Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

I lettori ci scrivono

I lettori ci scrivono

 I lettori ci scrivono

Pregiudizio Vi ringrazio per gli articoli “Il pregiudizio finirà mai?” (8 settembre 2004) Leggendoli mi sono accorta di avere dei pregiudizi, il che è paradossale perché molte volte mi arrabbio con chi ha pregiudizi. Sono sicura che questa rivista mi aiuterà.

M. U., Stati Uniti

Anche se vivo lontano dal mio paese di origine non penso di essere vittima del pregiudizio. Questi articoli, però, mi hanno aiutata a mostrare comprensione a chi ne è vittima. Siamo veramente grati a Geova perché presto porrà fine a questo problema!

T. G., Norvegia

Desidero lodarvi per aver cercato di sensibilizzare il pubblico sul problema del pregiudizio. Tuttavia penso che alle pagine 8 e 9 anche voi vi siate dimostrati prevenuti perché parlate di due ebrei che non aiutarono una persona ferita. Perché citate proprio gli ebrei?

H. H., Stati Uniti

“Svegliatevi!” risponde: Fu Gesù, un ebreo, a raccontare la parabola del buon samaritano. Ai suoi giorni molti ebrei nutrivano pregiudizi nei confronti dei samaritani. Perciò, mostrando che una persona di un’altra razza poteva dare prova di vero amore per un ebreo Gesù insegnava un principio molto importante ai suoi ascoltatori, anch’essi ebrei.

Disturbi mentali Grazie per l’articolo “Quando una persona cara soffre di un disturbo mentale”. (8 settembre 2004) Mia madre soffre da anni di un disturbo mentale. Ora capisco che dovrei incoraggiarla a chiedere aiuto e che non è una cosa di cui vergognarsi.

M. P., Ucraina

Ho solo 16 anni ma soffro di depressione da diversi anni. Grazie molte per aver scritto un articolo che mi può essere di aiuto nei momenti difficili. Sono certa che non sarà utile solo a me.

K. J., Germania

Continuate a pubblicare articoli come questi! Aiutano tutti noi a riconoscere il bisogno di essere più pazienti e amorevoli e a chiedere l’aiuto necessario. Quanto desideriamo vivere nel nuovo mondo di Dio, liberi da malattie tanto debilitanti!

K. F., Stati Uniti

Giovani Ho 15 anni e anch’io ho parlato spesso della mia fede a insegnanti e compagni. Quello che dice l’articolo “Giovani che parlano della loro fede” (8 settembre 2004) è vero: dare testimonianza a scuola è una protezione. Continuate a pubblicare articoli così belli!

R. B., Germania

Paradiso Mi è piaciuto molto l’articolo “Un angolo di paradiso”. (8 settembre 2004) Non avevo mai sentito parlare di neanche la metà degli animali menzionati. Da ora in poi cercherò di leggere ogni numero di Svegliatevi!

W. C., Francia

Vi ringrazio tanto per questo articolo. Vivo in un paesino e difficilmente mi allontano da qui, ma le pagine di Svegliatevi! mi permettono di “viaggiare” regolarmente. La bellezza della creazione di Geova ci fa provare riverenza e ci fa comprendere il suo grande amore.

D. H., Stati Uniti

Qualcosa di meglio La biografia di Charles Sinutko intitolata “Qualcosa di meglio della celebrità” mi ha profondamente colpita. (22 agosto 2004) Il fratello Sinutko ha rinunciato alla carriera, alla fama e alla ricchezza per servire Geova. Lui e sua moglie si sono accontentati di vivere una vita semplice. La loro forte fede mi ha commosso e ha rafforzato la mia fiducia in Geova. Sono stata incoraggiata a impegnarmi con vigore nel ministero. Grazie per questa edificante esperienza.

I. B., Polonia