Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Soddisfatto un bisogno in Macedonia

Soddisfatto un bisogno in Macedonia

 Soddisfatto un bisogno in Macedonia

“PASSA in Macedonia e aiutaci”. (Atti 16:9) Queste parole, dette da un uomo apparso in visione all’apostolo Paolo, rivelarono che era necessario dichiarare la buona notizia del Regno di Dio in un nuovo territorio, in città che ora fanno parte della Grecia.

Nell’attuale Macedonia c’è solo un testimone di Geova ogni 1.840 abitanti. Molti non hanno mai sentito parlare di Geova Dio, per cui in questa nazione c’è un estremo bisogno di udire il messaggio di pace. — Matteo 24:14.

Dio ha aperto la strada affinché quel bisogno venga soddisfatto. Nel novembre del 2003 l’ufficio dei testimoni di Geova di Skopje, in Macedonia, ha ricevuto una telefonata inaspettata dal Centro Macedone per la Cooperazione Internazionale. Il 20 novembre sarebbe iniziata una fiera di tre giorni e i Testimoni erano invitati ad allestirvi uno stand per spiegare le loro credenze. Che magnifica opportunità per contattare migliaia di persone che non avevano mai sentito parlare della buona notizia del Regno!

I volontari si sono rimboccati le maniche e hanno preparato varie pubblicazioni dei testimoni di Geova in lingua macedone da mettere in mostra. Le hanno sistemate in modo che i visitatori potessero prenderne delle copie se lo desideravano. L’esposizione è stata per molti un’occasione per ricevere gratuitamente ristoratrici acque spirituali. — Rivelazione (Apocalisse) 22:17.

Le pubblicazioni più richieste dai visitatori sono state quelle che parlano della vita di ogni giorno, come ad esempio I giovani chiedono... Risposte pratiche alle loro domande e Il segreto della felicità familiare. * Novantotto persone hanno lasciato il loro indirizzo, chiedendo di essere visitate dai testimoni di Geova. Molti hanno fatto commenti positivi sull’eccellente opera che i Testimoni compiono e sulla qualità delle loro pubblicazioni.

Un uomo si è avvicinato allo stand tenendo per mano il suo piccolo e ha chiesto se c’erano libri per bambini. Quando gli hanno mostrato la pubblicazione intitolata Il mio libro di racconti biblici * l’uomo l’ha sfogliata e, entusiasta, ha chiesto  quanto costava. Apprendendo che l’opera educativa svolta dai testimoni di Geova si sostiene interamente con le contribuzioni volontarie, si è entusiasmato ancora di più. (Matteo 10:8) Ha mostrato il libro al figlio e ha detto: “Guarda che bel libro! Papà ti leggerà un racconto ogni giorno!”

Lo stand ha attirato anche l’attenzione di un professore di filosofia che era molto interessato alla religione in generale e alle credenze dei testimoni di Geova in particolare. Sfogliando il libro L’uomo alla ricerca di Dio, * ha detto: “Il materiale è presentato in modo davvero logico! Esattamente come penso che debba essere”. In seguito alcuni studenti della scuola dove insegnava si sono presentati allo stand e hanno chiesto una copia ciascuno del libro che aveva preso il professore. Volevano studiare lo stesso libro. Pensavano che si sarebbe servito di quel materiale per le lezioni.

Per alcuni la mostra è stata il primissimo contatto con le verità scritturali. Un gruppo di adolescenti sordi è venuto a dare un’occhiata. Un Testimone ha tenuto loro un breve discorso con l’aiuto di una ragazza che lo ha tradotto nella lingua dei segni. Servendosi delle figure del libro Il più grande uomo che sia mai esistito, * ha spiegato che Gesù guarì i malati, inclusi i sordi. I ragazzi sono stati felici di “udire” la promessa della Bibbia che presto Gesù farà altrettanto per chi vive sulla terra nel nostro tempo. Alcuni di loro hanno accettato volentieri pubblicazioni bibliche e si sono detti disposti a ricevere la visita di un Testimone che conosce la lingua dei segni.

Oltre che in macedone, erano disponibili pubblicazioni anche in albanese, inglese e turco. Un uomo che non parlava macedone ha chiesto qualcosa da leggere in inglese. Dopo avere ricevuto copie della Torre di Guardia e di Svegliatevi! in quella lingua, ha detto che parlava turco. Quando gli hanno mostrato pubblicazioni nella sua lingua quasi non credeva ai suoi occhi e ha capito che i testimoni di Geova desiderano aiutare tutti.

Che eccellente testimonianza è stata data in questa occasione, e com’è stato incoraggiante vedere tante persone mostrare interesse per la verità della Bibbia! Geova ha aperto la strada affinché in Macedonia la buona notizia del Regno sia divulgata ulteriormente.

[Note in calce]

^ par. 6 Editi dai testimoni di Geova.

^ par. 7 Editi dai testimoni di Geova.

^ par. 8 Editi dai testimoni di Geova.

^ par. 9 Editi dai testimoni di Geova.

[Riquadro/Immagini a pagina 9]

UNA PIETRA MILIARE

Il 17 maggio 2003 è stato fatto un notevole passo avanti nell’opera di divulgare la buona notizia del Regno quando è stato dedicato a Skopje un ufficio dei testimoni di Geova. I lavori di costruzione sono durati due anni e le strutture attuali sono il quadruplo rispetto a quelle precedenti.

Nei tre edifici ci sono gli uffici amministrativi e quelli per i traduttori oltre a camere, cucina e lavanderia. Il discorso della dedicazione è stato pronunciato da Guy Pierce, membro del Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova. Al programma della dedicazione hanno assistito persone provenienti da dieci paesi. Tutti si sono rallegrati vedendo i nuovi e accoglienti edifici.

[Cartina alle pagine 8 e 9]

(Per la corretta impaginazione, vedi l’edizione stampata)

BULGARIA

MACEDONIA

Skopje

ALBANIA

GRECIA

[Immagine a pagina 8]

Skopje, Macedonia