Vai direttamente al contenuto

Che significato ha il numero 666?

La risposta della Bibbia

Secondo l’ultimo libro della Bibbia, 666 è il numero, o nome, della bestia feroce con sette teste e dieci corna che sale dal mare (Rivelazione [Apocalisse] 13:1, 17, 18). Questa bestia simboleggia il sistema politico mondiale che domina “su ogni tribù, popolo, lingua e nazione” (Rivelazione 13:7). Il nome 666 indica che il sistema politico è un totale fallimento agli occhi di Dio. Perché?

Più che una etichetta. I nomi dati da Dio hanno un significato. Ad esempio, Dio diede ad Abramo, che significa “padre alto (esaltato)”, il nome Abraamo, che significa “padre di una folla (moltitudine)”, quando gli promise che lo avrebbe reso “padre di molte nazioni” (Genesi 17:5, note in calce). Similmente Dio ha dato il nome 666 alla bestia per indicarne le caratteristiche peculiari.

Il numero sei implica il concetto di imperfezione. Nella Bibbia spesso i numeri hanno un significato simbolico. Il sette in genere è simbolo di completezza o perfezione. Il sei, essendo di un’unità inferiore al sette, può indicare qualcosa di incompleto o difettoso agli occhi di Dio e può essere messo in relazione con i nemici di Dio (1 Cronache 20:6; Daniele 3:1).

Il numero sei ripetuto tre volte per dare enfasi. Per dare risalto a un fatto, la Bibbia a volte utilizza una triplice ripetizione (Rivelazione 4:8; 8:13). Il nome 666 perciò sottolinea vigorosamente che Dio considera i sistemi politici umani come un colossale fallimento. Tali sistemi non hanno potuto portare pace e sicurezza durature, un obiettivo che solo il Regno di Dio potrà conseguire.

Il marchio della bestia

La Bibbia dice che le persone ricevono “il marchio della bestia feroce” perché la seguono con “ammirazione”, arrivando al punto di adorarla (Rivelazione 13:3, 4; 16:2). Fanno questo onorando con devozione il proprio paese con i suoi simboli e la sua potenza militare. Come afferma un’opera di consultazione: “Il nazionalismo è divenuto una forma di religione prevalente nel mondo moderno” (The Encyclopedia of Religion, a cura di Mircea Eliade). *

Come viene apposto il marchio della bestia sulla mano destra o sulla fronte di qualcuno? (Rivelazione 13:16). A proposito delle leggi che diede alla nazione di Israele, Dio disse: “Dovete [...] legarvele sulla mano per ricordarle, e devono essere come una fascia sulla vostra fronte” (Deuteronomio 11:18). Questo non significava che gli israeliti dovessero scrivere letteralmente le parole di Dio sulla mano e sulla fronte, ma che tali parole avrebbero dovuto guidare tutti i loro pensieri e le loro azioni. Allo stesso modo, il marchio della bestia non è letterale, come per esempio un tatuaggio con il numero 666, ma identifica coloro che permettono al sistema politico di dominare la loro vita. Quelli che hanno il marchio della bestia si schierano contro Dio (Rivelazione 14:9, 10; 19:19-21).

^ par. 5 Vedi anche Nationalism in a Global Era, p. 134; Nationalism and the Mind: Essays on Modern Culture, p. 94.