La risposta della Bibbia

La Bibbia non parla direttamente di pornografia, cibersesso o simili. Tuttavia dice molto chiaramente cosa pensa Dio delle azioni che incoraggiano il sesso al di fuori del matrimonio o che promuovono un’idea distorta del sesso. Notate i seguenti versetti della Bibbia.

  • “Fate morire perciò le membra del vostro corpo che sono sulla terra rispetto a fornicazione, impurità, appetito sessuale” (Colossesi 3:5). Invece di far morire i desideri errati, guardare materiale pornografico li alimenta. Rende impuri, o sporchi, agli occhi di Dio.

  • “Chiunque continua a guardare una donna in modo da provare passione per lei ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore” (Matteo 5:28). Guardare immagini di pratiche sessuali immorali scatena pensieri sbagliati che portano a compiere azioni sbagliate.

  • “La fornicazione e l’impurità di ogni sorta o l’avidità non siano neppure menzionate fra voi” (Efesini 5:3). Le attività sessuali immorali non dovrebbero neppure essere menzionate per il solo gusto di farlo. Tanto meno si dovrebbe guardare o leggere materiale su tale argomento.

  • “Le opere della carne sono manifeste, e sono fornicazione, impurità [...] e simili. Circa queste cose vi preavverto, come già vi preavvertii, che quelli che praticano tali cose non erediteranno il regno di Dio” (Galati 5:19-21). Dio considera impuri, cioè moralmente sporchi, coloro che si divertono con la pornografia, il cibersesso, il sesso al telefono e il sexting. Se ‘praticassimo’ queste cose, cioè se diventassero per noi un’abitudine, potremmo perdere del tutto l’approvazione di Dio.