Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

La ricerca di un buon governo

La ricerca di un buon governo

 La ricerca di un buon governo

“Il mondo è sempre più interdipendente e questo ha creato tutta una serie di problemi globali che i singoli stati non sono più in grado di risolvere da soli. Soltanto attraverso la cooperazione mondiale possiamo far fronte ai crescenti pericoli e problemi che si presentano all’umanità”. — Ghulam Umar, analista politico pakistano.

IL MONDO d’oggi è pieno di paradossi. Benché circondati da una gran quantità di cose materiali, molti fanno fatica a sbarcare il lunario. L’attuale generazione, quella dei computer, può anche essere la più istruita e la più informata di tutti i tempi, eppure sempre più persone hanno difficoltà a trovare un posto fisso. Malgrado sembri che gli esseri umani non abbiano mai avuto più libertà di adesso, milioni di persone vivono in un clima di timore, insicurezza e incertezza. Forse hanno davanti moltissime opportunità allettanti, ma a causa della corruzione e dell’illegalità che esistono a tutti i livelli molti sono in preda alla disperazione.

La portata dei problemi dell’umanità è così enorme che supera di gran lunga qualsiasi sforzo possa compiere una nazione, o anche un gruppo di nazioni. Pertanto molti osservatori sono giunti alla conclusione che se si vuole che la pace e la sicurezza mondiali divengano realtà, tutte le nazioni devono unirsi sotto un solo governo. Albert Einstein, ad esempio, fu un convinto assertore di questa idea. Nel 1946 dichiarò: “Credo fermamente che nel mondo la maggioranza delle persone vorrebbe avere pace e sicurezza . . . Il desiderio di pace dell’umanità si può realizzare solo con la creazione di un governo mondiale”.

Dopo cinquant’anni questo bisogno essenziale dev’essere ancora soddisfatto. Elencando i problemi del XXI secolo, un commento apparso sul giornale parigino Le Monde osserva: “Si tratta di costruire le fondamenta giudiziarie, amministrative e costituzionali di un governo internazionale capace di intervenire immediatamente, in qualsiasi parte del mondo, in caso di massacri etnici. Si tratta di accettare l’idea che d’ora in avanti la Terra è un solo paese”. Chi o cosa ha il potere e le capacità per farlo e assicurare così un futuro pacifico all’umanità?

La soluzione può venire dalle Nazioni Unite?

Molti speravano che la pace mondiale venisse dall’Organizzazione delle Nazioni Unite. Si può dire che l’ONU sia un governo in grado di portare vera pace e sicurezza nel mondo? Non c’è dubbio che in politica la retorica non manca ed essa fa sembrare credibili le promesse. Per esempio, nella sua “Dichiarazione del Millennio” del 2000, l’Assemblea  Generale delle Nazioni Unite adottò questa solenne risoluzione: “Noi non risparmieremo alcuno sforzo per liberare i nostri popoli dal flagello della guerra, sia essa all’interno o fra gli Stati, un flagello che ha reclamato più di 5 milioni di vite nello scorso decennio”. È grazie a queste proclamazioni che le Nazioni Unite hanno ricevuto espressioni di lode e di ammirazione da molte parti e che è stato assegnato loro il Nobel per la pace nel 2001. Onorando in tal modo l’ONU, il Comitato norvegese per il Nobel ha detto che “il cammino verso la pace e la cooperazione globali va compiuto mediante le Nazioni Unite”.

Nonostante tutto questo, l’Organizzazione delle Nazioni Unite, creata nel 1945, ha dato prova di essere un governo in grado di portare una pace mondiale vera e duratura? No, poiché il tornaconto e le aspirazioni nazionalistiche degli stati membri hanno vanificato molti dei suoi sforzi. Secondo il direttore di un giornale, l’impressione generale è che l’ONU non sia altro che una specie di “barometro dell’opinione mondiale” e che “la sua agenda [sia] piena di controversie che sono state discusse per anni con poco o nessun avanzamento verso una soluzione”. La domanda a cui si deve ancora rispondere è: Le nazioni del mondo saranno mai veramente unite?

La Bibbia rivela che questo diverrà presto realtà. Come? E quale governo porterà tale unità? Per conoscere la risposta, leggete il prossimo articolo.

[Immagine a pagina 3]

Einstein sosteneva che c’era bisogno di un governo mondiale

[Fonte]

Einstein: U.S. National Archives photo