Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Malattie trasmesse dagli insetti: Un problema sempre più grave

Malattie trasmesse dagli insetti: Un problema sempre più grave

 Malattie trasmesse dagli insetti: Un problema sempre più grave

È ORA di andare a letto in una casa latino-americana. Una mamma amorevole rincalza il letto al suo bambino e gli augura la buona notte. Ma nell’oscurità, da una crepa del soffitto cade sul lettino una cimice reduvide, o triatoma, lunga quasi 2 centimetri, liscia e nera. Finisce sul viso del bambino addormentato e in modo quasi impercettibile fora la pelle morbida con il suo pungiglione. Mentre si rimpinza di sangue, la cimice si libera degli escrementi pieni di parassiti. Senza svegliarsi, il bambino si gratta, facendo penetrare nella ferita le feci infette.

Come conseguenza di quell’unica puntura, il bambino contrae la malattia di Chagas. Nel giro di una settimana o due gli viene la febbre alta e si gonfia tutto. Se sopravvive, i parassiti si stabiliscono nell’organismo, insinuandosi nel cuore, nei nervi e nei tessuti interni. Potrebbero passare dai 10 ai 20 anni senza che si manifestino sintomi. Ma poi potrebbero comparire lesioni all’apparato digerente e infezione cerebrale con conseguente morte per insufficienza cardiaca.

Questo caso ipotetico descrive in modo realistico come si contrae la malattia di Chagas. Nell’America Latina forse milioni di persone sono a rischio.

Compagni dell’uomo dalle molte zampe

“Nell’uomo la maggior parte delle febbri sono prodotte da microrganismi veicolati da insetti”, dice l’Encyclopædia Britannica. La gente usa comunemente il termine “insetto” per indicare non solo gli insetti veri e propri, piccoli invertebrati con sei zampe quali mosche, pulci, zanzare, pidocchi e scarafaggi, ma anche quelli con otto zampe come acari e zecche. Gli scienziati li classificano tutti come Artropodi, la più vasta suddivisione del regno animale, che include almeno un milione di specie conosciute.

La grande maggioranza degli insetti è innocua e alcuni sono molto utili all’uomo. Senza di essi molte piante e alberi da cui uomini e animali dipendono non potrebbero essere impollinati né portare frutto. Alcuni insetti aiutano a riciclare i rifiuti. Molti si nutrono solo di piante, mentre certuni mangiano altri insetti.

Innegabilmente ci sono insetti che infastidiscono uomini e animali con le loro dolorose punture o semplicemente con la loro presenza in gran numero. Alcuni inoltre rovinano i raccolti. Peggio ancora, ci sono insetti che diffondono malattie e morte. Malattie trasmesse da insetti “furono responsabili di più malattie e decessi di esseri umani dal XVII fino all’inizio del XX secolo di tutte le altre cause messe insieme”, afferma Duane  Gubler dei Centri americani per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie.

Attualmente circa 1 persona su 6 contrae una malattia trasmessa da insetti. Oltre alle sofferenze che provocano, queste malattie impongono un gravoso onere finanziario, specie ai paesi in via di sviluppo, quelli meno in grado di farvi fronte. Anche una singola epidemia può essere costosa. Un’epidemia del genere scoppiata nel 1994 nell’India occidentale si dice sia costata miliardi di dollari all’economia locale e mondiale. Secondo l’Organizzazione Mondale della Sanità (OMS), i paesi più poveri non potranno mai progredire economicamente finché simili problemi sanitari non saranno risolti.

In quali modi gli insetti trasmettono malattie

Ci sono principalmente due modi in cui gli insetti sono vettori, cioè trasmettono malattie. Il primo è meccanico. Come si può portare sporcizia in casa con le scarpe, così “le mosche possono trasportare sulle zampe milioni di microrganismi che, in quantità sufficienti, causano malattie”, dice l’Encyclopædia Britannica. Le mosche possono raccogliere sostanze contaminanti dagli escrementi, per esempio, e trasmetterle quando si posano su cibi o bevande. In questo modo gli esseri umani contraggono malattie debilitanti e letali come febbre tifoide, dissenteria e persino colera. Le mosche contribuiscono anche a diffondere il tracoma, la causa principale di cecità nel mondo. Questa malattia può causare cecità provocando lesioni alla cornea, la membrana trasparente dell’occhio davanti all’iride. In tutto il mondo circa 500.000.000 di persone soffrono a motivo di questo flagello.

Si sospetta che anche gli scarafaggi, che prosperano nella sporcizia, trasmettano malattie meccanicamente. Inoltre gli esperti collegano il recente aumento incredibile di asma, specie fra i bambini, ad allergie causate da scarafaggi. Per esempio, immaginate la scena: Ashley, una ragazzina di 15 anni, per molte notti aveva fatto fatica a respirare a causa dell’asma. Mentre la dottoressa si accinge ad auscultarle i polmoni, dalla camicetta di Ashley cade uno scarafaggio che attraversa di gran carriera il lettino dello studio medico.

Malattie provenienti dall’interno degli insetti

Un secondo modo in cui gli insetti possono trasmettere malattie, con una puntura o altro, è ospitando nel loro corpo virus, batteri o parassiti. Solo una piccola percentuale di insetti trasmette in tal modo malattie all’uomo. Per esempio, anche se esistono migliaia di specie di zanzare, solo la zanzara anofele trasmette la malaria, che dopo la tubercolosi è la malattia contagiosa che causa più decessi.

Comunque, altre zanzare trasmettono una gran quantità di altre malattie. L’OMS riferisce: “Di tutti gli insetti che trasmettono malattie, la zanzara costituisce la peggiore minaccia, dato  che diffonde malaria, dengue e febbre gialla, le quali nell’insieme sono responsabili ogni anno di milioni di morti e centinaia di milioni di casi di malattia”. In tutta la terra almeno il 40 per cento della popolazione rischia di contrarre la malaria, e circa il 40 per cento la dengue. In molti luoghi si possono contrarre entrambe le malattie.

Le zanzare non sono certo i soli vettori di malattie. La mosca tse-tse trasmette i protozoi che causano la malattia del sonno, che affligge centinaia di migliaia di persone e costringe intere comunità ad abbandonare i loro campi fertili. Trasmettendo le larve del parassita che causa l’oncocercosi o cecità fluviale, le mosche nere hanno privato della vista circa 400.000 africani. Un tipo di pappataci o flebotomi sono vettori del protozoo che causa la leishmaniosi, un gruppo di condizioni patologiche invalidanti, deformanti e spesso mortali che attualmente affliggono milioni di persone di ogni età in tutto il mondo. L’onnipresente pulce può ospitare tenie, causare encefalite, tularemia e persino la peste, generalmente identificata con la peste nera che nel Medioevo in soli sei anni annientò un terzo o più della popolazione europea.

Pidocchi, acari e zecche possono trasmettere varie forme di tifo e altre malattie. In tutto il mondo nelle zone temperate le zecche possono trasmettere la malattia di Lyme, potenzialmente debilitante, la più comune delle malattie trasmesse da vettori negli Stati Uniti e in Europa. Uno studio effettuato in Svezia ha rivelato che gli uccelli migratori possono trasportare le zecche a migliaia di chilometri di distanza, con la possibilità di introdurre le malattie di cui sono vettori in nuove zone. “Le zecche”, dice l’Encyclopædia Britannica, “superano tutti gli altri artropodi (eccetto le zanzare) nel numero di malattie  che trasmettono agli esseri umani”. Difatti una sola zecca può ospitare anche tre organismi diversi che causano malattie e può trasmetterle tutte con un solo morso.

Sollievo dalle malattie

Solo nel 1877 fu dimostrato scientificamente che gli insetti trasmettono malattie. Da allora sono state fatte campagne su vasta scala per controllare o eliminare gli insetti che trasmettono malattie. Nel 1939 all’arsenale degli insetticidi si aggiunse il DDT, ed entro gli anni ’60 le malattie trasmesse dagli insetti non erano più considerate una delle principali minacce per la salute pubblica al di fuori dell’Africa. Anziché concentrarsi sul controllo dei vettori, si rivolse l’attenzione alla cura farmacologica dei casi urgenti, e l’interesse per lo studio degli insetti e del loro habitat diminuì. Inoltre poiché si stavano scoprendo nuovi farmaci sembrava che la scienza avrebbe potuto trovare un’“arma miracolosa” per debellare qualsiasi malattia. Il mondo provò un po’ di sollievo dalle malattie infettive. Ma sarebbe stato di breve durata. Il prossimo articolo spiegherà perché.

[Testo in evidenza a pagina 3]

Oggi 1 persona su 6 è affetta da una malattia trasmessa dagli insetti

[Immagine a pagina 3]

Il triatoma

[Immagine a pagina 4]

Le zampe delle mosche trasportano agenti patogeni

[Immagini a pagina 5]

Molti insetti portano malattie all’interno del loro corpo

Le mosche nere trasmettono la cecità fluviale

Le zanzare trasmettono malaria, dengue e febbre gialla

I pidocchi possono trasmettere il tifo

Le pulci possono causare encefalite e altre malattie

Le mosche tse-tse trasmettono la malattia del sonno

[Fonti]

WHO/TDR/LSTM

CDC/James D. Gathany

CDC/Dr. Dennis D. Juranek

CDC/Janice Carr

WHO/TDR/Fisher

[Fonte dell’immagine a pagina 4]

Clemson University - USDA Cooperative Extension Slide Series, www.insectimages.org