Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Una delle noci più utili della terra

Una delle noci più utili della terra

 Una delle noci più utili della terra

C’È UNA “noce” straordinaria che ha viaggiato in tutto il mondo. Dà sia cibo che bevanda. Inoltre la forma unica dell’albero che la produce è il simbolo delle isole tropicali. Di quale noce stiamo parlando? Della noce di cocco, una delle più utili della terra. *

Forse per chi proviene da altri paesi la palma da cocco non evoca nient’altro che una vacanza ai tropici. Per chi vive nei paesi tropicali, invece, questo albero offre molto di più. Gli indonesiani dicono che il suo frutto “si usa in tanti modi quanti sono i giorni dell’anno”. Nelle Filippine si dice che “chi pianta una palma da cocco pianta utensili e indumenti, cibo e bevanda, una dimora per sé e un’eredità per i suoi figli”.

Questo detto non è un’esagerazione. Secondo un libro la palma da cocco “fornisce non solo cibo, acqua e olio per cucinare, ma anche foglie  per coprire i tetti, fibre per fare funi e stuoie, gusci utilizzabili come utensili e ornamenti e la dolce linfa dell’infiorescenza da cui si ricava zucchero e alcool”. (Coconut—Tree of Life) Il libro aggiunge: “Tagliato nel modo giusto, si può usare anche il legno”. Infatti grazie alla palma da cocco gli abitanti delle Maldive, nell’Oceano Indiano, costruirono imbarcazioni, e si dice che con esse navigarono fino in Arabia e nelle Filippine. Ma è la noce di cocco, più dei suoi coltivatori, a essersi rivelata la più grande navigatrice.

Un marinaio d’eccezione

Le noci di cocco crescono bene lungo quasi tutte le coste tropicali, a condizione che ci siano sufficienti precipitazioni. Benché la popolazione locale pianti palme da cocco, la noce di cocco è arrivata da sola in alcuni dei luoghi più isolati del pianeta. I semi delle piante si disperdono in molti modi, ma la noce di cocco sfrutta le acque dell’oceano, ed è questo il segreto del suo successo come grande viaggiatrice.

Quando sono mature, le noci di cocco cadono a terra. In certi casi rotolano lungo la spiaggia e finiscono in acqua. Quindi possono essere portate via dall’alta marea. Dato che l’involucro fibroso è pieno d’aria, galleggiano facilmente. Se si trovano su un atollo del Pacifico, possono essere trasportate solo sull’altro lato della laguna. Ma se raggiungono il mare aperto, possono andare molto lontano.

L’acqua marina, che distrugge la maggior parte degli altri semi, impiega molto tempo prima di penetrare nel guscio legnoso delle noci di cocco. Possono tranquillamente resistere tre mesi in mare, a volte trasportate per migliaia di chilometri, per poi riuscire lo stesso a germogliare una volta raggiunta una spiaggia adatta. Forse è in questo modo che hanno colonizzato molti litorali tropicali del mondo.

Il sapore dei tropici

Chi vive lontano dai tropici potrebbe considerare la noce di cocco un aromatizzante per merendine o biscotti. Se andate in Asia sud-orientale, però, vi accorgerete che si può davvero usare in mille modi. Secondo un libro sulla cucina del Pacifico e del Sud-Est asiatico, “la noce di cocco è un ingrediente essenziale per preparare cibi in tutti i paesi, le regioni e le isole dalle Hawaii a Bangkok”. (Pacific and Southeast Asian Cooking) Il libro dice anche che per gli abitanti di queste zone “la noce di cocco è indispensabile poiché da essa ricevono nutrimento . . . in molte forme e attraverso una varietà quasi illimitata di pietanze e gusti”.

La noce di cocco è l’orgoglio della gastronomia tropicale per un semplice motivo: fornisce acqua, latte e olio per cucinare. Il liquido chiaro e dolciastro di cui è pieno il frutto verde e immaturo è l’acqua o succo della noce di cocco. È una deliziosa bevanda rinfrescante che nei tropici viene spesso venduta nei chioschi lungo la strada. Il latte di cocco, invece, si ottiene mescolando la polpa grattugiata della noce di cocco con acqua e poi spremendo per far uscire il liquido. Il latte di cocco insaporisce e arricchisce zuppe, salse e impasti.

Per estrarre l’olio per cucinare dalle noci di cocco, il coltivatore spacca la noce matura e la fa essiccare al sole. Una volta essiccata, la polpa, detta copra, viene separata dal guscio per estrarne l’olio. Nei paesi tropicali l’olio di cocco è il principale olio da cucina, mentre nei paesi occidentali viene impiegato spesso nella preparazione di margarine, gelati e biscotti.

Raccogliere le noci di cocco non è un compito facile. Di frequente, chi le raccoglie si arrampica sull’albero e le fa cadere. Altri si servono di un lungo bastone che ha un coltello all’estremità. In Indonesia per questo lavoro sono state addestrate alcune scimmie. Il metodo più semplice, preferito da chi vuole essere sicuro di raccogliere noci mature, è aspettare che cadano a terra.

Comunque vengano raccolte, le noci di cocco si possono usare in mille modi, cosa che le ha rese un prodotto destinato al mercato e una preziosa fonte di cibo per molti. Perciò, la prossima volta che vedete una palma da cocco, in fotografia o dal vivo, ricordate che è molto più di un albero che abbellisce le spiagge dei tropici. State guardando un albero che produce una delle “noci” più utili della terra.

[Nota in calce]

^ par. 2 Benché in certi luoghi la noce di cocco non sia considerata una noce, diverse fonti definiscono così questo frutto.

 [Riquadro/Immagini a pagina 26]

CURIOSITÀ SULLA NOCE DI COCCO

IL LADRO DEI COCCHI Gli esseri umani non sono gli unici ad apprezzare le noci di cocco. Un granchio, conosciuto come ladro dei cocchi o ladro delle palme, di giorno vive in una cavità nel terreno, mentre di notte banchetta con le noci di cocco. Per aprire una noce l’uomo ha bisogno del machete, mentre a questo granchio ingegnoso basta un po’ di lavoro: la batte contro una roccia finché non si rompe. A quanto pare un’alimentazione che include noci di cocco soddisfa egregiamente i bisogni di questa creatura, che può vivere più di 30 anni!

NOCI DI COCCO E COSMETICI Dato che l’olio di cocco è ideale per la pelle, viene usato nella produzione di rossetti e creme abbronzanti. Inoltre se usate un sapone biodegradabile o uno shampoo molto schiumoso, è probabile che fra i suoi ingredienti principali vi sia l’olio di cocco.

[Immagini]

Le noci di cocco possono resistere a traversate oceaniche

Ladro dei cocchi

Palma da cocco

[Fonte]

Godo-Foto

[Fonte dell’immagine a pagina 25]

Riquadro in alto a destra: Godo-Foto