Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

I lettori ci scrivono

I lettori ci scrivono

 I lettori ci scrivono

Halloween Desidero fare una precisazione riguardo all’articolo “Feste tradizionali: un innocuo divertimento?” (8 ottobre 2001) Fate riferimento alla “festa di Guy Fawkes”, che in Gran Bretagna è nota comunemente come “la notte dei falò”. Sicuramente i cristiani non vi dovrebbero partecipare. È una ricorrenza di natura politica che celebra l’esecuzione di un uomo. Ma anche se la data in cui viene festeggiata, il 5 novembre, è vicina a quella di Halloween e le due feste si accavallano per un po’, la notte dei falò non ha niente a che vedere con la festa spiritica di Halloween.

P. B., Gran Bretagna

“Svegliatevi!” risponde: È stato scelto Halloween come esempio di tradizione popolare che ha origini ripugnanti. Sono state menzionate la “festa delle lanterne” di Taiwan e la “festa di Guy Fawkes” in quanto celebrazioni che sotto certi aspetti “somigliano” a Halloween. Tuttavia non volevamo sottintendere che una di queste feste avesse proprio a che fare con Halloween o avesse origini simili. Ciò nonostante, viste le analogie con Halloween, festa che ha chiaramente a che fare con lo spiritismo, nel decidere se partecipare o meno a tali feste i lettori fanno bene a valutarne le origini.

Vi ringrazio per aver spiegato in che modo la festa di Halloween ha legami con l’occulto. La gente la considera innocua e divertente, ma durante questa festa alcuni si sono cacciati in guai seri. I bambini che vagano di notte possono farsi male o ricevere dolcetti guasti. Una ragazza del mio quartiere è dovuta andare in ospedale. Alcuni adolescenti credono che Halloween sia un’occasione per girare per le strade e danneggiare le abitazioni altrui. Una padrona di casa benintenzionata che aveva dato dei dolcetti ha scoperto che la sua generosità aveva sortito l’effetto contrario: un bambino ha mentito accusandola falsamente di avergli dato un dolcetto guasto. Nonostante ciò, nel mio quartiere Halloween è ancora una grande ricorrenza. Spero che tutti i miei vicini leggano il vostro ottimo articolo.

G. H., Stati Uniti

Giocattoli Grazie della notizia di “Uno sguardo al mondo” intitolata “Troppi giocattoli”. (8 ottobre 2001) Mia figlia di 15 mesi aveva quattro ceste di giocattoli nella sua stanza. Sparpagliavamo tutto per terra e lei non riusciva mai a decidere con cosa giocare. Quando mio padre mi ha fatto notare questo trafiletto di Svegliatevi! l’ho letto subito e ho ridotto i giocattoli a mezza cesta. Ora mia figlia ha ripreso a giocare con piacere.

P. G., Germania

Leif Eriksson Desidero ringraziarvi per l’articolo “Leif Eriksson scoprì l’America?” (22 settembre 2001) In storia stiamo studiando Cristoforo Colombo. Quando l’insegnante ci ha detto che Colombo scoprì l’America, ho alzato la mano e ho detto di aver letto che potrebbe averla scoperta Leif Eriksson 500 anni prima. Ho fatto qualche altra ricerca e ho stampato altri articoli di Svegliatevi! su Colombo. L’insegnante li ha letti ed è rimasto colpito dalle informazioni che avevo trovato.

M. D., Germania

Lettura della Bibbia Vi ringrazio per l’articolo “I giovani chiedono... Come posso rendere più piacevole la lettura della Bibbia?” (22 agosto 2001) Ho sempre pensato che leggere la Bibbia fosse noioso e che non sarei mai riuscito a leggere un libro così grosso. Ma quando, grazie a questo articolo, ho provato a leggerla, ho scoperto che è molto interessante. Ora leggo la Bibbia regolarmente.

M. S., Germania