Vai direttamente al contenuto

I GIOVANI CHIEDONO

E adesso che mi sono battezzato? (Parte 1) | Continua a impegnarti

 È importante tenere in buono stato cose di valore come una casa o una macchina. Lo stesso vale per la tua amicizia con Dio. Ma come puoi mantenere in buono stato, per così dire, questo legame dopo il battesimo?

In questo articolo

 Continua a studiare la Parola di Dio

 Passo biblico: “[Continua] a portare frutto in ogni opera buona e a crescere nell’accurata conoscenza di Dio” (Colossesi 1:10).

 Cosa significa: Dopo il battesimo è importante che continui a leggere la Bibbia e a meditare su quello che impari (Salmo 25:4; 119:97).

 Cosa può succedere: A volte non avrai voglia di studiare e potresti pensare che lo studio non faccia per te.

 Cosa puoi fare: Approfondisci argomenti biblici che ti interessano. Organizzati in modo che lo studio non sia un peso per te. Il tuo obiettivo è quello di rafforzare l’amore per Geova e per la sua Parola. In questo modo lo studio sarà utile e piacevole (Salmo 16:11).

 Un suggerimento: Per ottenere migliori risultati, cerca di studiare in un posto tranquillo e senza distrazioni.

 Cos’altro può aiutarti

 Continua a pregare Geova

 Passo biblico: “Non siate in ansia per nessuna cosa, ma in ogni cosa le vostre richieste siano rese note a Dio con preghiere e suppliche accompagnate da ringraziamenti” (Filippesi 4:6).

 Cosa significa: La comunicazione con Dio non è a senso unico. Lo ascolti quando leggi la sua Parola e gli parli quando preghi. Ricorda che nelle tue preghiere puoi chiedergli quello che ti serve e ringraziarlo per quello che hai ricevuto.

 Cosa può succedere: A volte ti potresti ritrovare a pregare in modo meccanico. Potresti perfino chiederti se Geova ti ascolta veramente o se ha voglia di sentire quello che dici (Salmo 10:1).

 Cosa puoi fare: Nell’arco della giornata rifletti sulle cose per cui puoi pregare. E se le circostanze non ti permettono di fare subito una lunga preghiera, tieni a mente quello che vuoi dire e parlane con Geova in un momento più tranquillo. Prega per ciò che è importante per te, ma anche per le necessità degli altri (Filippesi 2:4).

 Un suggerimento: Se ti accorgi che continui a pregare in modo meccanico, parlane con Geova. Lui vuole che gli dici tutto quello che ti preoccupa, anche cose che riguardano le tue preghiere (1 Giovanni 5:14).

 Cos’altro può aiutarti

 Continua a parlare ad altri delle tue convinzioni

 Passo biblico: “Presta costante attenzione a te stesso e al tuo insegnamento. [...] Così facendo salverai te stesso e quelli che ti ascoltano” (1 Timoteo 4:16).

 Cosa significa: Quando parli ad altri di quello in cui credi, rafforzi anche la tua fede. Fare questo ti permetterà di salvare la tua vita e quella di chi ti ascolta.

 Cosa può succedere: A volte forse non te la senti di parlare ad altri delle tue convinzioni. O magari in certe circostanze potrebbe farti paura, ad esempio a scuola.

 Cosa puoi fare: Non lasciare che preoccupazioni o paure abbiano la meglio su di te. L’apostolo Paolo scrisse: “[Anche se non dichiaro la buona notizia] di mia spontanea volontà, mi è pur sempre affidata una responsabilità” (1 Corinti 9:16, 17).

 Un suggerimento: Col permesso dei tuoi genitori cerca qualcuno che possa diventare un punto di riferimento, un fratello o una sorella che dia il buon esempio nel ministero (Proverbi 27:17).

 Cos’altro può aiutarti

 Continua a frequentare le adunanze

 Passo biblico: “Interessiamoci gli uni degli altri per spronarci all’amore e alle opere eccellenti, non trascurando di riunirci insieme” (Ebrei 10:24, 25).

 Cosa significa: Il motivo principale per cui andiamo alle adunanze è adorare Geova. Comunque, le adunanze ti permettono di raggiungere altri due risultati: puoi essere incoraggiato dai tuoi fratelli e, con la tua presenza e la tua partecipazione, puoi incoraggiare loro (Romani 1:11, 12).

 Cosa può succedere: A volte è facile che la mente inizi a vagare e questo potrebbe farti perdere qualcosa di importante. Potrebbe anche succedere che inizi a saltare le adunanze e a lasciare che altre attività, come i compiti, prendano il sopravvento.

 Cosa puoi fare: Studiare e fare i compiti è importante, ma poniti l’obiettivo di frequentare regolarmente le adunanze e di imparare il più possibile da quello che viene detto. Partecipa con dei commenti. E quando l’adunanza è finita, cerca di dire ad almeno una persona che ti è piaciuta una sua parte o un suo commento.

 Un suggerimento: Preparati in anticipo. Scarica l’app JW Library® e usa la sezione “Adunanze” per vedere il materiale che sarà trattato.

 Cos’altro può aiutarti