Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Il rumore della neve

Il rumore della neve

 Il rumore della neve

GLI scienziati hanno scoperto che quando cade sull’acqua, ogni fiocco di neve produce un suono impercettibile all’uomo. Questo suono, come la sirena di un’autopompa che si avvicina, raggiunge l’apice e poi svanisce: il tutto in circa un decimillesimo di secondo.

Mentre una goccia di pioggia o un chicco di grandine penetra nell’acqua, un fiocco di neve, che è più leggero, rimane sulla superficie. Ben presto, però, si scioglie e si ha il “fischio” menzionato sopra. Questo fu notato circa 15 anni fa, ma la cosa non ebbe seguito. Negli ultimi anni, però, questo rumore ha creato disturbo ai biologi dell’Alaska che si servono del sonar per seguire le tracce dei salmoni in migrazione. Quando il rumore prodotto dalla neve maschera i segnali emessi dai pesci, l’operazione di monitoraggio deve essere interrotta. Qual è la causa di questo fenomeno?

La rivista New Scientist spiega che fintanto che il fiocco di neve galleggia sull’acqua, non produce che un lieve rumore. Ma appena il fiocco inizia a sciogliersi, per effetto della capillarità l’acqua viene risucchiata. A questo punto può darsi che il fiocco liberi delle bolle d’aria o che queste vengano intrappolate dall’acqua che sale. Nel raggiungere un equilibrio con l’ambiente, ogni bolla vibra e nel far questo emette onde sonore, un po’ come un campanello, ma con una tonalità molto più alta.

[Fonte dell’immagine a pagina 31]

Cristalli di neve/Dover