Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Alcuni hanno trovato le risposte

Alcuni hanno trovato le risposte

 Alcuni hanno trovato le risposte

MILIONI di persone pregano. Alcune sono convinte che le loro preghiere vengano esaudite. Altre si chiedono se le loro preghiere siano ascoltate. Altre ancora cercano delle risposte ma non hanno mai pensato di presentare le loro richieste a Dio in preghiera.

La Bibbia indica che il vero Dio è l’“Uditore di preghiera”. (Salmo 65:2) Se pregate, siete sicuri di rivolgervi al vero Dio? Le vostre preghiere sono del tipo che egli esaudisce?

Molte persone in tutte le parti della terra possono rispondere a queste domande. Come hanno trovato le risposte? Cos’hanno imparato?

Chi è Dio?

Un’insegnante portoghese che era stata educata da suore e preti osservava sinceramente le pratiche della sua religione. Quando la chiesa fece dei cambiamenti e abbandonò pratiche che le era stato insegnato a considerare importanti, si sentì confusa. Durante un viaggio conobbe forme di culto orientali e cominciò a chiedersi se c’è un solo vero Dio. Come doveva adorarlo? Fece domande su alcune cose scritte nella Bibbia al suo sacerdote ma questi lasciò cadere l’argomento e lei rimase delusa.

La Chiesa Cattolica aveva fatto circolare nella città di questa insegnante un opuscolo che avvertiva i parrocchiani di non parlare con i testimoni di Geova, ma lei continuava a farsi delle domande. Un giorno i Testimoni bussarono alla sua porta e lei li ascoltò e mostrò interesse. Era la prima volta che parlava con loro.

Per ricevere risposta alle sue numerose domande cominciò a studiare la Bibbia con i Testimoni e ogni settimana aveva un lungo elenco di domande. Voleva sapere come si chiama Dio, se c’è un solo vero Dio, se approva l’uso delle immagini nel culto e molte altre cose. Notò che tutte le risposte che riceveva erano basate sulla Bibbia e non erano opinioni personali, quindi era sorpresa e soddisfatta di quello che imparava. A poco a poco le sue numerose domande ricevettero una risposta e oggi essa adora Geova con spirito e verità,  come Gesù Cristo disse che avrebbero fatto i “veri adoratori”. — Giovanni 4:23.

Nello Srī Lanka i componenti di una famiglia leggevano regolarmente la Bibbia insieme senza però trovare le risposte a molte domande che consideravano importanti. Avevano bisogno di aiuto ma il loro sacerdote non era in grado di darglielo. Tuttavia alcune testimoni di Geova fecero loro visita lasciando utili pubblicazioni bibliche. In seguito, quando dei Testimoni risposero in modo soddisfacente alle loro domande bibliche, acconsentirono a fare uno studio biblico. Ciò che impararono piacque loro moltissimo.

Nondimeno l’indottrinamento che la moglie aveva ricevuto nell’infanzia in chiesa le impediva di capire che il Padre di Gesù Cristo è “il solo vero Dio”, come disse Gesù stesso. (Giovanni 17:1, 3) Le era stato insegnato che Gesù è uguale al Padre e che questo “mistero” non va messo in dubbio. Mossa dalla sincerità e dalla disperazione, pregò Geova, usando il suo nome, e gli chiese di farle capire chi è Gesù. Poi esaminò di nuovo attentamente le scritture attinenti al soggetto. (Giovanni 14:28; 17:21; 1 Corinti 8:5, 6) Come se le cadessero delle scaglie dagli occhi, capì chiaramente che il vero Dio è Geova, il Creatore del cielo e della terra e il Padre di Gesù Cristo. — Isaia 42:8; Geremia 10:10-12.

Perché esistono le sofferenze?

Giobbe fu un uomo che soffrì in modo estremo. Tutti i suoi figli furono uccisi da una tempesta e lui fu ridotto in povertà. Fu anche colpito da una dolorosa malattia e sopportò le pressioni di falsi amici. Durante le sue vicissitudini Giobbe fece alcune dichiarazioni avventate. (Giobbe 6:3) Ma Dio tenne conto delle circostanze. (Giobbe 35:15) Sapeva cosa c’era nel cuore di Giobbe e gli diede i consigli di cui aveva bisogno. Anche oggi egli fa questo per le persone.

Castro, nel Mozambico, aveva solo dieci anni quando gli morì la madre. Era sconvolto. “Perché è morta e ci ha lasciati?”, si chiedeva. Era stato allevato da genitori timorati di Dio ma adesso nulla aveva più senso per lui. Cosa poteva recare conforto alla sua mente e al suo cuore? Trovò conforto leggendo una piccola Bibbia in chichewa e parlandone con i fratelli maggiori.

A poco a poco Castro si rese conto che la morte della madre non era dovuta a un’ingiustizia da parte di Dio, ma all’imperfezione ereditata. (Romani 5:12; 6:23) La promessa della risurrezione contenuta nella Bibbia fu ciò che gli diede il massimo conforto perché vide in essa la base per avere fiducia che avrebbe rivisto la madre. (Giovanni 5:28, 29; Atti 24:15) Purtroppo, solo quattro anni dopo, gli morì il padre. Ma stavolta Castro era più preparato a sopportare la perdita. Oggi egli ama Geova e si spende lealmente nel Suo servizio. Tutti quelli che lo conoscono possono vedere la gioia che prova.

Molti che hanno perso qualche loro caro traggono conforto dalle stesse verità bibliche che hanno confortato Castro. Alcuni, che per le azioni di persone malvage sono andati incontro a grandi difficoltà, come Giobbe si chiedono: “Perché i malvagi stessi continuano a vivere?” (Giobbe 21:7) Coloro che ascoltano veramente le risposte che Dio dà nella sua Parola capiscono che il modo in cui affronta le questioni risulta in effetti per il loro stesso bene. — 2 Pietro 3:9.

Barbara, che è cresciuta negli Stati Uniti, non ha conosciuto personalmente gli orrori della guerra, anche se nel mondo intorno a lei c’erano molti conflitti. Ogni giorno la stampa riportava notizie di atrocità belliche. Mentre andava a scuola aveva studiato che certi eventi della storia avevano preso una piega apparentemente imprevedibile e questo l’aveva lasciata perplessa. Come si spiegava? Dio si interessava di ciò che avveniva? Credeva in Dio, ma provava sentimenti contrastanti nei suoi confronti.

Frequentando i testimoni di Geova,  comunque, Barbara cambiò a poco a poco il suo modo di vedere la vita. Li ascoltò, studiò la Bibbia con loro e assisté alle adunanze in una Sala del Regno. Si recò anche a una delle loro grandi assemblee. Notò inoltre che quando faceva domande i vari Testimoni non esprimevano opinioni diverse. Invece parlavano tutti in maniera concorde perché il loro modo di pensare si basava sulla Bibbia.

I Testimoni indicarono le prove bibliche secondo cui il mondo è sotto l’influenza di Satana il Diavolo, il suo governante, e ne riflette lo spirito. (Giovanni 14:30; 2 Corinti 4:4; Efesini 2:1-3; 1 Giovanni 5:19) Spiegarono che gli eventi che avevano lasciato perplessa Barbara erano predetti nella Bibbia. (Daniele, capitoli 2, 7 e 8) Dio li predisse perché ha la capacità di vedere nel futuro, quando sceglie di farlo. Alcuni di quegli avvenimenti si erano verificati per volontà di Dio, altri li aveva semplicemente permessi. I Testimoni mostrarono a Barbara che la Bibbia predice cose buone e cose cattive anche per i nostri giorni e ne spiega il significato. (Matteo 24:3-14) Le fecero notare le promesse bibliche di un nuovo mondo in cui regnerà la giustizia e le sofferenze non esisteranno più. — 2 Pietro 3:13; Rivelazione (Apocalisse) 21:3, 4.

A poco a poco Barbara capì che, sebbene non ne sia responsabile, Geova Dio non impedisce le sofferenze umane costringendo gli uomini a ubbidire ai suoi comandamenti quando essi preferiscono fare altrimenti. (Deuteronomio 30:19, 20) Egli ha preso provvedimenti affinché possiamo vivere per sempre felici, ma ora ci dà l’opportunità di dimostrare se vogliamo vivere in armonia con le sue giuste vie. (Rivelazione 14:6, 7) Barbara decise di imparare cosa richiede Dio e di metterlo in pratica nella sua vita. Fra i testimoni di Geova trovò anche l’amore che Gesù disse avrebbe contraddistinto i suoi veri seguaci. — Giovanni 13:34, 35.

Anche voi potete trarre beneficio dai provvedimenti che hanno aiutato Barbara.

Una vita con un significato

Anche quelli che apparentemente hanno una vita soddisfacente forse cercano le risposte alle domande che li lasciano perplessi. Per esempio, Matthew, un giovane della Gran Bretagna, aveva sempre nutrito il profondo desiderio di trovare il vero Dio e lo scopo della vita. Matthew aveva perso il padre a 17 anni. In seguito studiò musica e si laureò. Quindi, rendendosi sempre più conto dell’inutilità del suo modo di vivere materialistico, se ne andò di casa per vivere a Londra dove cominciò a far uso di droga, a frequentare locali notturni e a occuparsi di astrologia, spiritismo, buddismo zen e altre filosofie, tutto alla ricerca di un modo di vivere soddisfacente. Disperato invocò Dio perché lo aiutasse a trovare la verità.

Due giorni dopo Matthew incontrò un vecchio amico che aveva studiato con i testimoni di Geova e gli spiegò la sua situazione. Quando l’amico gli mostrò 2 Timoteo 3:1-5, Matthew rimase sbalordito notando con quanta precisione la Bibbia descrive il mondo in cui viviamo e si commosse leggendo il Sermone del Monte. (Matteo, capitoli 5-7) Dapprima esitò perché aveva letto del materiale che criticava i testimoni di Geova, ma alla fine decise di assistere alle adunanze in una Sala del Regno delle vicinanze.

Quello che Matthew udì gli piacque e cominciò a studiare la Bibbia con uno degli anziani della congregazione. Capì subito che quanto stava imparando era quello che aveva cercato: Dio aveva esaudito la sua preghiera. Smise di fare cose che Geova disapprova e ne vide i benefìci. Coltivando un sano timore di Dio fu spinto a mettere la sua vita in armonia con i Suoi comandamenti. Matthew apprese che questo modo di vivere ha vero significato. — Ecclesiaste 12:13.

Non è stato il destino che ha permesso a Matthew e ad altri menzionati in questo articolo di trovare un modo di vivere soddisfacente. Nondimeno essi hanno conosciuto l’amorevole proposito che Geova Dio ha per tutti quelli  che ubbidiscono di buon grado ai suoi comandamenti. (Atti 10:34, 35) Questo proposito prevede fra l’altro la vita eterna in un mondo senza guerre, senza malattie, senza fame e anche senza la morte. (Isaia 2:4; 25:6-8; 33:24; Giovanni 3:16) È questo che desiderate? In tal caso, potete scoprire il segreto per vivere una vita soddisfacente assistendo alle adunanze basate sulla Bibbia che si tengono nelle Sale del Regno dei testimoni di Geova. Siete cordialmente invitati a farlo.

[Immagine a pagina 7]

Pregate Dio con fervore, usando il suo nome personale

[Immagine a pagina 7]

Studiate la Bibbia con quelli che insegnano veramente ciò che essa dice

[Immagine a pagina 7]

Assistete alle adunanze nella Sala del Regno

[Fonte dell’immagine a pagina 4]

Escursionista: Chad Ehlers/Index Stock Photography