Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia vieta il piacere sessuale?

La risposta della Bibbia

La Bibbia non vieta il piacere sessuale, anzi, mostra che si tratta di un dono che Dio fa alle persone sposate. Egli creò gli esseri umani “maschio e femmina” e definì quello che aveva fatto “molto buono” (Genesi 1:27, 31). Quando unì il primo uomo e la prima donna in matrimonio disse: “Dovranno divenire una sola carne” (Genesi 2:24). Con queste parole si riferiva sia al piacere dell’intimità sessuale che al forte legame emotivo che si sarebbe instaurato.

La Bibbia descrive così il piacere che i mariti traggono dal matrimonio: “Rallegrati con la moglie della tua giovinezza [...] Le sue proprie mammelle ti inebrino in ogni tempo. Sii di continuo in estasi per il suo amore” (Proverbi 5:18, 19). Dio desidera che anche le mogli traggano piacere dai rapporti sessuali. Infatti la Bibbia dice: “Marito e moglie dovrebbero soddisfare i bisogni sessuali l’uno dell’altra” (1 Corinti 7:3, God’s Word Bible).

Limiti da rispettare

Dio limita i rapporti sessuali all’ambito coniugale, come mostra Ebrei 13:4: “Il matrimonio sia onorevole fra tutti, e il letto matrimoniale sia senza contaminazione, poiché Dio giudicherà i fornicatori e gli adulteri”. Chi è sposato dev’essere fedele al proprio coniuge e mantenere l’impegno preso. Inoltre deve riconoscere che il massimo piacere non deriva dal soddisfare egoisticamente se stesso, ma dal seguire questo principio biblico: “C’è più felicità nel dare che nel ricevere” (Atti 20:35).