Vai direttamente al contenuto

Dio ha creato le varie forme di vita per mezzo dell’evoluzione?

La risposta della Bibbia

No. La Bibbia dice chiaramente che Dio ha creato gli esseri umani e anche diverse “specie” di animali e piante (Genesi 1:12, 21, 25, 27; Rivelazione [Apocalisse] 4:11). * Dice anche che l’intera umanità discende da Adamo ed Eva, i nostri progenitori (Genesi 3:20; 4:1). La Bibbia non sostiene la cosiddetta evoluzione teistica, cioè la teoria secondo cui Dio avrebbe fatto in modo che le diverse forme di vita venissero all’esistenza per evoluzione. D’altro canto, niente di quello che afferma la Bibbia è in contrasto con quanto osservato dalla scienza in merito alle variazioni che avvengono all’interno di una stessa specie. *

 Dio si è servito dell’evoluzione?

L’evoluzionismo teista include idee molto diverse tra loro. Secondo l’Encyclopædia Britannica questa corrente di pensiero sostiene che “la selezione naturale sia uno dei meccanismi con cui Dio dirige il mondo naturale”.

Nell’evoluzionismo teista possono rientrare anche queste idee:

  • Tutti gli esseri viventi discendono da antenati comuni.

  • Una specie può evolversi in una specie completamente diversa, teoria che viene anche definita macroevoluzione.

  • Dio è in qualche modo la causa ultima di questi processi.

 La teoria dell’evoluzione è compatibile con la Bibbia?

L’evoluzionismo teista presuppone che il racconto della Genesi sulla creazione non sia del tutto accurato. Gesù però riprese quel racconto presentandolo come un fatto storico (Genesi 1:26, 27; 2:18-24; Matteo 19:4-6). La Bibbia dice che prima di venire sulla terra Gesù aveva vissuto in cielo con Dio e aveva collaborato con lui nel portare all’esistenza “tutte le cose” (Giovanni 1:3). L’idea che Dio abbia creato le varie forme di vita per mezzo dell’evoluzione è quindi incompatibile con quanto insegna la Bibbia.

 Che dire della capacità di piante e animali di adattarsi all’ambiente?

La Bibbia non spiega quante variazioni possano verificarsi in una specie, né contraddice il fatto che diverse specie di animali e piante create da Dio possano subire variazioni man mano che si riproducono o si adattano a un nuovo ambiente. Anche se questi adattamenti vengono visti da alcuni come una forma di evoluzione, non si può affermare che producano nuove specie.

^ par. 3 Il termine che nella Bibbia è tradotto “specie” ha un significato più ampio rispetto al termine scientifico usato oggi. Spesso ciò che gli scienziati definiscono evoluzione di una specie costituisce semplicemente una variazione all’interno di ciò che in Genesi si intende per “specie”.

^ par. 3 A volte questo insieme di variazioni viene definito microevoluzione.