Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Una vita familiare felice attira altri verso Dio

Una vita familiare felice attira altri verso Dio

 Dai proclamatori del Regno

Una vita familiare felice attira altri verso Dio

GEOVA benedisse Giuseppe dandogli grande sapienza e discernimento. (Atti 7:10) Di conseguenza la perspicacia di Giuseppe “parve buona agli occhi di Faraone e di tutti i suoi servitori”. — Genesi 41:37.

Similmente oggi Geova dà ai suoi servitori perspicacia e discernimento tramite lo studio della Bibbia. (2 Timoteo 3:16, 17) Questa sapienza e questo discernimento producono buoni frutti allorché si applicano i consigli biblici. La loro condotta è spesso ‘parsa buona agli occhi degli osservatori’, come illustrano le seguenti esperienze dallo Zimbabwe.

• Una donna aveva dei vicini testimoni di Geova. Pur non avendo simpatia per i Testimoni, ne ammirava il comportamento, specialmente nella vita domestica. Notò che il marito e la moglie erano molto affiatati e che i figli erano ubbidienti. In particolare notò che il marito amava teneramente la moglie.

In certe culture africane è diffusa la convinzione che se un marito ama la moglie, questa deve averlo “addomesticato” con la magia. Così la donna andò dalla Testimone e le chiese: “Puoi dirmi per favore quale talismano hai usato con tuo marito affinché anch’io possa farmi amare così dal mio?” La Testimone rispose: “Certo. Te lo porterò domani pomeriggio”.

Il giorno dopo la Testimone andò a trovare la vicina e le portò il “talismano”. Che cos’era? La Bibbia, insieme al libro La conoscenza che conduce alla vita eterna. Dopo aver trattato le informazioni del libro Conoscenza sul soggetto “Come edificare una famiglia che onori Dio”, disse alla donna: “Questo è il ‘talismano’ che io e mio marito usiamo per ‘addomesticarci’ l’un l’altro, e per questo ci amiamo tanto”. Fu iniziato uno studio biblico e la donna progredì rapidamente fino al punto di simboleggiare la sua dedicazione a Dio con il battesimo in acqua.

● Due pionieri speciali assegnati a una piccola congregazione dello Zimbabwe vicino al confine nord-orientale col Mozambico non svolsero il ministero di porta in porta per due settimane. Come mai? Perché la gente andava da loro per sentire quello che avevano da dire. Uno dei due pionieri narra cos’era successo: “Facevamo 15 chilometri per tenere ogni settimana uno studio biblico a casa di un interessato. Non era facile arrivarci: dovevamo camminare in mezzo al fango e attraversare corsi d’acqua in piena immersi fino al collo. Dovevamo tenere vestiti e scarpe sopra la testa e poi rivestirci una volta giunti dall’altra parte.

“I vicini dell’interessato furono molto colpiti dal nostro zelo. Fra loro c’era il leader di un’organizzazione religiosa locale che disse ai suoi seguaci: ‘Non vorreste essere zelanti come questi due giovani testimoni di Geova?’ Il giorno appresso molti suoi seguaci vennero a casa nostra per sapere cosa ci rendeva così tenaci. Nelle due settimane successive ricevemmo tante di quelle visite da non avere nemmeno il tempo di cucinare!”

Una delle persone che andarono a trovare i pionieri in quelle due settimane era il leader religioso già menzionato. Immaginate la gioia dei pionieri quando accettò uno studio biblico a domicilio!