Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Non smettete di fare ciò che è eccellente

Non smettete di fare ciò che è eccellente

 Non smettete di fare ciò che è eccellente

“MANTENETE la vostra condotta eccellente fra le nazioni”, esortò l’apostolo Pietro. (1 Pietro 2:12) Con il termine greco tradotto “eccellente” si intende qualcosa di “bello, nobile, onorevole . . . virtuoso”. (Vocabolario della lingua greca, Franco Montanari, 2004) Con i tempi che corrono, può sembrare tutt’altro che realistico aspettarsi che la maggior parte delle persone si comporti in modo nobile o onorevole. Ma in linea di massima, gli odierni servitori di Geova sono riusciti a seguire l’esortazione di Pietro. Infatti sono conosciuti in tutto il mondo per la loro eccellente condotta.

Questo fatto è particolarmente degno di nota se consideriamo le tensioni e le difficoltà che affrontiamo in questi “tempi difficili”. (2 Timoteo 3:1) Le prove fanno parte della vita quotidiana e non è raro che qualcuno si opponga al modo di vivere cristiano. Inoltre, sebbene alcune prove durino poco, altre non danno tregua, anzi si intensificano. Ciò nondimeno l’apostolo Paolo esortò: “Non smettiamo . . . di fare ciò che è eccellente, poiché a suo tempo mieteremo se non ci stanchiamo”. (Galati 6:9) Ma davanti a terribili prove e incessanti ostilità, com’è possibile fare, e continuare a fare, ciò che è eccellente?

Cose che aiutano a fare ciò che è eccellente

È chiaro che l’essere ‘nobile, onorevole e virtuoso’ ha a che fare con la persona interiore, con la condizione del cuore. Perciò non si può mantenere una condotta eccellente nelle prove e nelle avversità seguendo l’impulso del momento. Bisogna invece mettere in pratica ogni giorno i princìpi biblici in tutti gli aspetti della vita. Quali cose possono aiutarvi al riguardo? Considerate quanto segue.

Coltivate l’attitudine mentale di Cristo. Ci vuole umiltà per sopportare quello che può sembrare ingiusto. Chi ha un’alta opinione di sé difficilmente sopporta i maltrattamenti. Gesù invece “umiliò se stesso e divenne ubbidiente fino alla morte”. (Filippesi 2:5, 8) Se lo imiteremo ‘non ci stancheremo o non verremo meno’, smettendo il sacro servizio. (Ebrei 12:2, 3) Siate ubbidienti e umili cooperando volenterosamente con quelli che prendono la direttiva nella vostra congregazione. (Ebrei 13:17) Imparate a considerare gli altri “superiori” a voi, mettendo i loro interessi prima dei vostri. — Filippesi 2:3, 4.

Ricordate che Geova vi ama. Dobbiamo essere convinti che Geova “è, e che è il rimuneratore di quelli che premurosamente lo cercano”. (Ebrei 11:6) Egli si interessa veramente di noi e vuole che otteniamo la vita eterna. (1 Timoteo 2:4; 1 Pietro 5:7) Se ricordiamo che nulla può cancellare l’amore che Dio prova per noi, saremo aiutati a non venire meno nella prova. — Romani 8:38, 39.

Abbiate piena fiducia in Geova. È essenziale confidare in Geova, specie quando sembra che le prove non finiscano mai o che mettano in pericolo la vita. Dobbiamo avere l’assoluta fiducia che Geova non permetterà alcuna prova ‘oltre ciò che possiamo sopportare’ e che  farà sempre “la via d’uscita”. (1 Corinti 10:13) Quando confidiamo in Geova, possiamo affrontare con coraggio perfino la minaccia di morte. — 2 Corinti 1:8, 9.

Perseverate nella preghiera. È essenziale pregare di cuore. (Romani 12:12) La preghiera sincera è uno dei modi in cui possiamo avvicinarci a Geova. (Giacomo 4:8) Con l’esperienza impariamo che “qualunque cosa chiediamo . . . egli ci ascolta”. (1 Giovanni 5:14) Se Geova lascia che il problema continui a mettere alla prova la nostra integrità, gli chiediamo in preghiera di aiutarci a sopportarlo. (Luca 22:41-43) Con la preghiera ci rendiamo conto che non siamo mai soli, che con Geova al nostro fianco saremo sempre vittoriosi. — Romani 8:31, 37.

Le opere eccellenti sono ‘causa di lode e onore’

Di tanto in tanto tutti i cristiani sono “addolorati da varie prove”. Tuttavia non dobbiamo ‘smettere di fare ciò che è eccellente’. Quando vi trovate in una situazione stressante, il fatto di sapere che la vostra fedeltà sarà infine “causa di lode e gloria e onore” può darvi forza. (1 Pietro 1:6, 7) Avvaletevi appieno dei mezzi che Geova provvede per edificarvi spiritualmente. Quando avete bisogno di aiuto, rivolgetevi a quelli che nella congregazione cristiana servono come pastori, insegnanti e consiglieri. (Atti 20:28) Assistete regolarmente a tutte le adunanze della congregazione, che ‘incitano all’amore e alle opere eccellenti’. (Ebrei 10:24) Un programma di lettura quotidiana e di studio personale della Bibbia vi aiuterà a stare svegli e a mantenervi spiritualmente forti; lo stesso vale per la regolare partecipazione al ministero cristiano. — Salmo 1:1-3; Matteo 24:14.

Più sentiamo che Geova ci ama e ha cura di noi, maggiore sarà il desiderio di essere ‘zelanti nelle opere eccellenti’. (Tito 2:14) Ricordate che “chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato”. (Matteo 24:13) Siate quindi decisi a ‘non smettere di fare ciò che è eccellente’.

[Testo in evidenza a pagina 29]

Dobbiamo avere l’assoluta fiducia che Geova non permetterà alcuna prova ‘oltre ciò che possiamo sopportare’ e che farà sempre “la via d’uscita”

[Immagini a pagina 30]

Essendo impegnati nelle attività teocratiche ci prepariamo per affrontare le prove