Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Educare i figli oggi è difficile

Educare i figli oggi è difficile

 Educare i figli oggi è difficile

È TARDI e il proprietario del ristorante si prepara a chiudere e andarsene a casa. Ma entrano due donne con un bambino e ordinano la cena. L’uomo è stanchissimo ed è tentato di dir loro che il ristorante è chiuso, ma poi decide di servirle. Mentre le due donne parlano e mangiano, il bambino corre in giro per il ristorante, lasciando cadere per terra dei biscotti e calpestandoli. Invece di fermarlo, la madre sorride. Quando infine le clienti se ne vanno, il proprietario esausto deve rimettersi a pulire.

Come probabilmente sapete, questa situazione tratta dalla vita reale illustra che in parecchie famiglie non viene data ai figli una buona educazione. Le ragioni sono diverse. Alcuni genitori permissivi lasciano fare ai figli quello che vogliono, credendo che debbano crescere in un’atmosfera di libertà. I genitori invece che sono molto impegnati forse non dedicano abbastanza tempo e attenzioni ai figli e non danno loro l’addestramento di cui hanno bisogno. Alcuni genitori pensano che la cosa più importante per i figli sia l’istruzione, quindi concedono loro libertà quasi illimitata purché vadano bene a scuola e riescano a entrare in un’università prestigiosa.

Alcuni comunque dicono che i valori dei genitori e della società in generale vanno modificati. Affermano che i ragazzi sono coinvolti in reati di ogni tipo e che la violenza a scuola aumenta di continuo. Pertanto il preside di una scuola media di Seoul, nella Repubblica di Corea, ha sottolineato che si dovrebbe dare la precedenza alla formazione della personalità. Ha detto infatti: “Prima si deve formare un buon carattere e poi impartire la conoscenza”.

Molti genitori che vogliono che i figli vadano all’università e riescano nella vita non danno ascolto agli avvertimenti. Se siete genitori, cosa volete che divenga vostro figlio? Un adulto onesto e responsabile? Una persona ragionevole, ottimista, che ha riguardo per il prossimo? In tal caso, considerate l’articolo che segue.