Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

La Bibbia ha cambiato la loro vita

La Bibbia ha cambiato la loro vita

 La Bibbia ha cambiato la loro vita

Come ha fatto un uomo che fumava marijuana e tabacco sin da ragazzo a trovare la forza di smettere? Cosa ha permesso a un uomo violento che faceva parte di una banda di teppisti di tenere a freno l’ira e superare l’odio razziale? Esaminiamo ciò che hanno da dire.

PROFILO

NOME: HEINRICH MAAR

ETÀ: 38

PAESE DI ORIGINE: KAZAKISTAN

TRASCORSI: FUMAVA MARIJUANA E TABACCO

IL MIO PASSATO: Sono nato nel Kazakistan meridionale, a circa 120 chilometri dalla città di Taškent. D’estate il clima era secco e caldo e la temperatura raggiungeva i 45°C, mentre d’inverno scendeva anche a 10°C sotto zero: condizioni ideali per coltivare sia l’uva che la marijuana.

I miei genitori erano di origine tedesca. Erano cristiani evangelici ma non erano praticanti. Comunque mi insegnarono a recitare a memoria il “Padrenostro”. Quando avevo 14 anni, mia madre e mia sorella maggiore studiarono per un po’ la Bibbia con i testimoni di Geova. Una volta sentii casualmente le due Testimoni che studiavano con mia madre dirle che Dio si chiama Geova. Le mostrarono questo nome nella sua vecchia Bibbia. Ne fui colpito. La mamma smise di studiare e il mio interesse per le cose spirituali si raffreddò. Ciò nonostante, non passò molto che a scuola l’insegnante ci disse ogni sorta di falsità che aveva sentito sulla cosiddetta setta dei testimoni di Geova. Dato che avevo assistito ad alcune adunanze dei testimoni di Geova insieme a mia sorella, dissi all’insegnante che quelle cose non erano vere.

Quando compii 15 anni mi mandarono a imparare un mestiere a Leningrado, ora San Pietroburgo, in Russia. Parlavo con i compagni di stanza di quel poco che sapevo in merito a Geova. Comunque iniziai a fumare. Quando andavo a trovare la famiglia nel Kazakistan non avevo difficoltà a procurarmi la marijuana, anche se comprarla era un reato. Bevevo anche molta vodka e vino fatto in casa.

Terminata la scuola professionale mi arruolai nell’esercito sovietico e vi prestai  servizio per due anni. Ma non avevo dimenticato alcune delle cose apprese anni prima dalla Bibbia. Quando se ne presentava l’opportunità, parlavo di Geova ai miei commilitoni e difendevo i Testimoni se venivano dette menzogne sul loro conto.

Una volta lasciato l’esercito mi trasferii in Germania. Mentre mi trovavo in un centro di accoglienza ricevetti una copia di un manuale per lo studio della Bibbia prodotto dai Testimoni. Lo lessi con grande entusiasmo e mi convinsi che quanto diceva era la verità. Tuttavia non riuscivo a liberarmi dal vizio di fumare tabacco e marijuana. Dopo qualche tempo mi trasferii nei pressi di Karlsruhe, dove incontrai un testimone di Geova che iniziò a studiare la Bibbia con me.

LA BIBBIA HA CAMBIATO LA MIA VITA: Già da tempo pensavo che la Bibbia fosse la Parola di Dio, ma dopo aver letto quel manuale mi convinsi che la Bibbia risponde a tutti gli interrogativi della vita. Eppure mi ci volle un bel po’ per cambiare le mie abitudini. Alla fine presi sul serio il consiglio biblico di 2 Corinti 7:1 e decisi di purificarmi da “ogni contaminazione di carne e di spirito”, il che significò smettere di fumare marijuana e tabacco.

Riuscii a smettere di fumare marijuana quasi subito. Mi ci vollero però sei lunghi mesi per togliermi il vizio del tabacco. Un giorno il Testimone che studiava la Bibbia con me mi chiese quale fosse lo scopo della mia vita. Questo mi fece pensare alla mia dipendenza dal tabacco. Avevo provato diverse volte a smettere di fumare. Ma ora ero deciso a pregare prima di accendere una sigaretta anziché chiedere perdono a Dio dopo averla fumata. Nel 1993 fissai il giorno in cui avrei smesso. Con l’aiuto di Geova da allora non ho più toccato una sigaretta.

I BENEFÌCI: Ora che non ho più il costoso e nocivo vizio di fumare marijuana e tabacco la mia salute è migliorata. Ho il privilegio di servire come volontario presso la filiale dei testimoni di Geova della Germania. Sono molto felice di aver imparato ad applicare i consigli della Bibbia. Sapere ciò che la Bibbia insegna ha dato un vero scopo alla mia vita.

PROFILO

NOME: TITUS SHANGADI

ETÀ: 43

PAESE DI ORIGINE: NAMIBIA

TRASCORSI: MEMBRO DI UNA BANDA DI TEPPISTI

IL MIO PASSATO: Sono cresciuto in un villaggio della Namibia settentrionale, nella regione dell’Ohangwena. Durante la guerra che negli anni ’80 si combatté nella zona, molti abitanti del mio villaggio vennero percossi e uccisi. Nel luogo in cui sono cresciuto un ragazzo veniva considerato un uomo solo se sapeva combattere e malmenare altri ragazzi. Perciò imparai a combattere.

 Terminate le scuole andai a vivere con mio zio a Swakopmund, una cittadina situata sulla costa. Poco dopo mi unii a una banda di giovani teppisti. Andavamo nei luoghi in cui i neri non erano graditi, per esempio alberghi e bar, con il preciso intento di attaccare briga. A volte ci scontravamo con vigilanti e poliziotti. Ogni sera mi armavo di un panga, un lungo e affilato coltello, ed ero pronto a usarlo contro chiunque mi infastidisse.

Una sera, durante uno scontro con un’altra banda, poco mancò che fossi ucciso. Uno della banda rivale mi attaccò alle spalle e mi avrebbe tagliato la testa se non fosse stato per un mio compagno che lo colpì facendogli perdere i sensi. Pur avendo visto la morte da vicino, continuai a condurre una vita violenta. Quando litigavo con qualcuno, uomo o donna che fosse, ero sempre io a sferrare il primo colpo.

LA BIBBIA HA CAMBIATO LA MIA VITA: Ebbi il primo contatto con i testimoni di Geova quando parlai con una donna che mi lesse alcuni versetti del Salmo 37 e aggiunse che il libro biblico di Rivelazione, o Apocalisse, contiene altre meravigliose promesse per il futuro. Ma poiché non mi disse in quale punto del libro erano riportate, mi procurai una Bibbia e quella stessa notte lessi l’intero libro di Rivelazione. Mi piacque molto la promessa riportata in Rivelazione 21:3, 4: “La morte non ci sarà più, né ci sarà più cordoglio né grido né dolore”. Quando le Testimoni tornarono, accettai di studiare la Bibbia.

Mi è stato molto difficile cambiare modo di pensare e di agire. Ma avevo appreso da Atti 10:34, 35 che “Dio non è parziale, ma in ogni nazione l’uomo che lo teme e opera giustizia gli è accetto”. Ce l’ho anche messa tutta per seguire il consiglio di Romani 12:18: “Se possibile, per quanto dipende da voi, siate pacifici con tutti gli uomini”.

Oltre a dover imparare a controllare l’ira, ho dovuto anche vincere il vizio inveterato del fumo. Spesso, con le lacrime agli occhi, pregavo Geova di aiutarmi. Ma all’inizio ovviamente facevo le cose nel modo sbagliato. Per esempio pregavo solo dopo aver fumato quella che doveva essere la mia “ultima” sigaretta. La Testimone che studiava la Bibbia con me mi aiutò a capire l’importanza di pregare prima di accendere una sigaretta. Dovevo anche evitare di stare insieme ad altri fumatori. Seguii inoltre il consiglio di dire ai colleghi di lavoro quanto sia dannoso fumare. Questo fu di vero aiuto perché non avrei più avuto sigarette gratis: i miei colleghi non me le avrebbero più offerte.

Infine riuscii a smettere di fumare e ad abbandonare il mio precedente modo di vivere. Sei mesi dopo che avevo iniziato a conoscere e a seguire i princìpi biblici fui idoneo per battezzarmi come testimone di Geova.

I BENEFÌCI: Mi convinsi che i testimoni di Geova praticano la vera religione quando vidi come si amavano, a prescindere da razza o colore della pelle. Prima ancora di battezzarmi come Testimone, un componente della congregazione, un bianco, mi invitò a casa sua per un pasto. Mi sembrava di sognare. Non mi era mai successo di sedermi pacificamente con un bianco, tanto meno mangiare a casa sua. Ero entrato a far parte di una vera fratellanza internazionale!

In passato le forze dell’ordine avevano tentato di obbligarmi a cambiare modo di pensare e di agire, ma senza riuscirci. Solo la Bibbia ha avuto il potere di aiutarmi a cambiare personalità e a essere felice.

[Testo in evidenza a pagina 29]

“Spesso, con le lacrime agli occhi, pregavo Geova di aiutarmi”