Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

Ostetricia

Recupero del sangue

Red blood cell salvage during obstetric hemorrhage.

Milne ME, Yazer MH, Waters JH.

Fonte‎: Obstet Gynecol 2015;125(4):919-23.

Indicizzato‎: PubMed 25751212

DOI‎: 10.1097/AOG.0000000000000729

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25751212

Blood cell salvage during cesarean delivery.

Sullivan JV, Crouch ME, Stocken G, Lindow SW.

Fonte‎: Int J Gynaecol Obstet 2011;115(2):161-3.

Indicizzato‎: PubMed 21872856

DOI‎: 10.1016/j.ijgo.2011.06.009

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21872856

The introduction of intra-operative cell salvage in obstetric clinical practice: a review of the available evidence.

Liumbruno GM, Meschini A, Liumbruno C, Rafanelli D.

Fonte‎: Eur J Obstet Gynecol Reprod Biol 2011;159(1):19-25.

Indicizzato‎: PubMed 21742428

DOI‎: 10.1016/j.ejogrb.2011.06.011

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21742428

Intraoperative cell salvaged blood as part of a blood conservation strategy in Caesarean section: is fetal red cell contamination important?

Ralph CJ, Sullivan I, Faulds J.

Fonte‎: Br J Anaesth 2011;107(3)404-8.

Indicizzato‎: PubMed 21676894

DOI‎: 10.1093/bja/aer168

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21676894

Contamination of salvaged maternal blood by amniotic fluid and fetal red cells during elective Caesarean section.

Sullivan I, Faulds J, Ralph C.

Fonte‎: Br J Anaesth 2008;101(2):225-9.

Indicizzato‎: PubMed 18515817

DOI‎: 10.1093/bja/aen135

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18515817

Cell salvage in obstetrics.

Allam J, Cox M, Yentis SM.

Fonte‎: Int J Obstet Anesth 2008;17(1):37-45.

Indicizzato‎: PubMed 18162201

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18162201


La sezione medica del sito jw.org contiene informazioni rivolte principalmente a medici e ad altri professionisti della salute. Non offre né consigli di natura medica né raccomandazioni relative a trattamenti da seguire, e non sostituisce in alcun modo l’assistenza del medico. La letteratura medica citata non è stata pubblicata dai Testimoni di Geova ma indica alcune possibili strategie alternative alle emotrasfusioni. È responsabilità di ogni medico mantenersi aggiornato, discutere le opzioni di cura e assistere il paziente nel rispetto dei suoi valori, volontà, convinzioni e condizioni mediche. Non tutte le strategie elencate sono adatte a ogni paziente e non necessariamente tutti i pazienti le accettano.

Nota per i pazienti: rivolgetevi sempre al vostro medico o a un altro professionista della salute per ricevere un parere in merito alle vostre condizioni mediche o alle cure disponibili. Se ritenete di essere malati, consultate un medico.

Le condizioni d’uso di questo sito Web ne disciplinano l’utilizzo.