Vai direttamente al contenuto

Perché ci sono così tante denominazioni cristiane?

La risposta della Bibbia

Partendo dagli insegnamenti di Gesù Cristo, le persone hanno dato vita a una grande varietà di denominazioni “cristiane”. La Bibbia però indica che il vero cristianesimo è uno. Esaminiamo tre ragioni che consentono di giungere a questa conclusione.

  1. Gesù disse che insegnava la “verità”, e i primi cristiani parlavano della loro religione come della “verità” (Giovanni 8:32; 2 Pietro 2:2; 2 Giovanni 4; 3 Giovanni 3). Queste parole mostrano che chi promuove dottrine in conflitto con gli insegnamenti di Gesù non pratica il vero cristianesimo.

  2. La Bibbia insegna che i cristiani dovrebbero “parlare tutti concordemente” (1 Corinti 1:10). Tuttavia molte denominazioni cristiane sono in disaccordo persino su insegnamenti basilari quali, ad esempio, cosa significhi essere cristiani. Tali denominazioni non possono essere tutte nel giusto (1 Pietro 2:21).

  3. Gesù profetizzò che molti avrebbero dichiarato di essere cristiani ma non avrebbero ubbidito ai suoi comandi, e per questo sarebbero stati rigettati (Matteo 7:21-23; Luca 6:46). Alcuni sarebbero stati sviati da leader religiosi che corrompono la vera adorazione per tornaconto personale (Matteo 7:15). Altri invece avrebbero preferito questo pseudocristianesimo, perché dice loro ciò che vogliono sentirsi dire anziché la verità contenuta nella Bibbia (2 Timoteo 4:3, 4).

Nella sua parabola del grano e delle zizzanie Gesù predisse una grande ribellione (apostasia) contro il vero cristianesimo (Matteo 13:24-30, 36-43). Per un lungo periodo di tempo i veri cristiani e quelli falsi sarebbero stati indistinguibili. Come predetto da Gesù, l’apostasia fiorì dopo la morte degli apostoli (Atti 20:29, 30). Anche se gli insegnamenti apostati possono essere diversi, tutte queste forme di falso cristianesimo “hanno deviato dalla verità” (2 Timoteo 2:18).

Gesù predisse anche che la distinzione tra il cristianesimo vero e quello falso alla fine sarebbe diventata evidente. Questo è ciò che è accaduto nel nostro tempo, durante “il termine di un sistema di cose” (Matteo 13:30, 39).