La risposta della Bibbia

Parlando del suo resoconto della vita di Gesù, l’evangelista Luca disse di aver “seguito con accuratezza ogni cosa dall’inizio” (Luca 1:3).

Stando ad alcuni, i racconti della vita di Gesù contenuti nei Vangeli (scritti dai suoi contemporanei Matteo, Marco, Luca e Giovanni) sarebbero stati alterati nel IV secolo.

Ma agli inizi del XX secolo fu rinvenuto in Egitto un prezioso frammento del Vangelo di Giovanni. È oggi noto col nome di papiro Rylands 457 (P52) ed è conservato nella John Rylands Library di Manchester, in Inghilterra. Contiene il brano che nelle Bibbie moderne corrisponde a Giovanni 18:31-33, 37, 38.

Si tratta del più antico frammento delle Scritture Greche Cristiane di cui si ha notizia. Secondo molti studiosi fu scritto verso il 125, appena un quarto di secolo o giù di lì dopo la stesura dell’originale. Il testo del frammento concorda quasi perfettamente con il testo di manoscritti posteriori.