Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

I lettori ci scrivono

I lettori ci scrivono

 I lettori ci scrivono

Prigioni Vi ringrazio molto per gli articoli dal tema “È possibile rieducare i detenuti?” (8 maggio 2001) Ho scontato 14 anni di carcere. Mentre ero là, venni in contatto con i testimoni di Geova e iniziai a studiare la Bibbia. Dopo il mio rilascio, continuai a studiare e di lì a poco mi battezzai. Rieducare i detenuti è possibile se essi seguono i princìpi esposti nella Bibbia. Possono anche essere grati, come lo sono io, dei fratelli volenterosi che donano il loro tempo per aiutare chi è in prigione.

R. S., Stati Uniti

Al momento mi trovo in un penitenziario in cui si segue un meraviglioso programma d’istruzione che i testimoni di Geova hanno avuto il permesso di organizzare. Un detenuto si è battezzato e molti altri studiano la Bibbia. Com’è bello servire Geova dovunque ci si trovi!

J. A. M., Stati Uniti

A volte penso che qui in Giappone sia difficile fare delle conversazioni sulla Bibbia. Ma quei fratelli che confidano in Geova e studiano la Bibbia con i detenuti mi hanno incoraggiata. Vi ringrazio perché ci informate del duro lavoro che compiono. Questi sono gli ultimi giorni, per cui ognuno di noi deve stringersi ancora di più a Geova.

K. D., Giappone

Essendo in prigione da otto anni, vedo di persona che le carceri non stanno raggiungendo il loro scopo. Ciò che funziona è l’opera di istruzione biblica che fate voi. Come detenuto sono veramente grato ai testimoni di Geova, che mostrano amore a quelli di noi che hanno commesso un errore ma che stanno cercando di porvi rimedio e diventare persone migliori.

R. J., Stati Uniti

Appena ho ricevuto la rivista mi sono chiesto a chi avrebbe potuto interessare. La sera stessa mi hanno telefonato: mia madre era stata aggredita e le avevano rubato l’auto. Parlando con i colleghi di criminalità, delinquenti e prigioni mi sono ricordato che avevo la rivista nell’armadietto. Che begli articoli! Il giorno dopo sono riuscito a darne alcune copie ai colleghi e a mia madre. Questi articoli fanno davvero onore all’obiettivo di Svegliatevi!, cioè ‘andare oltre le apparenze e additare il significato degli avvenimenti attuali’.

R. S., Stati Uniti

Ho sentito parlare per la prima volta dei testimoni di Geova dal mio compagno di cella. Sono davvero grato di leggere che essi hanno il coraggio di avventurarsi all’interno di queste mura per aiutare gente come me a trovare Geova prima che sia troppo tardi. I Testimoni vanno lodati per l’amore che mostrano.

M. N., Stati Uniti

Quelli fra noi che lavorano nei penitenziari troveranno utili questi articoli perché indicano che la Bibbia può aiutare i detenuti a cambiare interiormente, nella mente e nel cuore. Servono anche a far capire ai prigionieri il nostro ruolo: aiutarli a imparare a fare la volontà di Geova. Gli esempi di pagina 10 mostrano chiaramente perché, invece di occuparci delle questioni legali dei prigionieri, dovremmo insegnare loro la Bibbia cercando di raggiungere il cuore.

A. I., Romania

Fotosafari Ho 13 anni e mi è davvero piaciuto l’articolo “Fotosafari in Ghana”. (8 maggio 2001) Mi piace leggere articoli sugli animali. Non smettete di stampare queste riviste!

J. W., Stati Uniti