Credi nella creazione, ma non te la senti di dirlo apertamente a scuola. Magari i libri che usate in classe sostengono l’evoluzione e temi che i tuoi insegnanti e i tuoi compagni possano prenderti in giro. Come puoi spiegare con sicurezza perché credi nella creazione?

 Ce la puoi fare!

Potresti pensare: “Non sono in grado di sostenere un dibattito su scienza ed evoluzione”. Un tempo anche Danielle si sentiva così, e spiega: “Odiavo l’idea di dover contraddire l’insegnante o i miei compagni”. Diana condivide lo stesso sentimento: “Andavo sempre nel pallone quando si mettevano a discutere usando tutti quei termini scientifici”.

Tuttavia, il tuo obiettivo non è quello di avere la meglio nella discussione. E il bello è che non devi nemmeno essere un genio della scienza per spiegare perché tu credi sia razionale ricondurre il mondo della natura alla creazione.

Suggerimento: Usa la semplice logica contenuta nella Bibbia in Ebrei 3:4: “Ogni casa è costruita da qualcuno, ma chi ha costruito tutte le cose è Dio”.

Una ragazza di nome Carol fa questo ragionamento su Ebrei 3:4: “Immagina di camminare in una fitta foresta. Sembra non esserci nessuna traccia che indichi la presenza o il passaggio di esseri umani. Poi guardi a terra e trovi uno stuzzicadenti. A quale conclusione giungi? Quasi tutti direbbero che sicuramente qualcuno è passato da lì. Se un piccolo e insignificante stuzzicadenti può provare l’esistenza di un essere intelligente, a maggior ragione può farlo l’universo e tutto quello che comprende!”

Se qualcuno dice: “Ma se tutto è stato creato, chi ha creato il Creatore?”

Potresti rispondere: “Il fatto che non comprendiamo tutto sul Creatore non significa che non esiste. Ad esempio, potresti non conoscere la storia della persona che ha progettato il tuo cellulare, ma credi comunque che sia stato progettato da qualcuno, vero? [Lascia rispondere.] Ci sono tantissime cose che si possono sapere sul Creatore. Se l’argomento ti incuriosisce, possiamo parlare volentieri di cosa ho imparato riguardo a lui”.

 Tieniti pronto

La Bibbia ci incoraggia a essere ‘sempre pronti a fare una difesa davanti a chiunque ci chieda ragione della nostra speranza, ma con mitezza e profondo rispetto’ (1 Pietro 3:15). Quindi, fai attenzione a due aspetti: cosa dici e come lo dici.

  1. Cosa dici. Il tuo amore per Geova è importante e può spingerti a parlare. Spiegare agli altri cosa provi per Dio, però, potrebbe non bastare a convincerli che è stato lui a creare ogni cosa. Potrebbe essere meglio usare esempi presi dalla natura per dimostrare che è logico credere nella creazione.

  2. Come lo dici. Esprimiti con sicurezza ma senza essere sgarbato o arrogante. Le persone tendono a prendere in considerazione il tuo punto di vista se lo esprimi con rispetto e riconosci il loro diritto di trarre le proprie conclusioni.

    “Credo che sia importante non fare i sapientoni né tanto meno essere offensivi. Sarebbe controproducente parlare in tono altezzoso” (Elaine).

 Strumenti per spiegare in cosa credi

Essere preparato per difendere quello in cui credi è come essere preparato per quando cambia il tempo

“Se non siamo preparati”, dice un’adolescente di nome Alicia, “preferiamo stare zitti per evitare situazioni imbarazzanti”. Come sottolinea Alicia, la preparazione è fondamentale per essere efficaci. Jenna dice: “Quando parlo della creazione, mi sento molto più sicura se ho un esempio semplice ma ben pensato da tirare fuori per sostenere il mio ragionamento”.

Dove puoi trovare questo tipo di esempi? Molti giovani hanno avuto ottimi risultati usando i seguenti strumenti:

Troverai sicuramente utile rivedere gli articoli precedenti di questa serie, “Creazione o evoluzione?”

  1. Parte 1: Perché credere in Dio?

  2. Parte 2: Perché mettere in dubbio l’evoluzione?

  3. Parte 3: Perché credere nella creazione?

Suggerimento: Scegli esempi che convincono innanzitutto te. Così ti sarà più facile ricordarli e parlarne con convinzione. Prova a esercitarti su come vorresti spiegare quello in cui credi.