Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Dove trovare vera speranza?

Dove trovare vera speranza?

 Dove trovare vera speranza?

IL VOSTRO orologio si è fermato e sembra rotto. Per ripararlo vi si presentano una marea di possibilità: le inserzioni per la riparazione di orologi sono tante, fanno tutte grandi promesse, e alcune sono in contraddizione fra loro. Ma che dire se scoprite che è stato un vostro vicino, anni fa, a progettare proprio quel tipo di orologio che avete voi? Inoltre, venite a sapere che quest’uomo è pronto ad aiutarvi, gratuitamente. Non sarebbe chiara la decisione da prendere?

Ora paragoniamo l’orologio alla vostra capacità di sperare. Se riscontrate che la vostra speranza si sta affievolendo, come sta succedendo a molti in questi tempi difficili, a chi vi rivolgerete per avere aiuto? Molti asseriscono di poter risolvere il problema, ma i numerosi consigli possono essere disorientanti e contraddittori. Perché, quindi, non rivolgersi a Colui che ha creato il genere umano e lo ha dotato della capacità di sperare? La Bibbia dice che egli ‘non è lontano da ciascuno di noi’ e che ci aiuta più che volentieri. — Atti 17:27; 1 Pietro 5:7.

Una definizione più esaustiva

Il concetto biblico di speranza è più ampio e più profondo di quello comunemente usato da medici, scienziati e psicologi odierni. Nelle lingue originali della Bibbia i termini tradotti “speranza” significano attendere con ansiosa aspettazione e aspettare qualcosa di buono. Fondamentalmente la speranza si compone di due elementi. Implica sia il desiderio di qualcosa di buono che la base per credere che questo si realizzerà. La speranza offerta nella Bibbia non è una pia illusione. È ben fondata su fatti e prove.

Sotto questo aspetto la speranza è simile alla fede, che deve basarsi su prove, non sulla credulità. (Ebrei 11:1) La Bibbia, comunque, fa una distinzione tra fede e speranza. — 1 Corinti 13:13.

Facciamo un esempio: Quando chiedete a un caro amico un favore, potete sperare nel suo aiuto. La vostra speranza non è infondata perché avete fiducia in lui: lo conoscete bene e avete visto che in passato si è comportato in  modo gentile e generoso. Analogamente, la fede è un’espressione di completa fiducia in Dio. Fede e speranza sono strettamente legate, anzi l’una dipende dall’altra, ma sono comunque due cose distinte. È possibile nutrire questo tipo di speranza in Dio?

La base per la speranza

Geova Dio è la fonte della vera speranza. Nei tempi biblici fu chiamato “speranza d’Israele”. (Geremia 14:8) Tutte le speranze sicure che il suo popolo aveva venivano da lui; egli stesso era la loro speranza. Tale speranza non era un semplice desiderio. Dio diede loro una solida base per sperare. Nel trattare con loro, nel corso dei secoli, si era fatto la reputazione di un Dio che mantiene le sue promesse. Il condottiero Giosuè disse a Israele: “Voi sapete bene . . . che nemmeno una parola di tutte le buone parole che Geova vostro Dio vi ha proferito è venuta meno”. — Giosuè 23:14.

Benché siano passati migliaia di anni quella affermazione è ancora vera. La Bibbia è piena di straordinarie promesse fatte da Dio e di accurate narrazioni storiche che mostrano come le ha mantenute. Le sue promesse profetiche sono così sicure che a volte nella Bibbia se ne parla come se si fossero già adempiute al tempo in cui furono pronunciate.

Ecco perché possiamo definire la Bibbia il libro della speranza. Man mano che esaminerete come Dio si è comportato con gli esseri umani, i motivi per riporre in lui la vostra speranza non potranno che diventare più forti. L’apostolo Paolo scrisse: “Tutte le cose che furono scritte anteriormente furono scritte per nostra istruzione, affinché per mezzo della nostra perseveranza e per mezzo del conforto delle Scritture avessimo speranza”. — Romani 15:4.

Quale speranza ci offre Dio?

Quand’è che sentiamo più che mai il bisogno di avere speranza? Non è forse quando ci troviamo di fronte alla morte? Eppure, per molti è proprio in un momento del genere, ad esempio quando la morte ci priva di un nostro caro, che la speranza sembra più sfuggente che mai. Dopo tutto, quale situazione potrebbe essere più disperata della morte? Insegue ciascuno di noi senza darci tregua. Possiamo evitarla solo per un po’, ma non siamo in grado di eliminarla. Appropriatamente la Bibbia definisce la morte l’“ultimo nemico”. — 1 Corinti 15:26.

Dove possiamo, quindi, trovare speranza di fronte alla morte? Ebbene, il passo biblico che definisce la morte l’ultimo nemico dice anche che questo avversario ‘sarà ridotto a nulla’. Geova Dio è più forte della morte. Lo ha dimostrato in tantissime occasioni. Come? Risuscitando persone che erano morte. La Bibbia descrive nove occasioni in cui Dio usò il suo potere per riportare in vita dei morti.

In un caso memorabile Geova conferì a suo Figlio, Gesù, il potere di risuscitare un uomo di nome Lazzaro, che era morto da quattro giorni. Gesù non risuscitò questo suo caro amico in segreto, ma apertamente, davanti a una folla. — Giovanni 11:38-48, 53; 12:9, 10.

Potreste chiedere: ‘Perché delle persone furono risuscitate? Non invecchiarono lo stesso e non morirono forse di nuovo?’ È vero, ma grazie a resoconti attendibili come quello della risurrezione di Lazzaro possiamo avere più che il semplice desiderio che i nostri cari morti tornino in vita; abbiamo validi motivi per ritenere che questo avverrà. In altre parole abbiamo una vera speranza.

Gesù disse: “Io sono la risurrezione e la vita”. (Giovanni 11:25) Egli è colui al quale Geova conferirà il potere di compiere risurrezioni su scala mondiale. Gesù disse: “L’ora viene in cui tutti quelli che sono nelle tombe commemorative udranno la sua voce [la voce di Cristo] e ne verranno fuori”. (Giovanni 5:28, 29) Sì, tutti quelli che dormono nella tomba hanno la prospettiva di essere risuscitati per vivere in un paradiso sulla terra.

 Il profeta Isaia descrisse la risurrezione in modo toccante: “I tuoi morti vivono, i loro corpi sorgeranno di nuovo. Quelli che dormono nella terra si sveglieranno e grideranno di gioia; poiché la tua rugiada è rugiada di luce scintillante, e la terra farà nascere di nuovo quelli che sono morti da tempo”. — Isaia 26:19, The New English Bible.

Non è una promessa confortante? I morti sono nella condizione più sicura che si possa immaginare, come un nascituro protetto nel grembo materno. In effetti quelli che riposano nella tomba sono conservati perfettamente nell’illimitata memoria dell’Iddio Onnipotente. (Luca 20:37, 38) E presto saranno riportati in vita, facendo il loro ingresso in un mondo felice e ospitale che li accoglierà con lo stesso entusiasmo con cui un neonato viene accolto dalla famiglia amorevole che lo sta aspettando. Così, c’è speranza perfino di fronte alla morte.

Cosa può significare la speranza per voi

Paolo ci insegna molto riguardo al valore della speranza. La paragonò a una parte essenziale dell’armatura spirituale: l’elmo. (1 Tessalonicesi 5:8) Cosa intendeva dire? Ebbene, nei tempi biblici il soldato che andava in battaglia indossava un elmo di metallo, spesso sopra un berretto di feltro o di cuoio. Grazie all’elmo la maggioranza dei colpi diretti alla testa invece di risultare fatali sarebbero rimbalzati via. Paolo indica quindi che, come l’elmo protegge la testa, la speranza protegge la mente, le facoltà di pensare. Se avete una solida speranza in armonia con i propositi divini, quando affronterete difficoltà la vostra pace mentale non verrà sconvolta dal panico o dalla disperazione. Chi di noi non ha bisogno di questo elmo?

Paolo fece un’altra vivida illustrazione sulla speranza, mettendola in relazione con la volontà di Dio. Scrisse: “Questa speranza noi l’abbiamo come un’àncora per l’anima, sicura e ferma”. (Ebrei 6:19) Dal momento che era sopravvissuto a più di un naufragio, Paolo sapeva bene quanto fosse importante l’ancora. Nel mezzo di una tempesta, i marinai gettavano l’ancora. Se questa faceva presa sul fondo marino ed era ben fissata, la nave aveva la possibilità di superare la tempesta relativamente indenne anziché essere sospinta verso la costa e fracassarsi contro le rocce.

In modo simile, se le promesse di Dio sono per noi una speranza “sicura e ferma”, questa speranza ci può aiutare a superare i tempi burrascosi in cui viviamo. Geova promette che verrà presto il tempo in cui il genere umano non sarà più afflitto da guerre, criminalità, dolore, e nemmeno dalla morte. (Vedi il  riquadro a pagina 10). Tenerci stretti a questa speranza può aiutarci ad evitare il disastro, dandoci l’incentivo di cui abbiamo bisogno per vivere secondo i princìpi di Dio invece di cedere allo spirito caotico e immorale oggi così diffuso.

La speranza che Geova offre riguarda anche voi a livello personale. Egli vuole che abbiate la vita che si proponeva per voi. Desidera che “ogni sorta di uomini siano salvati”. Come? Innanzi tutto ciascuno deve ‘venire all’accurata conoscenza della verità’. (1 Timoteo 2:4) Gli editori di questa rivista vi incoraggiano ad acquistare questa conoscenza vivificante della verità della Parola di Dio. La speranza che Dio vi darà attraverso questa conoscenza è molto superiore a qualsiasi speranza possiate trovare in questo mondo.

Grazie ad essa non vi sentirete mai abbandonati a voi stessi, perché Dio può darvi la forza necessaria per raggiungere qualunque obiettivo vi siate prefissi, se è in armonia con la sua volontà. (2 Corinti 4:7; Filippesi 4:13) Non è forse la speranza di cui avete bisogno? Se sentite questo bisogno e state cercando questa speranza, fatevi coraggio. La speranza è a portata di mano. Potete trovarla!

 [Riquadro/Immagine a pagina 10]

 Ragioni per avere speranza

Questi pensieri scritturali possono aiutarvi a rafforzare la vostra speranza:

▪ Dio promette un futuro felice.

La sua Parola dice che tutta la terra diverrà un paradiso e sarà abitata da una famiglia umana unita e felice. — Salmo 37:11, 29; Isaia 25:8; Rivelazione (Apocalisse) 21:3, 4.

▪ Dio non può mentire.

Egli detesta la menzogna in tutte le sue forme. Geova è infinitamente santo e puro, di conseguenza per lui è impossibile mentire. — Proverbi 6:16-19; Isaia 6:2, 3; Tito 1:2; Ebrei 6:18.

▪ Dio ha potere illimitato.

Solo Geova è onnipotente. Niente nell’universo può impedirgli di mantenere le sue promesse. — Esodo 15:11; Isaia 40:25, 26.

▪ Dio vuole che viviate per sempre.

— Giovanni 3:16; 1 Timoteo 2:3, 4.

▪ Dio ci guarda con speranza.

Egli sceglie di concentrare la sua attenzione non sulle nostre mancanze o sui nostri punti deboli, ma sulle buone qualità che abbiamo e sugli sforzi che facciamo. (Salmo 103:12-14; 130:3; Ebrei 6:10) Spera che faremo ciò che è giusto e si compiace quando lo facciamo. — Proverbi 27:11.

▪ Dio promette di aiutarvi a raggiungere gli obiettivi spirituali che vi prefiggete.

I suoi servitori non devono sentirsi impotenti. Dio ci aiuta elargendoci il suo spirito santo, la forza più potente che esista. — Filippesi 4:13.

▪ Sperare in Dio non porta mai alla delusione.

Poiché è degno di fiducia nel modo più assoluto, non vi deluderà mai. — Salmo 25:3.

[Immagine a pagina 12]

Come l’elmo protegge la testa, la speranza protegge la mente

[Immagine a pagina 12]

Come un’ancora, la speranza solidamente fondata può dare stabilità

[Fonte]

Cortesia di René Seindal/Su concessione del Museo Archeologico Regionale A. Salinas di Palermo