Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

I lettori ci scrivono

I lettori ci scrivono

 I lettori ci scrivono

Sofferenze Vi ringrazio molto per l’articolo “I giovani chiedono... Perché Dio permette che soffriamo?” (22 marzo 2004) Ho 14 anni e di recente ho perso due persone a cui ero affezionata: mio nonno e mia zia. Sapevo che non era colpa di Dio ma di Satana, che ha solo un breve periodo di tempo. L’articolo mi ha confortata davvero. Continuate a scrivere articoli come questo. Grazie ancora dal profondo del cuore.

B. B., Stati Uniti

Di recente la ragazza che stavo per sposare ha perso la vita in un incidente automobilistico. È stata una tragedia per me, per la congregazione e in modo particolare per i suoi genitori. Ringrazio Geova perché mi sta aiutando a superare il mio profondo dolore. Ringrazio anche voi per l’articolo “Perché Dio permette che soffriamo?” È arrivato al momento giusto.

I. D., Germania

All’inizio non volevo leggere l’articolo perché pensavo che fosse deprimente. Due anni fa ho perso il mio fratello maggiore a causa di una malattia e la cosa mi fa ancora soffrire. L’articolo, però, mi ha ricordato che Geova è il Datore di cose buone. Perciò il mio dolore si è rapidamente attenuato e ho acquistato coraggio per andare avanti in questo mondo instabile.

S. H., Giappone

Zuccheri Diverse persone mi hanno detto che l’articolo “Gli zuccheri della vita” (22 marzo 2004) pubblicizzava implicitamente un famoso prodotto che servirebbe per curare varie malattie, compreso il cancro. Non ho niente da ridire sul vostro articolo ma mi irrita il pensiero che alcuni possano usarlo per guadagno o per promuovere le loro idee.

P. K., Australia

“Svegliatevi!” risponde: Nell’articolo “Gli zuccheri della vita” abbiamo semplicemente riportato le conclusioni a cui sono giunti i biologi in merito all’importanza degli zuccheri per la salute. Non si intendeva in alcun modo pubblicizzare un particolare prodotto. Quando tratta argomenti di carattere medico, “Svegliatevi!” non raccomanda ai lettori nessuna terapia particolare. Spetta ai singoli cristiani assicurarsi che i prodotti che usano per curarsi riflettano buon giudizio e non siano in contrasto con i princìpi biblici.

Intolleranza al lattosio Da alcuni anni ho i sintomi menzionati nell’articolo “In che consiste l’intolleranza al lattosio”. (22 marzo 2004) Mi sono sottoposta a un test respiratorio all’idrogeno che ha rivelato un’intolleranza al lattosio. Quando ho mostrato l’articolo all’internista, ha detto che era molto ben documentato e mi ha incoraggiata a ringraziarvi per l’ottimo lavoro. Non aveva mai letto Svegliatevi!

E. S., Germania

Eccessi nel bere Grazie per l’articolo “Il punto di vista biblico: Eccessi nel bere: Sono davvero così gravi?” (8 marzo 2004) Solo adesso mi rendo conto che è stato l’alcool la causa delle liti con mia moglie e che ho sprecato un sacco di soldi. Ora bevo sempre più di rado.

G. K., Tanzania

Cruciverba Mi piace fare le parole crociate pubblicate in Svegliatevi! Sono istruttive. Inizialmente dovevo consultare spesso la Bibbia per trovare la parola giusta, ma ora, grazie al mio programma di studio biblico, questo capita di rado. Sono state proprio le parole crociate a incoraggiarmi ad avere questo programma.

W. K., Polonia

“Svegliatevi!” risponde: In certe edizioni di “Svegliatevi!” al posto delle parole crociate compare un quiz biblico intitolato “Lo sapete?”