Vai direttamente al contenuto

AIUTO PER LA FAMIGLIA | ESSERE GENITORI

Come dare la giusta guida

 Cosa dovreste sapere

 Oggi in alcune culture i figli hanno un forte legame con i genitori e ricercano la loro guida. In altre culture, invece, spesso i figli cercano la guida dei coetanei.

 In quest’ultimo caso l’autorità dei genitori viene sminuita. In effetti, nel momento in cui i figli diventano adolescenti i genitori potrebbero sentire di aver perso il loro ascendente su di loro. E non c’è da stupirsi. Quando i ragazzi passano così tanto tempo con altri ragazzi, è un po’ come se a crescerli non siano i loro genitori ma i loro coetanei.

 Come mai i ragazzi si legano così facilmente ai loro coetanei e indeboliscono il loro legame con i genitori? Vediamo i seguenti fattori.

  •   Scuola. Quando i ragazzi trascorrono la maggior parte del tempo con altri ragazzi, creano con loro un rapporto e forse iniziano a considerare l’approvazione dei coetanei più importante di quella dei genitori. Questa tendenza può accentuarsi quando un ragazzo diventa adolescente.

    Per i ragazzi dovrebbe essere più importante piacere ai genitori che ai compagni di scuola

  •   Meno tempo insieme. In molte famiglie quando i figli rientrano da scuola ad accoglierli c’è una casa vuota, forse perché il genitore o i genitori lavorano.

  •   Il mondo degli adolescenti. Quando entrano nell’adolescenza, i ragazzi si immergono in un mondo tutto loro fatto di regole a cui conformarsi in campi come abbigliamento, linguaggio e comportamento. Per un adolescente, l’opinione dei coetanei spesso conta di più dell’opinione dei genitori.

  •   Marketing. Le aziende hanno spesso come target esclusivo i giovani e a loro vengono destinati molti prodotti e buona parte degli articoli legati all’intrattenimento. Questo non fa che allargare il gap generazionale. “Se il mondo degli adolescenti sparisse”, scrive il dott. Robert Epstein, “molte di queste aziende plurimiliardarie crollerebbero all’istante” (Teen 2.0: Saving Our Children and Families From the Torment of Adolescence).

 Cosa potete fare

  •   Mantenete un forte legame con i vostri figli.

     La Bibbia dice: “Queste parole che oggi ti comando devono essere nel tuo cuore, e le devi inculcare ai tuoi figli e parlarne quando siedi in casa tua, quando cammini per strada, quando vai a dormire e quando ti alzi” (Deuteronomio 6:6, 7).

     I coetanei possono essere degli amici, ma non dovrebbero mai prendere il vostro posto di genitori. La cosa positiva è che secondo gli esperti, la maggioranza dei bambini e degli adolescenti rispetta i genitori e desidera farli felici. Se mantenete un rapporto stretto con i vostri figli, inciderete sulla loro vita più di quanto possano fare i loro coetanei.

     “Bisogna passare del tempo con i figli, fare insieme attività quotidiane come cucinare, pulire e anche i compiti. Divertitevi insieme: giocate, guardate un film o la TV. Non pensate che basti il ‘tempo di qualità’, un paio d’ore ogni tanto. La qualità non compensa la mancanza di quantità!” (Lorraine)

  •   Accertatevi che non abbiano solo amicizie della loro età.

     La Bibbia dice: “La stoltezza è legata al cuore del ragazzo” (Proverbi 22:15).

     Alcuni genitori sono contenti che i loro figli abbiano tante amicizie. Tenete presente, però, che avere amici della stessa età può aiutare un ragazzo ad andare d’accordo con gli altri, ma non gli permette di variare le proprie amicizie. Inoltre, a differenza di un bravo genitore un coetaneo non può fornire la guida necessaria né essere un buon punto di riferimento.

     “Forse i ragazzi se la cavano bene in certe cose, ma non conoscono la vita, e non hanno l’esperienza e la saggezza per aiutare i coetanei a prendere le decisioni migliori. Quando i giovani si rivolgono ai genitori, possono crescere e maturare in modo adatto alla loro età” (Nadia).

  •   Fornite la giusta guida.

     La Bibbia dice: “Chi cammina con i saggi diventerà saggio” (Proverbi 13:20).

     Anche mentre diventano adulti, ai vostri figli può fare molto bene passare del tempo con voi. Siate un punto di riferimento per loro.

     “Per i ragazzi i migliori modelli a cui ispirarsi sono i genitori. Quando ai figli si insegna ad amare e rispettare i genitori, poi da grandi vorranno diventare come loro” (Katherine).