Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

“Com’è buona una parola al tempo giusto!”

“Com’è buona una parola al tempo giusto!”

 “Com’è buona una parola al tempo giusto!”

DURANTE un’assemblea dei testimoni di Geova Kim ce la mise tutta per ascoltare e prendere appunti mentre cercava di far stare buona e tranquilla la sua bambina di due anni e mezzo. Al termine del programma una sorella cristiana seduta nella stessa fila si rivolse a Kim e la lodò sinceramente per il modo in cui lei e il marito si erano presi cura della figlia durante il programma. Quella lode significò così tanto per Kim che, anche se sono passati degli anni, dice: “Quando sono alle adunanze e mi sento particolarmente stanca ripenso a ciò che disse quella sorella. Le sue parole gentili continuano a incoraggiarmi mentre educo nostra figlia”. Come dimostra questo esempio, le parole dette al momento opportuno possono risollevare il morale. La Bibbia dichiara: “Com’è buona una parola al tempo giusto!” — Proverbi 15:23.

Per alcuni, comunque, può essere difficile rivolgere lodi. A volte, quando si è consapevoli delle proprie carenze è difficile lodare altri. Un cristiano dice: “Nel mio caso è come stare su un terreno cedevole. Più cerco di tirar su gli altri più mi sento sprofondare”. Può essere difficile rivolgere lodi anche a causa di fattori come la timidezza, l’insicurezza o il timore di essere fraintesi. Inoltre, chi da piccolo non ha ricevuto molte lodi, o non ne ha ricevute per niente, può trovare difficile lodare altri.

Comunque sia, sapendo che le lodi hanno un buon effetto sia su chi le rivolge che su chi le riceve potremmo sentirci spinti a fare del nostro meglio per dire una parola di lode al tempo giusto. (Proverbi 3:27) Quali sono dunque gli effetti positivi derivanti dalle lodi? Consideriamone in breve alcuni.

Effetti positivi

Ricevere lodi appropriate può accrescere la fiducia in se stessi. “Quando qualcuno mi loda, mi rendo conto che ha fiducia in me, che crede in me”, dice Elaine, una moglie cristiana. Se qualcuno che non ha fiducia in sé viene lodato forse troverà il coraggio di affrontare gli ostacoli e di conseguenza proverà gioia. Le lodi meritate fanno bene ai giovani in particolare. Una adolescente che ammette di essere pessimista dice: “Cerco sempre di fare del mio meglio per piacere a Geova, ma a volte mi sembra che quello che faccio non vada mai bene. Le lodi mi procurano un’intima soddisfazione”. È proprio come dice il proverbio biblico: “Come mele d’oro in cesellature d’argento è una parola pronunciata al tempo giusto”. — Proverbi 25:11.

Le lodi possono motivare e incoraggiare. Un ministro a tempo pieno dice: “Le lodi mi incoraggiano a fare di più e a migliorare la qualità del mio ministero”. Una donna osserva che quando i suoi due figli vengono lodati da altri componenti della congregazione per i commenti che fanno alle adunanze si sentono spinti a farne di più. Le lodi possono motivare i giovani a fare progresso spirituale. Anzi, tutti noi abbiamo bisogno di sentirci apprezzati e stimati. In questo mondo  stressante ci si può sentire stanchi e depressi. Un anziano cristiano dice: “Certe volte, quando sono scoraggiato, le lodi mi sembrano la risposta alle mie preghiere”. Sullo stesso tono Elaine dice: “A volte sento che Geova mi mostra la sua approvazione per mezzo di quello che dicono altri”.

Le lodi possono far sentire accettati e benvoluti. Le lodi sincere sono indice di premura e danno luogo a un’atmosfera calorosa, dove ci si sente sicuri e apprezzati. Sono la prova che amiamo veramente i nostri conservi cristiani e li stimiamo. Josie, una madre, dice: “Ho dovuto schierarmi dalla parte della verità in una famiglia religiosamente divisa. Le parole di apprezzamento di persone spiritualmente mature mi aiutarono a non arrendermi”. Non dobbiamo dimenticare che siamo “membra appartenenti gli uni agli altri”. — Efesini 4:25.

Il desiderio di lodare altri ci aiuta a vedere i loro lati buoni. Guardiamo i loro pregi, non i loro difetti. Un anziano cristiano di nome David dice: “Se apprezziamo quello che gli altri fanno li loderemo più spesso”. Ricordare quanto Geova e suo Figlio parlano bene degli esseri umani imperfetti ci spingerà a essere altrettanto prodighi di lodi. — Matteo 25:21-23; 1 Corinti 4:5.

Meritano di essere lodati

Non c’è nessuno che meriti di essere lodato più di Geova Dio, visto che è il Creatore. (Rivelazione [Apocalisse] 4:11) È vero che Geova non ha bisogno che lo aiutiamo ad accrescere la fiducia in se stesso o che lo  motiviamo, ma quando lo lodiamo per la sua grandezza e la sua amorevole benignità egli si avvicina a noi e noi stringiamo una relazione con lui. Lodarlo ci aiuta anche ad avere un’opinione ragionevole e modesta di quello che riusciamo a fare e ci spinge ad attribuire a lui i nostri successi. (Geremia 9:23, 24) Geova offre a tutti gli esseri umani che lo meritano la prospettiva della vita eterna, e questo è un ulteriore motivo per lodarlo. (Rivelazione 21:3, 4) Davide, re dell’antichità, era ansioso di ‘lodare il nome di Dio’ e di ‘magnificarlo con rendimento di grazie’. (Salmo 69:30) Sia questo anche il nostro desiderio.

I conservi cristiani meritano lodi appropriate. Quando li lodiamo, agiamo in conformità al comando divino di ‘considerarci a vicenda per incitarci all’amore e alle opere eccellenti’. (Ebrei 10:24) L’apostolo Paolo ci diede un buon esempio a questo riguardo. Alla congregazione di Roma scrisse: “Prima di tutto, rendo grazie al mio Dio per mezzo di Gesù Cristo riguardo a tutti voi, perché della vostra fede si parla in tutto il mondo”. (Romani 1:8) In modo analogo l’apostolo Giovanni ebbe parole di elogio per il conservo cristiano Gaio, che era esemplare nel “camminare nella verità”. — 3 Giovanni 1-4.

Oggi abbiamo un’ottima occasione per dire a un compagno di fede che lo apprezziamo quando manifesta una qualità cristiana in modo esemplare, svolge una parte ben preparata o fa un commento sentito a un’adunanza. Possiamo anche lodare il bambino che ce la mette tutta per trovare le scritture durante le adunanze. Elaine, menzionata prima, osserva: “Abbiamo doti diverse. Notando ciò che fanno gli altri, mostriamo di apprezzare le varie doti dei servitori di Dio”.

 Nella famiglia

Che dire di avere parole di apprezzamento per i nostri familiari? Soddisfare i bisogni spirituali, emotivi e materiali della famiglia costa molto al marito e alla moglie in termini di tempo, energie e attenzioni. Essi meritano senz’altro di sentire parole di lode l’uno dall’altro e dai figli. (Efesini 5:33) Per esempio, la Parola di Dio dice riguardo alla moglie capace: “I suoi figli si sono levati e l’hanno dichiarata felice; il suo proprietario si leva, e la loda”. — Proverbi 31:10, 28.

Anche i figli meritano di essere lodati. Purtroppo, alcuni genitori sono pronti a dire ai figli quello che si aspettano da loro ma di rado li lodano per gli sforzi che fanno per essere rispettosi e ubbidienti. (Luca 3:22) Se un figlio viene lodato sin dalla più tenera età, probabilmente si sentirà desiderato e più sicuro.

Ammettiamo pure che lodare gli altri costa qualcosa, ma ne vale senz’altro la pena. Infatti, più saremo pronti a lodare chi lo merita, più saremo felici. — Atti 20:35.

Accettate e rivolgete lodi con il giusto spirito

Per qualcuno, però, le lodi possono rappresentare una prova. (Proverbi 27:21) Potrebbero ad esempio far nascere sentimenti di superiorità in chi ha la tendenza a essere orgoglioso. (Proverbi 16:18) Pertanto bisogna stare attenti. Con grande senso pratico l’apostolo Paolo diede questa esortazione: “Dico a ognuno che è fra voi di non pensare di sé più di quanto sia necessario pensare; ma di pensare in modo da avere una mente sana, ciascuno secondo la misura di fede che Dio gli ha distribuito”. (Romani 12:3) Per aiutare gli altri a non cadere nella trappola di avere un’opinione troppo alta di sé può essere saggio non soffermarsi su caratteristiche come l’intelligenza o la bellezza. Dovremmo invece lodarli per le loro buone azioni.

Le parole di lode dette e accettate con il giusto spirito possono avere su di noi un effetto positivo. Possono aiutarci a riconoscere che, qualsiasi opera buona abbiamo fatto, il merito è di Geova. Possono anche essere un incoraggiamento a continuare a comportarci bene.

Le lodi sincere e meritate sono un regalo che tutti possiamo permetterci di fare. Per chi le riceve possono significare molto di più di quanto immaginiamo.

[Riquadro/Immagine a pagina 18]

Una lettera che le toccò il cuore

Un sorvegliante viaggiante ricorda bene l’occasione in cui, dopo una gelida giornata invernale dedicata al ministero, lui e la moglie tornarono all’alloggio: “Mia moglie era infreddolita e scoraggiata e mi disse che non ce la faceva più. ‘Sarebbe molto meglio’, disse, ‘servire a tempo pieno in una congregazione, rimanere nello stesso posto e condurre i nostri studi biblici’. Rimandai qualsiasi decisione e le dissi che avremmo continuato sino alla fine della settimana e avremmo visto come si sarebbe sentita allora. Se fosse stata ancora decisa a smettere avrei rispettato i suoi desideri. Quello stesso giorno andammo alla posta e trovammo una lettera della filiale indirizzata a lei. La lettera la lodava calorosamente per la sua perseveranza e i suoi sforzi nel ministero di campo e riconosceva quanto può essere difficile dormire ogni settimana in un letto diverso. Mia moglie fu così toccata da quelle lodi che non parlò mai più di lasciare il servizio come ministri viaggianti. Anzi, varie volte mi incoraggiò a continuare quando ero io a pensare di smettere”. Questa coppia continuò l’opera di ministri viaggianti per quasi 40 anni.

[Immagine a pagina 17]

Nella vostra congregazione chi merita di essere lodato?

[Immagine a pagina 19]

Per crescere bene, i bambini hanno bisogno di attenzioni e lodi