Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Il misterioso celacanto

Il misterioso celacanto

 Il misterioso celacanto

DAL KENYA

NELL’APRILE 2001 al largo della costa del Kenya fu catturata una femmina di celacanto. * Il pesce era lungo 170 centimetri e pesava 77 chilogrammi. Il celacanto si riconosce dalla coda a tre lobi e dal colore blu con tracce bianche.

Una volta si credeva che il celacanto si fosse estinto nel lontano passato. Poi nel 1938 un celacanto fu catturato al largo della costa sudafricana. Fu una delle più sorprendenti scoperte zoologiche del XX secolo. Fino ad allora si sapeva dell’esistenza di questo pesce solo dai reperti fossili. Da che fu catturato per la prima volta ne sono stati avvistati altri esemplari vicino al Mozambico e al Madagascar. Popolazioni piuttosto numerose sono state scoperte anche nelle isole Comore.

Le femmine non depongono uova che si schiudono in acqua. I celacanti sono ovovivipari, cioè producono uova che si sviluppano e si schiudono all’interno dell’organismo della femmina o subito dopo essere state espulse. Dalla femmina catturata l’anno scorso sono state ricuperate 17 uova, ciascuna della grandezza di una palla da tennis.

Creature marine come il celacanto magnificano la versatilità e la sapienza del loro Creatore, Geova Dio. — Salmo 148:7.

[Nota in calce]

^ par. 3 Il nome celacanto deriva dal greco kòilos (cavo) e àkantha (spina), in riferimento alla sua pinna dorsale cava.

[Fonte dell’immagine a pagina 23]

Foto e disegni: Dipartimento di ittiologia/MUSEI NAZIONALI DEL KENYA