Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Essere leali reca benefìci

Essere leali reca benefìci

 Essere leali reca benefìci

IN ALCUNI paesi i bambini si divertono a stuzzicare un compagno di giochi attaccandogli alla maglia delle lappole, i piccoli frutti della bardana provvisti di uncini. Qualsiasi cosa il compagno faccia, sia che cammini, corra, si scuota o salti, le lappole restano attaccate. L’unico modo per sbarazzarsene è staccarle a una a una. Per i ragazzini tutto questo è un gran divertimento.

Naturalmente anche se nessuno vorrebbe avere delle lappole sugli abiti, nessuno negherebbe che la loro capacità di restare attaccate è sorprendente. Chi è leale ha una qualità simile. Resta vicino a un altro stabilendo con lui una relazione duratura. Assolve fedelmente i doveri e gli obblighi che quella relazione comporta anche quando le circostanze lo rendono difficile. Il termine “lealtà” richiama alla mente virtù come sincerità e devozione. Tuttavia, anche se forse vi fa piacere che gli altri siano leali con voi, avete la forza di carattere necessaria per essere leali con gli altri? Se sì, a chi dovreste essere leali?

La fedeltà è fondamentale nel matrimonio

Nel matrimonio la lealtà è indispensabile ma spesso, purtroppo, manca. Marito e moglie che sono fedeli ai propri voti matrimoniali, cioè restano insieme e si spendono ciascuno per il bene dell’altro, hanno intrapreso la strada che li porterà alla felicità e alla serenità. Perché? Perché gli esseri umani non sono stati creati solo con il bisogno di essere leali, hanno anche bisogno che gli altri siano leali verso di loro. Quando unì in matrimonio Adamo ed Eva nel giardino di Eden, Dio dichiarò: “L’uomo lascerà suo padre e sua madre e si dovrà tenere stretto a sua moglie”. La stessa cosa valeva per la moglie: doveva tenersi stretta al marito. Marito e moglie dovevano mostrare fedeltà reciproca e collaborare. — Genesi 2:24; Matteo 19:3-9.

Naturalmente questo avveniva migliaia d’anni fa. Significa che la lealtà nel matrimonio sia una cosa ormai superata? La maggioranza risponderebbe di no. Secondo un’indagine condotta da alcuni ricercatori in Germania, per l’80 per cento delle persone la fedeltà nel matrimonio è molto importante. È stato effettuato un altro sondaggio per scoprire quali sono le caratteristiche più desiderabili negli uomini e nelle donne. È stato chiesto a un gruppo di uomini di elencare le cinque qualità che ammiravano di più nelle donne, e a un gruppo di donne di elencare le cinque qualità che ammiravano di più negli uomini. La virtù più apprezzata sia dagli uomini che dalle donne era la fedeltà.

Per riuscire, un matrimonio deve avere un buon fondamento, e la lealtà ne fa parte. Tuttavia, come abbiamo visto nell’articolo precedente, la lealtà è una qualità che tanti apprezzano ma che pochi mostrano. Per  esempio, l’alto tasso di divorzi che si registra in molti paesi costituisce una prova che la slealtà è molto comune. Come può una persona sposata resistere a questa tendenza e restare leale al coniuge?

La lealtà fa durare il matrimonio

I coniugi danno prova di lealtà quando cercano le occasioni per dimostrare ulteriormente che sono devoti l’uno all’altro. Per esempio, di solito è meglio parlare al plurale anziché al singolare dicendo “i nostri amici”, “i nostri figli”, “la nostra casa”, “le nostre esperienze”, ecc. Quando marito e moglie fanno progetti e prendono decisioni, che si tratti della casa, del lavoro, dell’educazione dei figli, dello svago, delle vacanze o delle attività religiose, devono tener conto dei sentimenti e delle opinioni dell’altro. — Proverbi 11:14; 15:22.

Ciascun coniuge mostra lealtà quando fa sì che l’altro si senta necessario e desiderato. Chi è sposato si sente insicuro quando il coniuge dà troppa confidenza a qualcuno dell’altro sesso. La Bibbia consiglia agli uomini di rimanere uniti alla ‘moglie della loro giovinezza’. L’uomo sposato non dovrebbe permettere che il suo cuore desideri le attenzioni lusinghiere di una donna che non è sua moglie. Una cosa è certa: dovrebbe evitare di avere indebiti contatti fisici con un’altra donna. La Bibbia avverte: “Chiunque commette adulterio con una donna manca di cuore; chi lo fa porta la sua propria anima alla rovina”. Ci si aspetta dalla moglie lo stesso elevato grado di fedeltà. — Proverbi 5:18; 6:32.

Vale la pena essere fedeli nel matrimonio? Naturalmente. Il matrimonio diventa più stabile e duraturo ed entrambi i coniugi ne traggono beneficio a livello individuale. Per esempio, quando il marito si preoccupa del benessere della moglie, lei prova un senso di sicurezza che la spinge a dare il meglio di sé. Lo stesso dicasi per il marito. Essendo determinato a essere leale alla moglie si atterrà ai giusti princìpi in tutti i campi della vita.

Durante un periodo difficile, marito e moglie si sentiranno entrambi sicuri se si mostrano lealtà. Se invece la lealtà manca, in caso di problemi è frequente ricorrere alla separazione o al divorzio. Un tale passo, lungi dal risolvere i problemi, spesso ne crea altri. Negli anni ’80 del secolo scorso un noto designer di moda abbandonò moglie e figli. Trovò la felicità da single? Vent’anni più tardi ammise che in seguito alla separazione si era sentito “solo e turbato, e non riusciva a dormire perché desiderava dare la buonanotte alle sue bambine”.

La lealtà nel rapporto tra genitori e figli

Quando i genitori sono leali l’uno all’altro, ci sono buone probabilità che anche i figli  imparino a esserlo. Se nella famiglia ci sono lealtà e amore sarà più facile che da grandi i figli agiscano in modo responsabile verso i rispettivi coniugi e verso i genitori quando questi dovranno affrontare i problemi della vecchiaia. — 1 Timoteo 5:4, 8.

Naturalmente non sono sempre i genitori i primi ad ammalarsi. A volte sono i figli che hanno bisogno di cure costanti. Herbert e Gertrud, entrambi testimoni di Geova, si trovarono in questa situazione per oltre 40 anni. Il figlio Dietmar aveva sofferto per tutta la vita di distrofia muscolare e nel novembre del 2002 morì. Negli ultimi sette anni ebbe bisogno di cure e attenzioni 24 ore su 24. I genitori si presero amorevolmente cura delle sue necessità. Fecero anche installare in casa alcune apparecchiature mediche e impararono a prestargli assistenza. Che eccellente esempio di lealtà alla famiglia!

La lealtà è indispensabile nell’amicizia

“Si può essere felici senza coniuge ma è difficile essere felici senza amici”, osserva Birgit. Forse siete d’accordo. Che siamo sposati o no, la lealtà di un buon amico ci riempie il cuore di gioia e arricchisce la nostra vita. Naturalmente per chi è sposato il miglior amico dovrebbe essere il coniuge.

Un amico non è un semplice conoscente. Forse abbiamo molti conoscenti, tra cui vicini, colleghi e persone che incontriamo occasionalmente. La vera amicizia richiede tempo, energie e impegno emotivo. È un onore essere amico di qualcuno. L’amicizia dà dei vantaggi ma comporta anche delle responsabilità.

Con gli amici bisogna mantenere un buon dialogo. A volte il dialogo può essere dettato dalla necessità. “Io e la mia amica ci telefoniamo una o due volte la settimana quando una di noi ha un problema. È bello sapere che l’altra c’è ed è disposta ad ascoltare”, spiega Birgit. La distanza non è necessariamente un ostacolo. Gerda ed Helga vivono a migliaia di chilometri l’una dall’altra, ma sono buone amiche da oltre 35 anni. “Ci scriviamo regolarmente”, spiega Gerda, “raccontandoci quello che ci succede ed esprimendo i nostri più intimi sentimenti, che si tratti di gioia o di tristezza. Sono sempre felice di ricevere posta da Helga. Siamo sulla stessa lunghezza d’onda”.

La lealtà è indispensabile nell’amicizia. Un’azione sleale può rovinare persino relazioni che durano da anni. È normale che gli amici si consiglino anche su questioni confidenziali. Gli amici si parlano apertamente e non temono di essere sminuiti né che le loro confidenze vengano rivelate. La Bibbia dichiara: “Il vero compagno ama in ogni tempo, ed è un fratello nato per quando c’è angustia”. — Proverbi 17:17.

Dato che gli amici influiscono sul nostro modo di pensare e di agire e sui nostri sentimenti, è importante fare amicizia con persone il cui modo di vivere è compatibile con il nostro. Per esempio, fate amicizia con persone che hanno la vostra stessa fede, le vostre stesse idee in fatto di moralità e le vostre stesse norme in quanto a ciò che è bene e ciò che è male. Questo tipo di amici vi aiuteranno a raggiungere i vostri obiettivi. Inoltre, perché stare a stretto contatto con qualcuno che ha valori e princìpi morali diversi dai vostri? Mostrando quanto sia importante scegliere gli amici giusti, la Bibbia dice: “Chi cammina con le persone sagge diverrà saggio, ma chi tratta con gli stupidi se la passerà male”. — Proverbi 13:20.

Si può imparare a essere leali

Quando un bambino impara ad attaccare lappole agli abiti di qualcuno probabilmente  vorrà ripetere quel gioco all’infinito. Chi è leale si comporta in modo altrettanto tenace. Perché? Perché più si mostra lealtà, più è facile mostrarla. Chi impara presto nella vita a essere leale nell’ambito familiare troverà più facile in seguito coltivare amicizie basate sulla lealtà. A tempo debito, chi ha stretto amicizie forti e durature avrà maggiori probabilità di essere leale nel matrimonio. Sarà leale anche nell’amicizia più importante che ci sia.

Gesù disse che il più grande comandamento è quello di amare Geova Dio con tutto il cuore, l’anima, la mente e la forza. (Marco 12:30) Ciò significa che dobbiamo mostrare a Dio lealtà assoluta. Essendo leali a Geova Dio si hanno ricche ricompense. Egli non ci deluderà mai poiché dice di sé: “Sono leale”. (Geremia 3:12) La lealtà a Dio reca davvero ricompense eterne. — 1 Giovanni 2:17.

[Testo in evidenza a pagina 6]

La lealtà di un buon amico ci riempie il cuore di gioia

[Immagine a pagina 5]

Quando sono leali, i componenti della famiglia si interessano dei bisogni reciproci