Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

 IL PUNTO DI VISTA BIBLICO

Il gioco d’azzardo

Il gioco d’azzardo

Alcuni considerano il gioco d’azzardo come un divertimento innocuo mentre per altri è un vizio pericoloso.

C’è qualcosa di sbagliato nel gioco d’azzardo?

COSA DICONO ALCUNI

Molti considerano il gioco d’azzardo solo un passatempo divertente, purché lo si pratichi in maniera legale. Alcune forme di gioco d’azzardo legalizzato, come le lotterie di stato, generano fondi che vengono usati per finanziare servizi pubblici.

COSA DICE LA BIBBIA

La Bibbia non menziona in maniera esplicita il gioco d’azzardo. Offre però diversi princìpi guida che rivelano il punto di vista di Dio al riguardo.

Il gioco d’azzardo ruota intorno al desiderio di vincere soldi a discapito di altri, e questo è in contrasto con l’avvertimento contenuto nella Bibbia: “Guardatevi da ogni sorta di concupiscenza”, ovvero “dal desiderio delle ricchezze” (Luca 12:15; Parola del Signore). Il gioco d’azzardo in effetti è alimentato dall’avidità. L’industria del gioco pubblicizza grandi montepremi ma allo stesso tempo nasconde le scarse probabilità di vincita, perché sa che il sogno di arricchire spinge i giocatori a scommettere grandi quantità di denaro nelle sale da gioco. Invece di aiutare le persone a evitare l’avidità, il gioco d’azzardo promuove il desiderio di denaro facile.

Il gioco d’azzardo si basa su un obiettivo puramente egoistico: vincere il denaro che altri giocatori hanno perso. La Bibbia d’altro canto incoraggia le persone a continuare “a cercare non il proprio vantaggio, ma quello altrui” (1 Corinti 10:24). Uno dei Dieci Comandamenti afferma inoltre: “Non devi desiderare [...] alcuna cosa che appartiene al tuo prossimo” (Esodo 20:17). Nel momento in cui un giocatore spera di vincere, sta in effetti sperando che gli altri perdano i loro soldi in modo che possa prenderli lui.

La Bibbia mette anche in guardia dal pensare che la fortuna sia una forza mistica che permette di vincere. Nell’antico Israele alcuni che avevano poca fede in Dio iniziarono ad “[apparecchiare] una tavola per il dio della Buona Fortuna”. Il fatto che fossero devoti al “dio della Buona Fortuna” era gradito a Dio? No. Infatti Dio disse loro: “Continuaste a fare ciò che era male ai miei occhi, e sceglieste la cosa in cui non provavo diletto” (Isaia 65:11, 12).

È vero che in alcune parti del mondo i fondi ricavati dal gioco d’azzardo legalizzato vengono usati per finanziare l’istruzione, lo sviluppo economico e altri servizi pubblici. L’utilizzo di questi fondi, però, non cambia il modo in cui vengono ricavati, ovvero attraverso attività che incoraggiano apertamente l’avidità e l’egoismo e che promuovono l’idea di ottenere qualcosa senza esserselo guadagnato.

“Non devi desiderare [...] alcuna cosa che appartiene al tuo prossimo” (Esodo 20:17)

 Quali effetti negativi può avere il gioco d’azzardo su chi lo pratica?

COSA DICE LA BIBBIA

La Bibbia dà questo avvertimento: “Quelli che hanno determinato di arricchire cadono in tentazione e in un laccio e in molti desideri insensati e dannosi, che immergono gli uomini nella distruzione e nella rovina” (1 Timoteo 6:9). Il gioco d’azzardo si basa sull’avidità, e l’avidità è talmente deleteria che la Bibbia la menziona tra altre pratiche che devono essere evitate del tutto (Efesini 5:3).

Dato che ha come obiettivo la ricchezza facile, il gioco d’azzardo porta ad alimentare l’amore per il denaro, che nella Bibbia viene definito “la radice di ogni sorta di cose dannose”. Il desiderio di soldi può facilmente prendere il sopravvento e influenzare la vita di una persona, portandola a provare forte ansia e danneggiando la sua fede in Dio. La Bibbia dice in senso metaforico che coloro che sono caduti nell’amore del denaro “si sono del tutto feriti con molte pene” (1 Timoteo 6:10).

L’avidità porta a sentirsi inappagati, fa provare un senso di insoddisfazione per la propria situazione economica e impedisce di essere felici. “Chi [...] ama l’argento non si sazierà di argento, né chi ama la ricchezza si sazierà delle entrate” (Ecclesiaste 5:10).

Milioni di persone sono state adescate dal gioco d’azzardo e si sono trovate intrappolate in una terribile forma di dipendenza. Si tratta di un problema molto diffuso. Soltanto negli Stati Uniti, secondo alcune stime, riguarda milioni di giocatori.

Un proverbio dice che “un’eredità si ottiene dapprima mediante l’avidità, ma il suo proprio futuro non sarà benedetto” (Proverbi 20:21). Il gioco d’azzardo patologico ha portato molti a indebitarsi, anche al punto di fare bancarotta, o a perdere il lavoro, il coniuge e gli amici. Seguire i princìpi guida contenuti nella Bibbia aiuta ad evitare gli effetti negativi che il gioco d’azzardo può avere sulla propria vita e felicità.

“Quelli che hanno determinato di arricchire cadono in tentazione e in un laccio e in molti desideri insensati e dannosi, che immergono gli uomini nella distruzione e nella rovina” (1 Timoteo 6:9)