Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Geova ci permette di scegliere

Geova ci permette di scegliere

 Accostiamoci a Dio

Geova ci permette di scegliere

Deuteronomio 30:11-20

“SPESSO ho dovuto lottare con la paura irrazionale di non riuscire a restare fedele a Geova”. Sono le parole di una donna cristiana che, a motivo delle brutte esperienze avute da bambina, pensava di essere condannata al fallimento. Le cose stanno così? Siamo veramente vittime inermi delle circostanze? No. Geova Dio ci ha fatto dono del libero arbitrio; pertanto siamo liberi di scegliere cosa fare della nostra vita. Geova desidera che compiamo le scelte giuste, e nella sua Parola, la Bibbia, ci dice come fare. Prendiamo in esame le parole di Mosè riportate nel capitolo 30 di Deuteronomio.

È difficile sapere cosa Dio richiede da noi e quindi agire di conseguenza? * Mosè disse: “Questo comandamento che oggi ti comando non è troppo difficile per te, né è lontano”. (Versetto 11) Geova non pretende l’impossibile. Ciò che egli richiede è ragionevole e alla nostra portata. E in più non è difficile scoprire cosa si aspetta da noi. Per saperlo non dobbiamo ascendere “nei cieli” né dobbiamo arrivare “al di là del mare”. (Versetti 12 e 13) La Bibbia ci dice chiaramente come dovremmo vivere. — Michea 6:8.

Geova, però, non ci costringe a ubbidirgli. Mosè proseguì: “Realmente oggi pongo davanti a te la vita e il bene, e la morte e il male”. (Versetto 15) Siamo liberi di scegliere fra la vita e la morte, fra il bene e il male. Possiamo decidere di adorare Dio e ubbidirgli, godendo delle benedizioni che ne derivano, oppure di disubbidirgli e pagarne le conseguenze. In ogni caso sta a noi decidere. — Versetti 16-18; Galati 6:7, 8.

A Geova importa che tipo di condotta decidiamo di tenere? Certamente! Egli ispirò Mosè a dire: “Scegli dunque la vita”. (Versetto 19, CEI) Ma come si fa a scegliere la vita? Mosè spiegò: “Amando Geova tuo Dio, ascoltando la sua voce e tenendoti stretto a lui”. (Versetto 20) Se impareremo ad amare Geova proveremo il desiderio di ascoltarlo, cioè ubbidirgli, e di tenerci lealmente stretti a lui qualunque cosa accada. Seguendo questa condotta sceglieremo la vita: il miglior modo di vivere ora e la possibilità di vivere per sempre nel nuovo mondo di Dio in futuro. — 2 Pietro 3:11-13; 1 Giovanni 5:3.

Le parole di Mosè contengono una verità rassicurante. Per quanto possiate aver sofferto in questo mondo malvagio, non siete vittime inermi e non siete nemmeno condannati al fallimento. Geova vi ha conferito dignità donandovi il libero arbitrio. Potete decidere di amarlo, di dargli ascolto e di rimanergli leali. Se farete questa scelta, Geova benedirà i vostri sforzi.

Questa verità, vale a dire che siamo liberi di fare la scelta di amare e servire Geova, ha dato conforto alla donna menzionata all’inizio dell’articolo: “Amo Geova”, dice. “A volte dimentico che la cosa più importante è il fatto che amo Geova. Perciò posso essergli fedele”. Con l’aiuto di Geova, potete riuscirci anche voi.

[Nota in calce]

^ par. 2 Vedi l’articolo “Accostiamoci a Dio: Che cosa ci chiede Geova?”, nella Torre di Guardia del 1° ottobre 2009.