.

  • Se usi i social, pensi che ti stiano portando a paragonarti ad altri?

  • Ti interessa di più avere tanti follower o stringere amicizie con persone che ti vogliono bene?