Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

È sbagliato bere bevande alcoliche?

È sbagliato bere bevande alcoliche?

 Il punto di vista biblico

È sbagliato bere bevande alcoliche?

“IL VINO è schernitore, la bevanda inebriante è tumultuosa, e chiunque ne è sviato non è saggio”. Questo versetto, che si trova nella Bibbia in Proverbi 20:1, indica forse che è sbagliato bere bevande alcoliche? Alcuni pensano di sì. A riprova citano episodi biblici in cui qualcuno sotto l’effetto dell’alcol commise azioni sbagliate. — Genesi 9:20-25.

Va anche detto che quando si eccede nel bere i risultati sono disastrosi: malattie come la cirrosi epatica, tragici incidenti, tracolli finanziari, maltrattamenti in famiglia e danni al feto. Probabilmente fu a motivo di queste terribili conseguenze che “molte denominazioni religiose insegnarono che bere alcol era immorale”, dice la World Book Encyclopedia. Ma è immorale bere bevande alcoliche? La Bibbia proibisce forse qualunque tipo di bevanda alcolica e in qualsiasi quantità?

Cosa dice la Bibbia?

In effetti le Scritture mettono in guardia contro le cattive conseguenze dell’eccedere nel bere. Efesini 5:18 avverte: “Non vi ubriacate di vino, in cui è dissolutezza”. Inoltre Proverbi 23:20, 21 esorta: “Non essere fra gli smodati bevitori di vino, fra quelli che sono ghiotti mangiatori di carne. Poiché l’ubriacone e il ghiottone si ridurranno in povertà”. E Isaia 5:11 dice: “Guai a quelli che si alzano la mattina di buon’ora solo per cercare la bevanda inebriante, che si indugiano fino a tardi nelle tenebre della sera così che il vino stesso li infiamma!”

La Bibbia menziona anche il piacere e i benefìci che derivano dal bere con moderazione. Per esempio Salmo 104:15 afferma che uno dei doni di Dio è il “vino che fa rallegrare il cuore dell’uomo mortale”. Ed Ecclesiaste 9:7 dice che la ricompensa per aver fatto un buon lavoro è ‘mangiare il proprio cibo con allegrezza e bere il proprio vino con buon cuore’. Conoscendo le proprietà terapeutiche del vino, Paolo disse a Timoteo: “Non bere più acqua, ma usa un po’ di vino a causa del tuo stomaco e dei tuoi frequenti casi di malattia”. (1 Timoteo  5:23) Nella Bibbia si accenna al fatto che l’alcol può avere l’effetto di alleviare l’angoscia. — Proverbi 31:6, 7.

Chiaramente le Scritture non proibiscono di bere bevande alcoliche. Ciò che condannano sono gli eccessi nel bere e l’ubriachezza. Perciò Paolo avvertì i sorveglianti cristiani, i servitori di ministero e le donne di età avanzata di non darsi a “molto vino” e consigliò a Timoteo di bere solo “un po’ di vino”. (1 Timoteo 3:2, 3, 8; Tito 2:2, 3) A tutti i cristiani viene ricordato che gli “ubriaconi” non “erediteranno il regno di Dio”. — 1 Corinti 6:9, 10.

È degno di nota che la Bibbia associa l’ubriachezza alla ghiottoneria e dice di evitare entrambe le cose. (Deuteronomio 21:20) Se il senso di questo comando fosse che non bisogna bere nessuna bevanda alcolica, dovremmo concludere che sia sbagliato anche mangiare qualsiasi cibo, indipendentemente dalla quantità. La Bibbia, in realtà, condanna gli eccessi che portano all’ubriachezza e alla ghiottoneria, non il mangiare e il bere con moderazione.

Cosa fece Gesù?

Cristo ci lasciò ‘un modello, affinché seguiamo attentamente le sue orme’, dice l’apostolo Pietro. “Egli non commise peccato”. (1 Pietro 2:21, 22) Come considerava quindi Gesù le bevande alcoliche? Il primo miracolo che fece fu di trasformare l’acqua in vino. Com’era il vino provveduto da Gesù? “Il direttore del banchetto” si complimentò con lo sposo per questo vino prodotto miracolosamente. Disse: “Ogni altro uomo offre prima il vino eccellente, e quando sono ebbri, quello inferiore. Tu hai riservato il vino eccellente fino ad ora”. — Giovanni 2:9, 10.

Bere vino faceva parte della celebrazione della Pasqua ebraica e Gesù usò il vino quando istituì il Pasto Serale del Signore. Porgendo un calice di vino ai discepoli disse loro: “Bevetene, voi tutti”. Sapendo che la sua morte era imminente aggiunse: “Da ora in poi non berrò più di questo prodotto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo con voi nel regno del Padre mio”. (Matteo 26:27, 29) Le persone quindi sapevano che Gesù beveva vino. — Luca 7:34.

Cosa dovremmo fare noi?

Anche se la Bibbia non proibisce di bere bevande alcoliche, questo non significa che dobbiamo bere per forza. Ci sono molti motivi per non bere affatto. Per esempio chi è stato alcolista sa che per lui è pericoloso bere anche solo un bicchiere. Una donna incinta forse si astiene dall’alcol per paura di danneggiare il suo bambino. E, sapendo che l’alcol compromette la lucidità e i riflessi, chi deve guidare vorrà evitare di fare qualcosa che metta a repentaglio la sua vita o quella di altri.

Il cristiano non vorrà essere una pietra d’inciampo per le persone la cui coscienza condanna il bere. (Romani 14:21) Saggiamente si asterrà dal bere bevande alcoliche quando si impegna nel ministero pubblico. È degno di nota che sotto la Legge che Dio diede all’antico Israele ai sacerdoti era vietato ‘bere vino e bevanda inebriante’ mentre svolgevano i loro servizi. (Levitico 10:9) Inoltre nei paesi in cui l’uso di alcol è vietato o soggetto a limitazioni il cristiano ubbidirà alla legge. — Romani 13:1.

Anche se decidere di bere oppure no e in che misura è una questione personale, la Bibbia incoraggia la moderazione. Dice: “Sia che mangiate o che beviate o che facciate qualsiasi altra cosa, fate ogni cosa alla gloria di Dio”. — 1 Corinti 10:31.

VI SIETE CHIESTI...

▪ Riguardo all’uso di alcol, quale avvertimento è contenuto nelle Scritture? — 1 Corinti 6:9, 10.

▪ Gesù Cristo beveva bevande alcoliche? — Luca 7:34.

▪ Per quanto riguarda il mangiare e il bere, da quale principio si fanno guidare i veri cristiani? — 1 Corinti 10:31.