Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Che cos’è la vera fede?

Che cos’è la vera fede?

 Il punto di vista biblico

Che cos’è la vera fede?

“SENZA FEDE È IMPOSSIBILE ESSERE ACCETTI A LUI, POICHÉ CHI SI ACCOSTA A DIO DEVE CREDERE CHE EGLI È, E CHE È IL RIMUNERATORE DI QUELLI CHE PREMUROSAMENTE LO CERCANO”. — EBREI 11:6.

CHE cos’è la fede? Secondo alcuni avere fede significa credere in Dio senza avere solide prove della sua esistenza. Il giornalista americano Henry L. Mencken definì la fede “credenza illogica nel verificarsi di ciò che è improbabile”. È questa la vera fede di cui parla la Bibbia? Capire cos’è la fede è essenziale perché, come abbiamo letto sopra, ‘senza fede è impossibile essere accetti a Dio’.

La Bibbia dice: “Fede significa essere certi delle cose che speriamo”. (Ebrei 11:1, The New Testament in the Language of Today) La fede, perciò, si basa sull’accurata conoscenza, su fatti su cui si possono basare giuste decisioni. Non basta credere: bisogna avere un motivo per credere.

Facciamo un esempio. Probabilmente avete un amico di cui potete dire: “Di lui mi fido. Sono sicuro che manterrà la parola. So che, in caso di bisogno, posso contare su di lui”. Non direste questo di una persona che conoscete solo da un giorno o due, non è vero? Si deve trattare di qualcuno che si è dimostrato fidato in più di un’occasione. Lo stesso dovrebbe valere per la fede religiosa, la quale dovrebbe produrre speranza e convinzione basate su prove solide e degne di fiducia.

Fede o credulità?

Gran parte di quella che oggi viene spacciata per fede in realtà è credulità, prontezza a credere senza una valida base o ragione. Spesso la credulità poggia sul fragile fondamento delle emozioni e delle superstizioni. Questa non è fede ben fondata, in quanto non ha una base affidabile.

La credulità potrebbe spingere a  trarre conclusioni affrettate, non in armonia con la verità della Bibbia. Perciò, a proposito della fede priva di fondamento la Bibbia dice: “Chiunque è inesperto ripone fede in ogni parola, ma l’accorto considera i suoi passi”. (Proverbi 14:15) L’apostolo Paolo scrisse: “Accertatevi di ogni cosa; attenetevi a ciò che è eccellente”. (1 Tessalonicesi 5:21) La Bibbia non incoraggia la credulità. Incoraggia invece la fede basata sulle prove.

Saper distinguere tra vera fede e credulità è molto importante. Si può essere persone religiose eppure non avere vera fede. Paolo osservò: “La fede non è posseduta da tutti”. (2 Tessalonicesi 3:2) Ma ci sono alcuni che possiedono la fede basata sulla Bibbia, e questa influisce davvero sulla loro vita.

La vera fede lega l’uomo a Dio

La fede è un po’ come una catena i cui anelli fatti di fiducia legano l’uomo a Dio. Ma questo tipo di fede va coltivata; non è una cosa innata. Come potete sviluppare vera fede? La Bibbia spiega: “La fede segue ciò che si ode. A sua volta ciò che si ode viene dalla parola intorno a Cristo”. — Romani 10:17.

Dovete quindi prendervi il tempo di conoscere Dio e gli insegnamenti di suo Figlio, Gesù Cristo. Per acquistare questa conoscenza bisogna fare uno sforzo. (Proverbi 2:1-9) Bisogna darsi da fare per scoprire cosa dice la Bibbia in modo da convincersi della sua attendibilità.

Ma la vera fede non consiste solo nel possedere conoscenza o nel credere che una cosa sia vera. Chiama in causa anche il cuore, la sede dei motivi. Romani 10:10 dice: “Col cuore si esercita fede”. Cosa significa questo? Meditando sulle cose sacre, così da accrescere il vostro apprezzamento per esse, permettete al messaggio della Bibbia di penetrare profondamente nel vostro cuore. Man mano che venite motivati ad agire in armonia con le promesse di Dio e vedete le prove della sua benedizione la vostra fede cresce e si rafforza. — 2 Tessalonicesi 1:3.

Quanto è preziosa la vera fede! Ci permette di affrontare situazioni difficili confidando in Dio, fiduciosi che è in grado di guidare i nostri passi ed è pronto a soddisfare i nostri bisogni. Oltre a ciò il Figlio di Dio, Gesù Cristo, indicò un beneficio a lungo termine della fede: “Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque esercita fede in lui non sia distrutto ma abbia vita eterna”. (Giovanni 3:16) Vita eterna: che dono meraviglioso per chi ha fede!

La fede nella promessa di Dio di ricompensare i suoi servitori aiuta a vedere la vita con occhi diversi. Ebrei 11:6 dice che la vera fede implica il credere che Dio è in grado di ricompensare “quelli che premurosamente lo cercano”. È chiaro, quindi, che la vera fede non è credulità, ed è molto di più del semplice credere che Dio esiste. Implica il riconoscere che Dio può agire quale rimuneratore di quelli che premurosamente lo cercano. Avete davvero il sincero desiderio di conoscere Dio? In tal caso, acquistate accurata conoscenza studiando la sua Parola, la Bibbia, e la vostra fede sarà ricompensata. — Colossesi 1:9, 10.

[Fonte dell’immagine a pagina 26]

Drawings of Albrecht Dürer/Dover Publications, Inc.