Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Il vostro insegnamento è efficace?

Il vostro insegnamento è efficace?

 Il vostro insegnamento è efficace?

GENITORI, anziani, proclamatori della buona notizia: tutti devono essere insegnanti. I genitori insegnano ai figli, gli anziani insegnano ai componenti della congregazione cristiana e i predicatori della buona notizia insegnano ai nuovi interessati. (Deuteronomio 6:6, 7; Matteo 28:19, 20; 1 Timoteo 4:13, 16) Cosa potete fare per rendere il vostro insegnamento più efficace? Tanto per cominciare potete imitare l’esempio e il metodo di insegnanti capaci menzionati nella Parola di Dio. Esdra fu un insegnante di questo tipo.

Impariamo dall’esempio di Esdra

Esdra era un sacerdote aaronnico che viveva a Babilonia circa 2.500 anni fa. Nel 468 a.E.V. andò a Gerusalemme per promuovere la pura adorazione fra gli ebrei di quella città. (Esdra 7:1, 6, 12, 13) Per assolvere questo compito doveva insegnare al popolo la Legge di Dio. Cosa fece Esdra per assicurarsi che il suo insegnamento fosse efficace? Compì vari passi essenziali. Notate in Esdra 7:10 quali sono:

“Esdra stesso [1] aveva preparato il suo cuore [2] per consultare la legge di Geova e [3] per metterla in pratica e [4] per insegnare in Israele regolamento e giustizia”. Esaminiamo brevemente ciascuno di questi passi e vediamo cosa possiamo imparare da essi.

“Esdra stesso aveva preparato il suo cuore”

Come il contadino prepara il suolo con l’aratro prima di seminare, così Esdra preparò il suo cuore con le preghiere perché fosse pronto ad accogliere la Parola di Dio. (Esdra 10:1) In altre parole, ‘inclinò il suo cuore’ all’insegnamento di Geova. — Proverbi 2:2.

Sullo stesso tono la Bibbia dice che il re Giosafat ‘preparò il suo cuore per ricercare il vero Dio’. (2 Cronache 19:3) In contrasto una generazione d’Israele “che non aveva preparato il cuore” è definita “ostinata e ribelle”. (Salmo 78:8) Geova vede “la persona segreta del cuore”. (1 Pietro 3:4) Sì, egli “insegnerà ai mansueti la sua via”. (Salmo 25:9) Com’è importante, dunque, che gli insegnanti odierni seguano l’esempio di Esdra mettendo prima il loro cuore nella giusta condizione con le preghiere!

 “Per consultare la legge di Geova”

Per essere un insegnante capace, Esdra consultò la Parola di Dio. Se consultassimo un medico non l’ascolteremmo attentamente e non ci accerteremmo di capire tutto quello che ci dice o che ci prescrive? Certo, poiché ne va della nostra salute. Quanto più, dunque, dovremmo prestare profonda attenzione alle cose che Geova ci dice, o ci prescrive, attraverso la sua Parola, la Bibbia, e attraverso “lo schiavo fedele e discreto”. Dopo tutto i suoi consigli riguardano la nostra vita! (Matteo 4:4; 24:45-47) Naturalmente un medico può sbagliarsi, ma “la legge di Geova è perfetta”. (Salmo 19:7) Non avremo mai bisogno di sentire un altro parere.

I libri biblici di Cronache, che in origine, quando Esdra li scrisse, erano un solo volume, dimostrano che era davvero uno studioso meticoloso. Per scrivere quei libri consultò diverse fonti. * Gli ebrei, arrivati da poco da Babilonia, avevano bisogno di un riepilogo della storia nazionale. Non avevano sufficiente conoscenza delle loro cerimonie religiose, del servizio del tempio e dei compiti dei leviti. Le registrazioni genealogiche erano di vitale importanza per loro. Esdra prestò particolare attenzione a queste cose. Fino alla venuta del Messia, gli ebrei dovevano continuare a essere una nazione con il proprio paese, il tempio, il sacerdozio e un governatore. Grazie alle informazioni raccolte da Esdra, si poterono preservare l’unità e la vera adorazione.

Come sono le vostre abitudini di studio in paragone con quelle di Esdra? Il diligente studio della Bibbia vi aiuterà a insegnarla con efficacia.

‘Consultate la legge di Geova’ come famiglia

Lo studio personale non è l’unico modo per consultare la legge di Geova. Anche lo studio familiare è un’eccellente occasione per consultarla.

Jan e Julia, una coppia dei Paesi Bassi, hanno letto ad alta voce ai loro due figli dal giorno che sono nati. Oggi Ivo ha 15 anni ed Edo ne ha 14. Una volta la settimana fanno ancora lo studio familiare. Jan spiega: “Il nostro obiettivo principale durante lo studio non è quello di trattare una gran quantità di materiale ma di far sì che i ragazzi afferrino quello che consideriamo”. E aggiunge: “I ragazzi fanno molte ricerche. Cercano parole poco conosciute e fanno ricerche su personaggi biblici: quando sono vissuti, chi erano, che lavoro facevano, e così via. Da quando hanno imparato a leggere, consultano libri come Perspicacia nello studio delle Scritture, dizionari ed enciclopedie. Questo rende molto più piacevole lo studio familiare. I ragazzi sono sempre pronti e non vedono l’ora di iniziare”. Un altro vantaggio è che ora entrambi sanno leggere, scrivere ed esprimersi meglio dei loro compagni.

John e Tini, un’altra coppia dei Paesi Bassi, studiavano con il figlio Esli (che ora ha 24 anni e fa il pioniere in un’altra congregazione) e con la figlia Linda (che adesso ha 20 anni ed è sposata con un bravo fratello). Tuttavia, invece di studiare una certa pubblicazione con domande e risposte, come si fa di solito, adattavano lo studio familiare all’età e ai bisogni dei figli. Quale metodo usavano?

John spiega che i figli sceglievano un soggetto interessante dalle “Domande dai lettori” (La Torre di Guardia) e dal “Punto di vista biblico” (Svegliatevi!). Poi presentavano quello che avevano preparato, e ne nascevano sempre interessanti conversazioni familiari. In questo modo diventarono esperti nel fare ricerche e nell’esporre ciò che avevano studiato. ‘Consultate la legge di Geova’ con i vostri figli? Questo non solo accrescerà le vostre capacità di insegnare ma aiuterà anche i vostri figli a divenire insegnanti più efficaci.

 “Per metterla in pratica”

Esdra metteva in pratica quello che imparava. Per esempio, quando era ancora a Babilonia aveva probabilmente una vita tranquilla. Nondimeno appena si rese conto che poteva aiutare il suo popolo rinunciò alle comodità che offriva Babilonia per recarsi nella lontana Gerusalemme, dove avrebbe incontrato disagi, problemi e pericoli. È chiaro che Esdra non solo aveva acquistato conoscenza della Bibbia ma fu pronto ad agire in base a quello che aveva imparato. — 1 Timoteo 3:13.

In seguito, quando viveva a Gerusalemme, Esdra dimostrò nuovamente di mettere in pratica quello che aveva imparato e che insegnava. Fu evidente quando apprese che alcuni israeliti avevano sposato donne pagane. La Bibbia ci dice che ‘si strappò la veste e il manto senza maniche, e si strappò dei capelli della testa e dei peli della barba, e sedeva attonito fino a sera’. Provava perfino ‘vergogna e imbarazzo ad alzare la sua faccia’ a Geova. — Esdra 9:1-6.

Che effetto aveva avuto su di lui lo studio della Legge di Dio! Esdra aveva le idee chiare sulle terribili conseguenze della disubbidienza del popolo. Gli ebrei rimpatriati erano pochi. Se contraevano matrimoni misti alla fine si sarebbero amalgamati con le nazioni pagane circostanti e la pura adorazione sarebbe facilmente scomparsa dalla superficie della terra!

Il devoto esempio di timore e zelo di Esdra spinse gli israeliti a correggere le loro vie. Mandarono via le mogli straniere. Nel giro di tre mesi tutto fu sistemato. La lealtà di Esdra alla Legge di Dio contribuì molto a rendere efficace il suo insegnamento.

Oggi avviene la stessa cosa. Un padre cristiano ha detto: “I figli non fanno quello che dici; fanno quello che fai!” Vale lo stesso principio nella congregazione cristiana. Gli anziani che danno un ottimo esempio possono aspettarsi che la congregazione segua i loro insegnamenti.

“Per insegnare in Israele regolamento e giustizia”

L’insegnamento di Esdra fu efficace anche per un’altra ragione. Anziché le proprie idee insegnò “regolamento e giustizia”, cioè i regolamenti, o le leggi, di Geova. Essendo sacerdote, era una sua responsabilità. (Malachia 2:7) Insegnò anche la giustizia, e diede una dimostrazione di quello che insegnava attenendosi a ciò che era giusto in modo onesto e imparziale, secondo una norma. Quando chi esercita l’autorità mostra giustizia, ne deriva stabilità e si hanno risultati duraturi. (Proverbi 29:4) Allo stesso modo, anziani cristiani, genitori e proclamatori del Regno che conoscono bene la Parola di Dio generano stabilità spirituale quando insegnano i regolamenti e la giustizia di Geova nella congregazione, nella famiglia e agli interessati.

Non convenite che il vostro insegnamento diventa più efficace quando imitate appieno l’esempio del fedele Esdra? Quindi ‘preparate il cuore, consultate la legge di Geova, mettetela in pratica e insegnate il regolamento e la giustizia di Geova’. — Esdra 7:10.

[Nota in calce]

^ par. 11 In Perspicacia nello studio delle Scritture, vol. 1, pp. 604-5, edito dai testimoni di Geova, si trova un elenco di 20 fonti.

[Riquadro/Immagine a pagina 22]

COSA RESE EFFICACE L’INSEGNAMENTO DI ESDRA?

1. Mise il suo cuore nella condizione giusta

2. Consultò la Legge di Geova

3. Diede un buon esempio mettendo in pratica ciò che imparava

4. Si impegnò per insegnare il punto di vista scritturale