La risposta della Bibbia

La Bibbia stessa ci spiega cosa ci vuole per capirla. Qualunque sia il tuo retaggio culturale, il messaggio di Dio contenuto nella Bibbia “non è troppo difficile per te, né è lontano” (Deuteronomio 30:11).

Per capire la Bibbia è necessario . . .

  1. Avere l’atteggiamento giusto. Accetta la Bibbia quale Parola di Dio. Sii umile, visto che Dio si oppone ai superbi (1 Tessalonicesi 2:13; Giacomo 4:6). Non nutrire, però, una fede cieca: Dio vuole che usi la tua “facoltà di ragionare” (Romani 12:1, 2).

  2. Pregare per avere sapienza. Non ti appoggiare al tuo proprio intendimento”, dice la Bibbia in Proverbi 3:5. Piuttosto ‘continua a chiedere a Dio’ la sapienza necessaria per capire la Bibbia (Giacomo 1:5).

  3. Studiare con regolarità. Lo studio della Bibbia sarà molto più proficuo se lo farai con regolarità anziché una volta ogni tanto (Giosuè 1:8).

  4. Studiare per argomenti. Lo studio per argomenti è un sistema efficace per conoscere la Bibbia perché ti permette di analizzarla soggetto per soggetto. Comincia con “gli insegnamenti più semplici”, per così dire, e poi passa “a un insegnamento più profondo” (Ebrei 6:1, 2, Parola del Signore). Confrontando i versetti fra loro noterai che varie parti della Bibbia si spiegano a vicenda, anche quelle “difficili a capirsi” (2 Pietro 3:16).

  5. Farsi aiutare da qualcuno. La Bibbia ci incoraggia ad accettare l’aiuto di chi la capisce (Atti 8:30, 31). I testimoni di Geova invitano ad avvalersi di un corso biblico gratuito. Come i primi cristiani, si servono dei versetti biblici per aiutare altri a capire cosa insegna veramente la Parola di Dio (Atti 17:2, 3).

Invece non è necessario . . .

  1. Avere intelligenza e cultura elevate. I dodici apostoli di Gesù comprendevano le Scritture e le insegnavano ad altri, anche se alcuni li consideravano “illetterati e comuni” (Atti 4:13).

  2. Avere denaro. Puoi imparare ciò che insegna la Bibbia senza spendere nulla. Gesù disse ai suoi discepoli: “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Matteo 10:8).