Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

I suoi bisogni spirituali sono stati appagati

I suoi bisogni spirituali sono stati appagati

 Dai proclamatori del Regno

I suoi bisogni spirituali sono stati appagati

CIPRO è un’isola situata all’estremità nord-orientale del Mediterraneo. Nei tempi biblici era rinomata per il rame e il legname di buona qualità. Paolo e Barnaba vi proclamarono la buona notizia del Regno nel loro primo viaggio missionario. (Atti 13:4-12) Oggi la buona notizia continua a esercitare un effetto positivo sulla vita di molti ciprioti. È sicuramente stato così nel caso di Lucas, un uomo sulla quarantina, che narra:

“Sono nato in una fattoria da una famiglia con sette figli. Fin da piccolo mi è sempre piaciuto leggere. Il mio libro preferito era un’edizione tascabile delle Scritture Greche Cristiane. All’età di dieci anni formai con alcuni amici un piccolo gruppo di studio biblico, che però ebbe vita breve, in quanto alcuni adulti del villaggio ci tacciarono di eresia.

“In seguito, mentre frequentavo una scuola negli Stati Uniti, conobbi persone di varie fedi religiose. Questo riaccese in me l’anelito di spiritualità. Passai molti giorni nella biblioteca universitaria studiando diverse religioni. Andai anche in varie chiese, ma nonostante tutto ero ancora insoddisfatto spiritualmente.

“Terminati gli studi tornai a Cipro e accettai un lavoro come direttore di un laboratorio medico. Un uomo anziano di nome Antonis, testimone di Geova, veniva a farmi visita sul lavoro. La cosa non passò comunque inosservata alla Chiesa Ortodossa Greca.

“Ben presto venne a trovarmi un teologo, che mi dissuase dal parlare con i testimoni di Geova. Dato che fin da piccolo mi era stato insegnato che la Chiesa Ortodossa Greca aveva la verità, mi lasciai convincere e smisi di frequentare Antonis. Cominciai a discutere di Bibbia con il teologo. Mi recai inoltre in molti monasteri di Cipro. Andai perfino sul monte Athos, nella Grecia settentrionale, considerato il monte più santo della cristianità ortodossa. Ciò nonostante le mie domande bibliche restarono senza risposta.

“Allora pregai Dio perché mi aiutasse a trovare la verità. Di lì a poco Antonis venne di nuovo a trovarmi sul posto di lavoro e pensai che quella fosse la risposta alla mia preghiera. Smisi di andare dal teologo e cominciai a studiare la Bibbia con Antonis. Continuai a fare progresso e nell’ottobre del 1997 simboleggiai la mia dedicazione a Geova con il battesimo in acqua.

“Mia moglie e le nostre due figlie maggiori, che all’epoca avevano rispettivamente 14 e 10 anni, inizialmente si opposero. Ma visto il mio buon comportamento mia moglie decise di assistere a un’adunanza nella Sala del Regno. Fu molto colpita dalla gentilezza dei Testimoni e dal loro interessamento. Soprattutto fu colpita dal modo in cui usavano la Bibbia. Di conseguenza lei e le nostre due figlie maggiori accettarono di studiare la Bibbia con i testimoni di Geova. Immaginate la mia gioia quando nel 1999 tutt’e tre si battezzarono all’assemblea di distretto ‘La parola profetica di Dio’!

“Sì, la mia ricerca della verità è stata appagata. Ora tutta la mia famiglia, inclusa mia moglie e quattro figli, è unita nella pura adorazione di Geova”.