Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

I lettori ci scrivono

I lettori ci scrivono

 I lettori ci scrivono

Storia Vi scrivo a proposito degli articoli “Cosa dovremmo imparare dalla storia?” (8 marzo 2001) Sono tra gli articoli meglio scritti che abbia mai letto. Li ho letti tutti d’un fiato. Rimango sempre meravigliata da tutte le ricerche che fate e dall’inesauribile quantità e qualità delle informazioni che presentate.

M. C., Stati Uniti

Malattia debilitante Vi ringrazio molto dell’articolo “La mia lotta contro una malattia debilitante”. (8 marzo 2001) Ho cominciato a soffrire di cistite interstiziale a 18 anni. Le limitazioni che la malattia mi impone mi hanno sempre turbata. Pensavo di non mostrare abbastanza perseveranza, e mi sentivo indegna. Quando ho letto questo articolo ho dato sfogo ad emozioni che reprimevo da anni. Leggere come la mia stessa malattia creava impedimenti anche a Tanya Salay mi ha aiutata a vedere le cose in maniera più equilibrata.

B. Y., Stati Uniti

Quando leggo articoli come questo i miei problemi passano in secondo piano. Vorrei che Tanya Salay sapesse quanto sono orgogliosa di lei e quanto sono contenta che non si è tolta la vita ma ha confidato in Geova. Anche suo marito è da lodare per il sostegno che le dà.

I. W., Stati Uniti

Vi ringrazio molto degli articoli di questo genere. Anche se personalmente non soffriamo di questi problemi, ci aiutano ad essere più comprensivi con chi ne soffre.

C. L., Stati Uniti

Amore non corrisposto Quando ho letto l’articolo “I giovani chiedono... Come faccio a dirgli di no?” (22 marzo 2001) non ho potuto fare a meno di ripensare alla mia dolorosa esperienza. Non ho tenuto conto dei miei sentimenti, e il mio matrimonio è stato un fallimento. Come diceva l’articolo, “la compassione non è un buon fondamento su cui costruire un matrimonio”.

A. M., Stati Uniti

Un giovane mi ha chiesto di uscire con lui, ma visto che abbiamo obiettivi diversi ho rifiutato. Nonostante questo, è tornato alla carica e si è dichiarato. La cosa mi ha sconvolta: temevo che se l’avessi respinto sarei rimasta sola. Quando ho letto questo articolo, però, mi sono tranquillizzata. Sapevo di aver preso la decisione giusta.

S. N., Giappone

Tre giorni prima che ricevessi questo articolo un giovane mi aveva detto che voleva conoscermi. Mi sentivo divisa. Lui mi piaceva, ma sapevo di essere troppo giovane per mettermi con un ragazzo. Ora, dopo aver letto questo articolo e aver riletto l’articolo “I giovani chiedono... Che dire se i miei mi considerano troppo giovane per uscire con una persona dell’altro sesso?” (22 gennaio 2001), so cosa devo fare.

R. S., Stati Uniti

Quando decisi di fidanzarmi credevo di aver fatto la scelta giusta. I miei genitori e amici cristiani maturi mi avevano detto che non sembrava che avessi fatto la scelta migliore, ma non tenni conto dei loro consigli. Dopo poco più di un mese ruppi il fidanzamento. Se solo avessi avuto il coraggio di dire di no prima che la cosa diventasse così seria, non mi sarei procurata tante sofferenze e non ne avrei procurate al mio ex fidanzato.

V. T., Italia

Apparato circolatorio Recentemente, a causa di un intervento al sistema linfatico, ho avuto degli edemi ma leggendo l’articolo “Le meraviglie dell’apparato circolatorio” (22 marzo 2001) mi sono rassicurato. Nell’ultima pagina di questo articolo ho trovato la spiegazione della causa di tali edemi.

M. R., Italia